Notiziario VIII 2024

Dal 18 all'24 febbraio

***


  2024 2023 2022 2021
2020 2019 2018 2017 2016
2015 2014 2013 2012 2011

Notizie + conoscenze di base

Il file PDF"Incidenti di energia nucleare" contiene una serie di altri incidenti avvenuti in vari settori dell'industria nucleare. Alcuni degli incidenti non sono mai stati pubblicati attraverso canali ufficiali, quindi queste informazioni hanno potuto essere rese disponibili al pubblico solo in modo indiretto. L'elenco degli incidenti nel file PDF non è quindi identico al 100% a "L'INES e i disordini negli impianti nucleari", ma rappresenta un'aggiunta.

Februar 2008 (INES Classe.?) Akw Paluel, FRA

Februar 2008 (INES 0 Classe.?fabbrica nucleare L'Aia, FRA

1. Febbraio 2010 (INES Classe.?) Akw Yankee del Vermont, Stati Uniti

4. Febbraio 2008 (INES 0) Akw Krummel, Germania

5. Febbraio 1958 (Broken ArrowB-47 Isola di Tybee, Stati Uniti

6. Febbraio 1974 (INES 4-5) Akw Sosnovy Bor, URSS

8. Febbraio 2004 (INES 0) Akw Biblis, Germania

12. Febbraio 2013 (Il quinto test nucleare della Corea del Nord) P'unggye-ri, PRK

13. Febbraio 1960 (Il primo test della bomba atomica in Francia) Reggane, FRA

14. Febbraio 1950 (Broken ArrowConvair B-36 Columbia Britannica, CAN

16. Febbraio 2011 (INES 2) Akw Tricastin, FRA

22. Febbraio 1977 (INES 4) Akw Jaslovské Bohunice, SVK

28. Febbraio 1954 (6 test della bomba all'idrogeno) Atollo di Bikini, Stati Uniti

 

Siamo sempre alla ricerca di informazioni attuali. Se qualcuno può aiutarmi mandi un messaggio a: nucleare-welt@ Reaktorpleite.de

 


24. febbraio


 

Economia | esportazioni | Taglio delle tasse

Prospettive per l’economia tedesca:

Le pacate lamentele avvantaggiano l’AfD

Parlare dell’economia come peggiore di quello che è è finalizzato a concedere agevolazioni fiscali ai ricchi. E il discorso sui tagli sociali è inquietante.

L’economia tedesca languisce e nemmeno gli obiettivi climatici vengono raggiunti. Tuttavia i semafori si fermano a vicenda e l’Unione ha da tempo detto addio alle proposte costruttive. La CDU preferisce far finta di non essere un partito popolare, ma un gruppo che esprime un desiderio sotto il tendone della birra. Ciò avvantaggia solo l’AfD. Anche nell’analisi le parti sono distanti. L’Unione e la FDP ritengono che la Germania abbia principalmente un “problema di concorrenza” e che “la posizione sia in pericolo”.

I numeri, però, non lo dimostrano. Nel 2023 la Repubblica Federale ha registrato un enorme surplus di esportazioni pari al 4,1% della produzione economica, che corrisponde a circa 200 miliardi di euro. La Germania ha molto successo sul mercato mondiale. Le voci sulla “competitività” hanno anche un altro scopo: i liberali e la CDU/CSU vogliono attuare sgravi fiscali per le imprese. Il ministro delle Finanze del PLR Christian Lindner vorrebbe abolire completamente la solidarietà...

*

Media | Pressefreiheit | Potere statale

La libertà di stampa è minacciata:

Pro o contro il potere?

Wikileaks, FragDenStaat, Correctiv: Lo Stato si sta avvicinando alla libertà. Ma coloro che dovrebbero difenderli spesso incoraggiano la svolta autoritaria.

Questa settimana si accumulano nuovamente le cattive notizie sui diritti fondamentali nella democrazia liberale, sulla libertà di stampa e sulla libertà di espressione.

[…] Ecco perché la miopia di molti giornalisti è notevole. Invece di lottare per le libertà di cui avremo urgentemente bisogno negli anni bui a venire, molti chiedono che i diritti fondamentali siano limitati.

Anche nel taz, giornale nato da uno slancio critico nei confronti dell’autorità e che si batteva per le libertà e contro la repressione statale, improvvisamente si ritrovano rivendicazioni autoritarie: bisogna “sfruttare tutte le possibilità offerte dallo Stato di diritto” per “ temere” coloro che sono politicamente indesiderabili.

La scorsa settimana sulla pagina delle opinioni è apparso un atto di impressionanti acrobazie intellettuali orwelliane: la libertà di espressione è importante, ma l’antisemitismo non è un’opinione. L’antisemitismo è sgradevole e pericoloso, ma lo è anche la richiesta di utilizzare giochi linguistici per definire determinate opinioni a partire dalla tutela dei diritti fondamentali. Chi determina cos’è un’opinione? Domani potrebbe esserci un ministero degli Interni dell’AfD.

[...] Allora cosa succede dopo con il quarto stato? Nello spirito di Julian Assange, Arne Semsrott e Correctiv, tenere d'occhio il potere, soprattutto quando non vuole? Oppure i giornalisti dovrebbero scrivere solo ciò che va comunque bene alle persone al potere e allo Stato, e supplicare le autorità di compiacere, di punire ancora più duramente i loro oppositori? Questo è male. Quando i giornalisti stessi diventano i portavoce della svolta autoritaria, non si può più fare affidamento su di loro per difendere la democrazia.

*

armatura | miniere | ICBL | Handicap Internazionale eV 

"Papà, sei un assassino?"

Come un costruttore di miniere è diventato uno sminatore

Vito Alfieri Fontana da molto tempo costruisce mine nell'azienda di famiglia. Ignora la morte e la mutilazione causate dai suoi prodotti. Poi una domanda di suo figlio lo fa riflettere e lui cambia completamente la sua vita. 

[...] La domanda di suo figlio se fosse un assassino aveva aperto la prima crepa profonda nell'armatura che aveva costruito. C'erano anche pressioni dall'esterno. I produttori di miniere sono stati sempre più presi di mira dalle proteste. Fontana parla delle innumerevoli scatole di scarpe depositate a casa sua. C'erano solo una scarpa e un biglietto che diceva: "Non ne ho più bisogno".

[…] Il 14 dicembre 1997 è stata firmata la Convenzione di Ottawa, che vieta l’uso, lo stoccaggio, la produzione e il trasferimento delle mine antiuomo e ne regola con precisione la distruzione. Fontana era presente agli incontri del settembre 1997 a Oslo come consigliere della Campagna internazionale per la messa al bando delle mine antiuomo, fondata nel 1992 dall'attivista Jody Williams. Williams e la campagna vinsero il Premio Nobel per la Pace nel 1997. Secondo la Campagna Internazionale, ad oggi sono 164 i paesi che hanno ratificato o firmato la convenzione. Non sono inclusi USA, Russia, Cina e India.

[...] Nonostante l'accordo di Ottawa, le mine terrestri continuano a essere costruite e utilizzate. Secondo il Landmine Monitor Report 2022, la Russia ha utilizzato almeno sette modelli contro l’Ucraina. Alla domanda su quanto tempo ci vorrà per ripulire il Paese dopo la guerra, Fontana risponde: 20 anni con un costo di 150 milioni di euro l'anno. Perché la guerra distrugge in un secondo, ma la ricostruzione è faticosa e lenta.

*

Il matematico Lindner volere benefici einfrieren

Moratoria sulle prestazioni sociali

Critiche della SPD e dei Verdi alla proposta di Lindner

Congelare la spesa sociale per avere più soldi per la Bundeswehr: questa proposta del ministro delle Finanze e leader della FDP Lindner ha incontrato aspre critiche da parte dei partner della coalizione SPD e Verdi. I gruppi sociali definiscono l’idea “indecente”.

La coalizione sta discutendo se e come la Bundeswehr potrà essere finanziata esclusivamente dal bilancio generale a partire dal 2028, come intende fare il cancelliere Olaf Scholz. Il ministro federale delle finanze Christian Lindner, che è anche leader del FDP, aveva proposto di mantenere per tre anni la spesa sociale al livello attuale per poter investire più soldi nella difesa - e ha ricevuto aspre critiche da parte dei partner della coalizione.

[...] "È indecente che il ministro delle Finanze voglia risparmiare per i più poveri e deboli della società", ha dichiarato la presidente del consiglio direttivo della SoVD Michaela Engelmeier.

[…] Il dibattito è fondamentalmente sbagliato, ha proseguito Engelmeier. “A trarne vantaggio sono soprattutto gli attori antidemocratici”. Il capo dell'associazione ha chiesto: "Invece di finanziare gli armamenti a scapito delle prestazioni sociali, dobbiamo rafforzare le entrate dello Stato. Abbiamo bisogno di una riforma del freno all'indebitamento e di maggiori entrate fiscali". Engelmeier ha parlato di un'imposta sugli utili eccedenti per le aziende, di una riforma dell'imposta di successione e di un'imposta sul patrimonio per i super-ricchi.

*

Stati Uniti | lobbista | schuldig

Lobby delle armi statunitense:

L'ex capo della NRA è stato riconosciuto colpevole di appropriazione indebita

L'ex presidente della lobby statunitense delle armi NRA, Wayne LaPierre, è stato condannato da una giuria di New York. Rischia una multa milionaria.

Il capo di lunga data dell'influente lobby statunitense delle armi National Rifle Association (NRA), Wayne LaPierre, è stato giudicato colpevole di appropriazione indebita di fondi. Venerdì una giuria di New York ha dichiarato LaPierre colpevole di aver causato danni per 5,4 milioni di dollari (quasi cinque milioni di euro) all'organizzazione di lobbying a causa della sua cattiva condotta. Per “anni di corruzione e avidità”, LaPierre e un suo collaboratore dovranno pagare un totale di 6,35 milioni di dollari (5,86 milioni di euro) di multa, secondo il procuratore generale Letitia James.

[...] L'influenza dell'NRA è enorme: l'organizzazione può esercitare una notevole pressione sui politici ed è un importante donatore di partiti. Nel 2016 ha sostenuto, tra l'altro, la campagna elettorale presidenziale del repubblicano Donald Trump con milioni di dollari. I tentativi di inasprire le leggi sulle armi sono ripetutamente falliti a causa della resistenza della lobby delle armi. 

*

governo degli Stati Uniti | Israele | Gaza

“Nessuna rioccupazione”

Gli Stati Uniti rifiutano i piani per una “zona sicura” a Gaza

Gli Stati Uniti e Israele non sono d'accordo su come regolare la situazione nella Striscia di Gaza dopo la guerra. Netanyahu sta ricevendo critiche per il suo piano, secondo il quale l'esercito israeliano dovrebbe avere “libertà illimitata” di operare nella Striscia di Gaza. 

Il governo degli Stati Uniti ha chiaramente respinto il piano postbellico del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu per la Striscia di Gaza. Per il futuro del territorio palestinese, gli Stati Uniti hanno formulato mesi fa i principi secondo cui esso non dovrebbe essere una "base per il terrorismo", che non dovrebbe esserci "nessuna rioccupazione israeliana" e che il suo territorio "non dovrebbe essere ridotto", hanno affermato gli Stati Uniti. Il Segretario di Stato Antony Blinken in visita in Argentina.

Blinken ha anche detto in una conferenza stampa nella capitale Buenos Aires che vuole astenersi dal valutare il piano di Netanyahu perché non l'ha ancora visto. Ma con le sue dichiarazioni ha contraddetto il piano del capo del governo israeliano di istituire una "zona di sicurezza" sotto il controllo dell'esercito israeliano all'interno della Striscia di Gaza. Si dice che questa zona sia al confine con Israele...

 


23. febbraio


 

Francia | Prezzo dell'elettricità | energia nucleare

Onda d'urto dei prezzi dell'elettricità in Francia: terzo aumento dei prezzi per i consumatori in un anno

Münster - Mentre i prezzi dell'elettricità per i nuovi contratti in Germania sono in costante calo, i prezzi dell'elettricità per i consumatori in Francia stanno rapidamente salendo a nuovi livelli record. In futuro anche l’energia nucleare francese diventerà molto più costosa.

[...] Nel febbraio 2023 i prezzi dell'elettricità sono stati inizialmente aumentati del 15%, il 01° agosto del 10% e nel febbraio 2024 di un altro 10%. Si tratta di un aumento del 12% in 39 mesi. Ma la fine non è ancora arrivata, perché la “tassa sul consumo finale di energia elettrica (TIFCE)”, che ora è stata aumentata a 2,1 centesimi/kWh, salirà a 2025 centesimi/kWh nel febbraio 3,244. 

[...] Si prevede che l’energia nucleare in Francia aumenterà del 2026% a 67 centesimi/kWh a partire dal 7

Secondo il quotidiano Le Monde, dal 2026 il prezzo dell'elettricità prodotta dalle centrali nucleari francesi aumenterà del 4,2%, passando da 67 a 7 centesimi per kWh.

[...] Non è da escludere che lo Stato francese intervenga se il prezzo dell'energia nucleare scende sotto la soglia dei 7 centesimi/kWh e possa coprire o sovvenzionare la differenza rispetto al prezzo di mercato. Si tratterebbe di un classico modello di finanziamento CFD (Contratto per differenza), non per quelli nuovi come nel caso della centrale nucleare britannica Hinkley Point C in costruzione, ma in questo caso un modello di sussidio attraverso la porta di servizio per gli anziani esistenti Flotta nucleare francese. 

*

sussidi | Burger Meyer

Produttore solare svizzero

Cosa sta facendo esattamente l'emigrante solare Meyer Burger?

Meyer Burger interromperà la produzione a Freiberg in Sassonia a marzo e scommette tutto su un nuovo inizio negli Stati Uniti. Cosa significa nel dettaglio?

L’azienda svizzera Meyer Burger ha annunciato a metà gennaio che avrebbe chiuso la sua fabbrica di moduli a Freiberg in Sassonia se il governo federale non avesse deciso un sussidio sotto forma di cosiddetto “bonus di resilienza” e non lo avesse approvato legalmente in Parlamento modulo. Questo non è ancora successo. Per questo motivo Meyer Burger ha annunciato che a marzo chiuderà la sua fabbrica di moduli. Allo stesso tempo, l'azienda ha annunciato come intende finanziare l'espansione della sua produzione negli Stati Uniti. Cosa significa nello specifico?

[...] Quale stabilimento vuole chiudere esattamente Meyer Burger?

In Germania, Meyer Burger produce celle solari nella sua fabbrica di Thalheim, un quartiere di Bitterfeld nella Sassonia-Anhalt. Vi lavorano circa 350 dipendenti. I moduli vengono prodotti a Freiberg in Sassonia, mentre lo sviluppo e la costruzione dell'impianto si trovano a Hohenstein-Ernstthal, sempre in Sassonia. A Freiberg lavorano circa 500 dipendenti. La produzione nello stabilimento lì, che in precedenza apparteneva alla Solarworld, dovrebbe interrompersi a marzo. Meyer Burger ha fatto domanda per il lavoro a orario ridotto per i suoi dipendenti. Se non si deciderà a favore del sussidio, l'impianto chiuderà ad aprile. La produzione di celle a Thalheim continuerà per fornire celle agli Stati Uniti almeno fino al 2025. Meyer Burger vuole mettere in funzione lì due stabilimenti nel 2024. Lo stabilimento di Thalheim dovrebbe consegnare lì almeno fino al completo aumento della capacità. La fabbrica di Hohenstein-Ernstthal con circa 300 dipendenti non è interessata dai piani di chiusura. Gunter Erfurt, capo della Meyer Burger, afferma che la sede è il "cuore tecnologico" dell'azienda...

*

Pannelli solari | 1 punto 5°

La start-up 1Komma5° vuole rilevare la produzione dei moduli di Meyer Burger

L'industria solare europea sta lottando contro la concorrenza a basso costo della Cina. Il produttore Meyer Burger vuole quindi trasferire la propria produzione. Ora, secondo le informazioni dello SPIEGEL, un concorrente tedesco fa un'offerta sorprendente.

Dopo l'annuncio di Meyer Burger di voler interrompere la produzione di moduli solari in Germania a marzo, sta emergendo una soluzione sorprendente. La start-up energetica di Amburgo 1Komma5° vuole rilevare la produzione di moduli del produttore svizzero.

"Se Meyer Burger rinuncia completamente alla produzione in Sassonia, siamo pronti almeno a risparmiare la produzione di moduli e ad assicurare quanti più posti di lavoro possibile nello stabilimento", ha dichiarato allo SPIEGEL il capo di 1Komma5° Phillip Schröder. La sua azienda è ancora interessata a rafforzare la creazione di valore in Europa e, oltre a produrre polisilicio per la propria produzione, a far fabbricare i moduli anche in Germania.

L'azienda svizzera aveva annunciato che si preparava a chiudere lo stabilimento di Freiberg in Sassonia. Inizialmente la produzione si fermerà nella prima metà di marzo. Si prevede che ciò si tradurrà in notevoli risparmi sui costi a partire da aprile. La chiusura entrerà in vigore a fine aprile...

*

Corte CostituzionaleMerzthutjanix

Corte costituzionale federale:

La tutela della democrazia non tollera i giochi

L'Unione si ritira dalle trattative per garantire la Corte costituzionale, anche se i suoi ministri ed esperti sono favorevoli. Questo è imbarazzante e miope.

Una delle affermazioni importanti con cui i politici reagiscono alla minaccia alla democrazia è quella della “responsabilità politica dello Stato”. Ciò significa: qui ogni mancanza di serietà è inappropriata, le tattiche partitiche sono fuori luogo. Negli ultimi giorni i politici dell'Unione hanno spesso parlato anche di responsabilità politica dello Stato quando si tratta di una migliore protezione della Corte costituzionale federale. Purtroppo l’Unione sta dimostrando con le sue azioni di non essere all’altezza di questa responsabilità.

Ricordiamo che la coalizione del semaforo ha annunciato alla fine di gennaio di voler proteggere meglio la Corte costituzionale federale da futuri tentativi autoritari di depotenziarla, consacrando la struttura fondamentale della Corte di Karlsruhe nella Costituzione. A questo scopo c’era bisogno fin dall’inizio dell’Unione, perché una modifica della Legge fondamentale può essere apportata solo con una maggioranza di due terzi. Inizialmente la CDU e la CSU avevano una mentalità aperta. Ma ora non vogliono più.

Il leader del partito Friedrich Merz aveva già dichiarato tre settimane fa durante il dibattito generale che "fondamentalmente non vede la possibilità" di approvare oggi modifiche alla Legge fondamentale. Adesso la direzione del gruppo, nella persona della vicepresidente Andrea Lindholz, ha detto chiaramente no. “Al momento non vi è alcuna necessità impellente” di una modifica della Legge fondamentale...

*

Stati Uniti | disinformazione | Republikaner

Si rischia 25 anni di carcere

Bugie su Biden: arrestato di nuovo informatore dell'FBI

Un informatore riferisce all'FBI di presunte tangenti che si dice siano arrivate dall'Ucraina al futuro presidente degli Stati Uniti Joe Biden e a suo figlio. Le autorità statunitensi sono certe che le accuse sono inventate e che l'uomo verrà accusato. Ora è stato nuovamente arrestato.

L'ex informatore dell'FBI accusato di aver fornito false informazioni sul presidente americano Joe Biden e su suo figlio Hunter Biden è stato nuovamente arrestato, secondo i suoi avvocati. Alexander Smirnov, inizialmente rilasciato su cauzione, è stato arrestato durante un incontro nel loro ufficio, hanno detto i suoi avvocati David Chesnoff e Richard Schonfeld in un documento depositato in un tribunale del Nevada. Gli avvocati hanno chiesto un'udienza immediata per il rilascio di Smirnov.

[...] L'incriminazione dell'ex informatore dell'FBI rappresenta un grave ostacolo per i repubblicani dell'opposizione nei loro sforzi per avviare una procedura di impeachment contro il presidente Biden con l'accusa di corruzione. Le dichiarazioni di Smirnov hanno finora svolto un ruolo centrale in questi sforzi...

 


22. febbraio


 

Sofás | Geldwäsche | AccusaFinanziamento del terrorismo

Francoforte ottiene l'autorità antiriciclaggio dell'Ue

La metropoli bancaria di Francoforte sul Meno sarà la sede della nuova autorità antiriciclaggio dell'UE Amla. Il ministro delle Finanze Lindner aveva promosso l'ubicazione, anche perché lì ha sede anche la BCE.

La nuova autorità antiriciclaggio dell'Unione Europea avrà sede a Francoforte sul Meno. I rappresentanti degli stati dell'UE e del Parlamento europeo hanno votato in serata a favore della sede della cosiddetta Amla (Autorità per la lotta al riciclaggio di denaro) nella metropoli principale, come ha annunciato la presidenza belga del Consiglio dell'UE.

[...] Lotta contro le frodi finanziarie

La Commissione UE ha proposto un’autorità antiriciclaggio comune nel 2021. L’Amla mira a combattere il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo nell’UE. È destinato a vigilare direttamente sugli istituti creditizi e finanziari che operano a livello transfrontaliero e sono considerati ad alto rischio, compresi i fornitori di servizi di criptovaluta. Dovrebbe inoltre coordinare e sostenere le autorità nazionali di vigilanza.

[...] Anche in Germania il riciclaggio di denaro è un problema

L’onere al momento della richiesta era che il riciclaggio di denaro è più diffuso in Germania che in molti altri paesi dell’UE. Un comitato internazionale di esperti ha confermato che la Germania ha compiuto progressi nell’estate del 2022, ma vede ancora la necessità di agire. Soprattutto, manca ancora un’efficace applicazione della legge.

Lindner vuole riunire le diverse competenze nell'ambito della lotta nazionale contro il riciclaggio di denaro in una nuova autorità con personale sufficiente e una moderna infrastruttura informatica. Il progetto deve ancora essere approvato dal Bundestag.

*

Divieto di feste in un democrazia difensiva

Il divieto dell’AfD come capitolazione:

È necessario un cambiamento spirituale

Volere bandire l’AfD significa capitolarsi politicamente davanti ad essa. Solo attraverso una buona politica e una comunicazione chiara si potrà sconfiggerlo.

Anche la populista francese radicale di destra Marine Le Pen prende le distanze dall’AfD. Troppo scioccanti sono state le pubblicazioni su un incontro segreto di estremisti di destra e rappresentanti di partito in cui si è discusso della deportazione dei cittadini.

Da allora, decine di migliaia di persone sono scese in piazza ogni settimana per manifestare a favore di una società aperta, dello Stato di diritto e della democrazia. Perché l’AfD minaccia tutto questo e sempre più persone lo riconoscono e chiedono conseguenze dure nella lotta contro l’estremismo di destra.

Una misura molto discussa è quella di vietare l’AfD come partito politico. Quella che sembra una soluzione semplice a un grosso problema si rivela difficile dal punto di vista giuridico e discutibile dal punto di vista politico.

Perché gli ostacoli per vietare una festa sono molto alti – ed è giusto che sia così. Nello Stato democratico i partiti occupano una posizione speciale e costituzionalmente standardizzata; la loro aperta competizione di opinioni è fondamentale per una società aperta...

*

Kini Jodler am Mercoledì delle Ceneri

Mercoledì delle Ceneri politico:

Un goffo retorico che non è più attuale

Le parole grossolane sono una tradizione annuale nella Bassa Baviera. Ma alimenta anche una divisione di cui abbiamo meno bisogno che mai in questo momento, dicono i lettori.

[...] Nel suo ultimo discorso del Mercoledì delle Ceneri, Söder ha denigrato il ministro federale dell'Ambiente Steffi Lemke definendola la "verde Margot Honecker". Questo paragone indicibile mostra ancora una volta che il politico statale bavarese Söder, che voleva diventare cancelliere di tutti i tedeschi nel 2021, non ha la minima idea della realtà della vita nell'ex DDR. Söder può essere bravo come oratore da tendone della birra, ma come statista che dovrebbe avere familiarità con la storia bavarese e tedesca, Söder fa una figura patetica.

[...] Söder e la CSU dovrebbero per favore smetterla di avvelenare e quindi dividere la popolazione con la costante ripetizione del loro termine combattivo "ideologia". Secondo me lei è in parte responsabile dei tumulti di Biberach. Le vostre azioni dovrebbero servire il bene comune e non essere fine a se stesse. Dovrebbero garantire l’unità e non alimentare il fuoco dei piromani. Le ceneri sulle nostre teste dovrebbero proteggerci dall’arroganza.

[...] Questi crescenti insulti all'onore e denigrazioni da parte del Primo Ministro bavarese stanno minando le basi del nostro Stato democratico. Le mie domande: non dovremmo tutti, soprattutto i media critici, abbandonare finalmente l'atteggiamento del Biedermann di Frisch? La SZ non dovrebbe dare un segnale di stop in prima pagina, magari con un commento cristallino?

*

Spagna | Omicidio | intelligenza

Omicidio in un complesso residenziale in Spagna

Giornale: I sicari di Mosca hanno ucciso il disertore Kuzminov

Non ci sono dubbi che Mosca sia responsabile dell’omicidio del disertore russo Maxim Kuzminov. Secondo un rapporto, i circoli dell'intelligence spagnola ritengono che i killer a contratto siano responsabili del crimine. Se ciò fosse confermato, Madrid vuole “rispondere con forza”.

Secondo un articolo del quotidiano El País, il disertore russo ucciso in Spagna è stato ucciso da assassini per conto del Cremlino. Con tutta probabilità provenivano dall'estero e hanno già lasciato il Paese, scrive il giornale citando ambienti dell'intelligence spagnola.

Le prove di ntv.de portano anche a Mosca. L'agenzia di stampa statale russa TASS ha pubblicato l'attentato, citando un portale internet italiano che non era conosciuto nemmeno in Italia. La Russia probabilmente voleva che il mondo, e soprattutto il suo stesso popolo, sapessero dell'omicidio...

*

Russia | Sanktionen | LNG

GNL dalla Russia: gas liquido russo nell’UE

Le ONG affermano che il Cremlino sta finanziando la guerra contro l’Ucraina esportando energia fossile in Europa. Chiedono sanzioni più severe.

BERLINO taz | La German Environmental Aid (DUH) e altre 280 ONG chiedono di fermare l'importazione di gas naturale liquefatto (GNL) russo nell'UE in una lettera aperta agli Stati del G7 e all'Unione Europea. Nel secondo anniversario dell'attacco russo all'Ucraina, le organizzazioni lamentano che la Russia vuole raddoppiare la spesa militare nel 127 rispetto al 2024 con 2022 miliardi di dollari provenienti dalle esportazioni di energia fossile.

[...] Secondo il think tank di Bruxelles Bruegel, nel gennaio 2024 l’UE ha acquistato quasi il 20% del suo GNL dalla Russia. Da lì importano soprattutto Spagna, Francia e Belgio. Secondo il DUH, oltre la metà di essi raggiunge la rete europea.

Il GNL proveniente dalla Russia finisce anche in Germania

Gli aiuti ambientali sospettano che parte del GNL che arriva in Belgio venga immesso nella rete tedesca. Ufficialmente la Germania non importa GNL russo...

*

Cambiamenti climatici | Terminale GNLAssicurazione

Assicuratori: complici dell’industria dei combustibili fossili

Le compagnie assicurative tedesche stanno alimentando la crisi climatica in gran parte senza che ciò venga riconosciuta, nonostante le loro promesse di sostenibilità. Nuovi documenti lo dimostrano: Allianz e le filiali di Hannover Re, Talanx e Monaco Re assicurano terminali GNL dannosi per il clima negli Stati Uniti.

Il Cameron LNG Terminal, Louisiana, si trova nel mezzo di una zona paludosa. Piccoli laghi delimitano la zona industriale su tutti i lati. Il gas naturale liquido viene lavorato qui e caricato su navi cisterna. Di volta in volta, il lavoro viene svolto in modo impuro. Fuga nell'atmosfera gas pericolosi: benzene, cancerogeno. Pentano, altamente infiammabile. Il metano è molte volte più dannoso per il clima della CO₂.

Dal terminale situato nel sud degli Stati Uniti, il gas naturale liquefatto viene inviato in tutto il mondo. Anche verso l'Europa. Ma esiste un altro legame segreto con la Germania. Se guardate l'elenco degli assicuratori al terminal, troverete anche nomi tedeschi.

Tra questi c’è Allianz, che dichiara la sostenibilità come obiettivo aziendale. Dal 2023 non assicura quindi più nuovi giacimenti di petrolio e gas. Ma le infrastrutture fossili come i terminali GNL continueranno a essere sostenute dall’alleanza.

[...] Biden preme il freno a gas

Attraverso le emissioni upstream, le esportazioni di gas naturale stanno rovinando l’impronta climatica degli Stati Uniti. Il presidente americano Joe Biden lo ha recentemente riconosciuto. Alla fine di gennaio 2024 ha sospeso tutte le nuove autorizzazioni per i terminali GNL negli Stati Uniti. I progetti già attivi possono continuare a essere gestiti. Tra questi figura il terminale Cameron GNL, assicurato, tra gli altri, da Allianz e dalle filiali di Talanx e Münchener Rück. Tuttavia, l’espansione del terminale Cameron LNG potrebbe essere fermata dalla decisione di Biden.

[...] Gli assicuratori come finanziatori

Allianz non trae vantaggio dai progetti sui combustibili fossili solo attraverso il suo core business: l’assicurazione. Dà anche denaro direttamente e agisce come investitore.
Solo nel settembre 2023 una filiale della società ha concesso un prestito di 44 milioni di dollari a una società che vuole costruire un altro progetto GNL negli Stati Uniti: il Rio Grande LNG. Insieme ad altre cinque compagnie assicurative, Allianz assume un ruolo importante che normalmente svolgono le banche: prestano denaro alle aziende affinché possano finanziare la gestione e l’espansione delle infrastrutture GNL. Ciò significa che gli assicuratori ricevono rendimenti.
L'azienda non vuole rispondere in che modo gli investimenti si adattano agli obiettivi di sostenibilità di Allianz...

*

INES Categoria 4 "Infortuni" 22. Febbraio 1977 (INES 4) Akw Jaslovské Bohunice, SVK

Un guasto meccanico nel caricamento del carburante del reattore KS 150 ha causato una grave corrosione e
ha rilasciato radioattività nell'area dell'impianto, rendendo necessario un arresto completo. (Costo circa US $ 1965 milioni)

Incidenti di energia nucleare
 

wikipedia

Centrale nucleare di Bohunice

Il 22 febbraio 1977 l'impianto venne gravemente danneggiato durante il rifornimento con barre di combustibile: durante l'incidente, i residui dimenticati del gel di silice essiccante nella confezione provocarono un'ostruzione in un elemento di combustibile, per cui il liquido di raffreddamento non poteva fluire correttamente e si è verificato un surriscaldamento locale. Il tubo di pressione e i canali tecnologici circostanti sono stati danneggiati. L'acqua pesante è entrata nel circuito di raffreddamento del gas. A causa del rapido aumento della temperatura, il rivestimento delle barre di combustibile nella zona attiva è stato danneggiato. Una volta eliminata questa barriera, l'area primaria è risultata contaminata e successivamente parti dell'area secondaria sono state contaminate a causa di perdite nei generatori di vapore. Già nella prima metà del 1978 era chiaro che per ragioni economiche e tecniche non sarebbe stata ripresa l'attività. Il governo federale decise nel 1979 di non riavviare le operazioni e di chiudere il blocco reattore...
 

La piaga delle centrali nucleari

Bohunice (Slovacchia)

...La causa dell'incidente è stata che "il materiale di imballaggio e il gel di silice per l'assorbimento dell'umidità non erano stati rimossi da un elemento combustibile e quindi avevano bloccato il canale di raffreddamento". Il vapore acqueo ha rilasciato radiazioni radioattive nell'area circostante. Questo è stato solo l'ultimo di una lunga serie di incidenti avvenuti in questo reattore. Secondo una dichiarazione del governo federale tedesco del 1994, "gran parte della centrale e dell'edificio del reattore erano contaminati" a causa degli incidenti. Il reattore venne spento per sempre il giorno del grande incidente del 1977...

 


21. febbraio


 

idrogeno | Posizione di Lingen

Lingen diventa un luogo centrale per la produzione di idrogeno: via libera al gasdotto tra Emsland e la regione della Ruhr

[...] Nell'ambito della trasformazione, il sito della precedente centrale elettrica di Lingen si sta trasformando in un grande sito di produzione di idrogeno. Presto un gasdotto per l'idrogeno correrà da Lingen nell'Emsland attraverso il Münsterland occidentale, oltre il sito di stoccaggio dell'idrogeno di Gronau-Epe, fino ai centri clienti nella zona della Ruhr.

Sito dell'elettrolizzatore di Lingen: RWE e BP stanno pianificando la produzione di idrogeno su larga scala

Per il fornitore di energia RWE Lingen nell'Emsland è una centrale elettrica con tradizione e un hub per l'approvvigionamento elettrico tedesco. Oltre a due centrali nucleari che sono state spente, Lingen ospita anche il complesso della centrale elettrica a gas naturale di Emsland. In questo sito di gas per il range di carico medio e di punta, RWE sta già costruendo un impianto pilota a idrogeno con una potenza di 14 MW. RWE vuole testare un elettrolizzatore alcalino a pressione con una capacità di 10 MW e un elettrolizzatore a membrana a scambio protonico (PEM) di ITM Power qui...

*

CO2 per Mineralizzazione da batteri Rock convertire

Un gruppo di ricerca scopre batteri che convertono rapidamente la CO₂ in roccia

Un gruppo di ricerca trova batteri che convertono la CO₂ in roccia. Potrebbero fornire una soluzione per immagazzinare i gas serra nel sottosuolo.

Sanford/Florida – Per contrastare il cambiamento climatico, i ricercatori sono alla ricerca di metodi nuovi e innovativi per legare la CO₂. Lo stoccaggio dell'anidride carbonica è particolarmente difficile a temperatura ambiente perché allora è un gas. L’America sta quindi investendo molto nella ricerca per immagazzinare i gas serra nel sottosuolo, in caverne profonde o strati rocciosi. In questo contesto, un team del Sanford Underground Research Facility negli Stati Uniti ha ora scoperto i microbi che convertono il gas CO₂ in rocce.

[...] I ricercatori sono alla ricerca di strati rocciosi con specifiche proprietà geochimiche che dissolvono il gas e lo convertono in un minerale carbonatico attraverso la cosiddetta “mineralizzazione in situ”. Tuttavia, in natura questo processo dura dai sette ai dieci anni – troppo tempo.

Scoperta rivoluzionaria: i microbi possono convertire la CO₂ in roccia

Una scoperta nel Sanford Underground Research Facility potrebbe ora accelerare notevolmente il processo. Dieci giorni per l'esattezza. Il team è riuscito a isolare i microbi presenti in natura che mangiano il biossido di carbonio e lo trasformano in roccia solida. Questa si chiama “mineralizzazione del carbonio”...

*

Di destra | Criminalità | Protezione della polizia

Crimine - Waltershausen:

Il ministro dell'Interno Maier: meglio proteggere le persone impegnate

Erfurt (dpa/th) - Secondo il ministro dell'Interno Georg Maier (SPD), chiunque abbia recentemente organizzato manifestazioni contro l'estremismo di destra o sia coinvolto in altro modo in Turingia dovrebbe ricevere in futuro strumenti per una migliore protezione. "Vogliamo contattare le persone esposte che ora sono coinvolte nelle manifestazioni o in altri modi e rivolgerci a coloro che sono a rischio", ha detto Maier all'agenzia di stampa tedesca. L'obiettivo era mostrare come si comporterebbero le persone colpite in caso di minaccia e quali misure protettive potrebbero adottare.

In precedenza ignoti avevano appiccato il fuoco alla casa del politico locale dell'SPD Michael Müller a Waltershausen (distretto di Gotha).

[...] In un caso, persone preoccupate intorno a una persona interessata avevano già contattato le autorità, ha continuato Maier. In alcune regioni, le strutture estremiste di destra sono già così radicate da poter creare uno scenario di minaccia. Se ci sono minacce specifiche, la polizia può essere presente con auto di pattuglia e girare intorno agli edifici residenziali. Maier ha però ammesso che ci sono dei limiti di personale: "Non possiamo offrire protezione di polizia a tutti in Turingia. Quello che possiamo fare però è informare la gente."...

*

Media | Assange | Wikileaks

Procedura di estradizione

L’ex leader laburista Corbyn: “I media liberali hanno fallito nel caso Julian Assange”

Il politico britannico parla a STANDARD delle rivelazioni di Wikileaks e del procedimento contro il giornalista investigativo minacciato di estradizione negli USA

Il processo sulla questione se il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, debba essere deportato negli Stati Uniti dal carcere di massima sicurezza britannico – oppure no – ha portato sulla scena celebrità politiche britanniche. Tra loro c'è l'ex leader dell'opposizione alla Camera dei Comuni ed ex leader laburista Jeremy Corbyn. Critica aspramente i media liberali: hanno fallito.

STANDARD: Gabriel Shipton ha paragonato suo fratello Julian Assange alla figura dell’opposizione russa assassinata Alexei Navalny. Cosa ne pensi di questo confronto?

Corbyn: Julian Assange ha detto la verità. È un eroe che difende la libertà di opinione e di stampa in tutto il mondo.

STANDARD: Perché Assange viene perseguitato così persistentemente dagli Stati Uniti?

Corbyn: Il sistema giudiziario statunitense si basa sull'Espionage Act del 1917. Esso ha lo scopo di impedire qualsiasi indagine più approfondita sulle attività americane in qualsiasi parte del mondo. Julian ha scoperto esattamente questo. Le sue rivelazioni, tra l'altro, non riguardavano solo gli Stati Uniti, ma anche il governo britannico, quello russo e molti altri...

*

Migrazione | Angriffe | Rifugiati

Il numero di attacchi registrati contro i rifugiati è raddoppiato nel 2023

Nel 2.400 la polizia ha registrato quasi 2023 attacchi contro rifugiati e alloggi per rifugiati, quasi il doppio rispetto all’anno precedente. 219 persone sono rimaste ferite.

Nel 2023 il numero di attacchi contro i rifugiati a sfondo politico registrati è stato quasi il doppio rispetto all’anno precedente. L'anno scorso la polizia ha registrato 2.378 attacchi di questo tipo, riferisce il Neue Osnabrücker Zeitung citando dati del Ministero federale degli Interni. Nel 2022 erano 1.248. La politica di sinistra Clara Bünger ha chiesto i numeri.

Ha anche affermato che 313 dei crimini erano crimini violenti. 219 persone sono rimaste ferite. Secondo il Ministero dell’Interno, nel 2023 le autorità di sicurezza hanno registrato anche 180 crimini contro gli alloggi dei rifugiati, il numero più alto dal 2017...

 


20. febbraio


 

Mettere in il allarmista vs. NATO

"La Russia gioca sulle paure della gente"

Lei è sulla lista dei ricercati dalla Russia, ma questo non spaventa Kaja Kallas, dice a Tagesthemen il capo del governo estone. Lei è certa che se gli Stati unissero le forze, Putin potrebbe essere fermato immediatamente.

argomenti quotidiani: Quanto sono pericolosi Putin e la Russia non solo per l'Ucraina, ma anche per l'Estonia e l'Europa?

Kaja kallas: La questione non è se sia pericolosa per l’Estonia, ma per la NATO, e questo dipende da come finirà la guerra in Ucraina. Se non facciamo abbastanza per fermarlo, continuerà. Ad ogni ulteriore passo diventerà ancora più coraggioso. Non dobbiamo dimenticarlo. Nella NATO non esistono paesi di prima o di seconda classe, siamo tutti uguali. Ecco perché dovremmo fare tutto il possibile per fermarlo adesso.

argomenti quotidiani: Il conflitto colpisce la NATO, ma tu sei toccato anche personalmente: Putin, in qualità di primo capo del governo, ti ha inserito nella lista dei ricercati russi e ha emesso un mandato di arresto contro di te. Per te è un peso o un onore?

Kallas: Putin sta chiaramente usando questo come arma per diffondere la paura e dimostrare che non siamo un vero paese. Mi incolpa per cose che in realtà sono affari interni russi. Ma siamo un paese indipendente. Ciò dimostra che ha sogni e pensieri imperialisti. Ma sì, quando è stato annunciato, molte persone mi hanno detto che era una medaglia d'onore. Devo aver fatto qualcosa di giusto se i russi sono così arrabbiati con me.

argomenti quotidiani: come riesci a non avere paura?

Kallas: Vuole che abbiamo paura. Ma questo significherebbe dargli quello che vuole. Ecco perché non dobbiamo avere paura. L’unica cosa che dovrebbe spaventarci è la paura stessa, come disse Roosevelt durante la seconda guerra mondiale…

*

Energie rinnovabili | fossile | Prezzi dell'elettricitàenergia nucleare

L'esperto Kemfert in un'intervista: Nemmeno i gestori delle centrali nucleari vogliono più l'energia

In un'intervista a FR, l'economista Claudia Kemfert parla del ritardato abbandono dei combustibili fossili e dei prezzi eccessivamente alti dell'elettricità. Chiede aiuto per l'industria solare tedesca.

Signora Kemfert, l'economia tedesca è debole, il governo federale prevede una crescita solo dello 0,2%. Oltre alla riduzione delle tasse e alla riduzione della burocrazia, le associazioni imprenditoriali chiedono con urgenza anche una riduzione dei prezzi dell'energia. Cosa dovrebbe succedere qui?

Claudia Kemmert: I prezzi dell’energia sono elevati solo perché dipendiamo da troppo tempo dal gas naturale fossile, il che aumenta anche i prezzi dell’elettricità quando i prezzi del gas per la produzione di elettricità sono elevati. I combustibili fossili stanno facendo salire i prezzi dell’energia e stiamo pagando il prezzo del ritardo nella transizione energetica. Soprattutto, l’industria può trarre vantaggio dalla rapida espansione delle energie rinnovabili, dal risparmio energetico e da un più rapido allontanamento dall’energia fossile. Questa è l'unica cosa con cui dovresti sostenerli. Oltre a ridurre la burocrazia, la digitalizzazione gioca un ruolo centrale.

[...] Nel frattempo, le richieste per un ritorno al nucleare si fanno più forti. Il presidente dell'associazione chimica VCI, Markus Steilemann, ha recentemente chiesto che da tre a sei delle centrali nucleari recentemente disattivate vengano rimesse in funzione per produrre elettricità di carico di base a basso costo. Favorevoli sono anche il FDP, l’Unione e l’AfD. Non vale la pena considerarlo?

NO. Anche i gestori delle centrali nucleari non vogliono più l’energia nucleare. Per una buona ragione: l’era del nucleare è finita. È la tecnologia di ieri. Invece di inseguire tecnologie militari costose e rischiose, dovremmo aprire la strada a tecnologie pacifiste significativamente più economiche e a basso rischio, alle energie rinnovabili...

*

Calotta glaciale della Groenlandia | Fusione glacialeCorrente del Golfosollevamento del territorio

Sollevamento del territorio postglaciale

L’isola più grande della terra si sta innalzando più velocemente dell’innalzamento del livello del mare

Negli ultimi dieci anni la Groenlandia è aumentata fino a 23 centimetri. La colpa non è solo della riduzione della calotta glaciale della Groenlandia, come mostra un nuovo studio

La Groenlandia è di grande interesse per la ricerca sul clima in diversi modi. Se l’intera calotta glaciale dell’isola più grande del mondo, spessa fino a tre chilometri, dovesse dissolversi nell’acqua, il livello del mare si innalzerebbe di oltre sette metri. Questo è un processo che ovviamente continuerà per secoli. Secondo uno studio abbastanza recente, entro il 2100 circa il 3,3% del ghiaccio potrebbe sciogliersi, provocando un innalzamento del livello del mare di circa 27 centimetri.

Un altro possibile effetto atteso dall’ingresso di acqua dolce di fusione nel Mar Glaciale Artico è un po’ più vicino nel tempo: aumenta la probabilità che la Corrente del Golfo - in realtà: la Circolazione Ribaltata Atlantica (Amoc) - possa ribaltarsi e arrestarsi nel prossimi decenni. La conseguenza drammatica sarebbe un forte raffreddamento dell’Europa, mentre diventerebbe ancora più caldo nell’emisfero meridionale.

[...] L'enorme isola è cresciuta a un ritmo impressionante negli ultimi dieci anni - in alcune regioni fino a 23 centimetri, come riferiscono i ricercatori sulla base dei dati della rete groenlandese del sistema globale di navigazione satellitare (GNSS). .

*

CIA | WikiLeaksAssange

Caso Julian Assange: Di bugiardi, truffatori e ladri

Dichiarazione sul procedimento giudiziario di Londra relativo all'estradizione del fondatore di WikiLeaks negli Stati Uniti.

Se non ti interessa che il tuo governo (e forse anche tu là fuori con i dispositivi) sia monitorato con programmi illegali dai servizi segreti statunitensi o se pensi che sia completamente giusto - almeno dato l'evidente tasso di criminalità nei nostri parlamenti, il loro monitoraggio (completo) viene effettivamente installato una volta, quindi non è nemmeno necessario cercare oltre.

Joshua Schulte, ex dipendente del Center for Cyber ​​​​Intelligence (CCI), una divisione della CIA per le operazioni informatiche offensive, è stato recentemente condannato a 40 anni di prigione dal tribunale federale di New York.

Si dice che Schulte abbia rubato due miliardi di pagine di dati "top secret" della CIA, a cui sono stati dati nomi in codice impressionanti come "Brutal Kangaroo", "AngerQuake" o "McNugget", nel 2016 e li abbia trasmessi a WikiLeaks un anno dopo. .

[...] Ciò che minaccia Assange

Il 20 e 21 febbraio ci sarà un'udienza di due giorni sull'appello di Assange presso l'Alta Corte di Londra - la stessa corte dove la stessa pila di parrucche incipriate mostrerà ancora una volta la stessa comprensione giuridica borderline dell'ultima volta (vedi la nostra brochure di Assange su la mia home page).

Se la sua richiesta di approvazione del proprio processo di appello non avrà successo, le opzioni di Assange all'interno del sistema legale britannico saranno esaurite...

*

fermarsi auf Politico della SPD

Dopo le proteste contro la destra in Turingia:

Attentato incendiario contro un uomo dell'SPD

Il deputato della SPD della Turingia Michael Müller ha organizzato una manifestazione contro la destra. Ora è stato compiuto un attentato incendiario. La famiglia è riuscita a salvarsi.

BERLINO taz | Martedì Michael Müller è ancora scioccato. "Questo è un valico di frontiera tale che la vita delle persone è stata messa a rischio." Viaggiava attraverso l'Afghanistan senza paura. Ma ora ha paura di dormire a casa sua, dice al taz il politico locale della SPD della Turingia di Waltershausen (distretto di Gotha). "È così spaventoso."

Lunedì notte, intorno alle 3.20:13.000, sconosciuti hanno dato fuoco alla cassetta della posta di Müller nella sua casa di tronchi di legno. Le fiamme si sono propagate alla facciata nella zona d'ingresso. Le foto mostrano come questo sia carbonizzato nero. Anche l'auto di Müller è stata data alle fiamme e distrutta. Secondo la polizia i danni materiali ammontano a XNUMX euro.

[...] I manifestanti contro l'estremismo di destra avevano recentemente segnalato minacce anche altrove, ad esempio a Grimma in Sassonia o a Dippoldiswalde. In Turingia l'incendio doloso si aggiunge ad una serie di altri attacchi contro politici di partito, come ad esempio gli attacchi agli uffici della SPD a Suhl. Lunedì a Bleicherode sono state imbrattate delle svastiche anche nell'ufficio elettorale della presidentessa del parlamento regionale di sinistra Birgit Pommer...

*

Centrale nucleare di Brokdorf | immagazzinaggio di poteremonumento

L'iniziativa vorrebbe utilizzare Brokdorf AKW come museo

La centrale nucleare di Brokdorf, nello Schleswig-Holstein, attende di essere smantellata. Ma non potrebbe essere preservato anche come monumento all'era atomica e luogo di movimenti sociali?

[...] La centrale nucleare di Brokdorf verrà smantellata, forse in seguito verrà aggiunto un impianto di stoccaggio delle batterie. Non c'è ancora il permesso per lo smantellamento. Il mantenimento e la riconversione della centrale elettrica non sono qualcosa di cui si discute. “Brokdorf Akut”, l'iniziativa di Karsten Hinrichsen e altri, vorrebbe almeno preservare la cupola per un museo. Come monumento o memoriale, a seconda di come si guarda la questione.

Opinioni ambigue tra i residenti

Gli abitanti di Brokdorf che incontrate questa mattina nella Dorfstrasse sono contrastanti su questi piani: "Non sarebbe bello, dovrebbe essere di nuovo un prato verde", dice un abitante. Un altro ha aggiunto: “Puoi anche spendere i soldi per altre cose”. Un altro pensa: "Ci sono altri memoriali dei tempi brutti in Germania, e alla fine forse ti ricordano sempre cosa puoi fare meglio."...

 


19. febbraio


 

FDP | Catena di fornituraolio di palma

Diritti umani nella produzione di olio di palma:

Margarina con sapori sgradevoli

Un nuovo rapporto mostra che la produzione di olio di palma sta mettendo in pericolo le popolazioni dell’America Centrale. Aldi ha già bloccato un fornitore.

BERLINO taz | Un verdetto duro: "Le acque sono in uno stato pietoso, spesso è solo un brodo brunastro in cui non metterei nemmeno le mani", scrive Ingrid Heinlein, ex giudice del Tribunale regionale del lavoro di Düsseldorf, dopo un viaggio in Guatemala a fine settimana estate 2023. Il suo rapporto è nel “Rapporto sull’olio di palma” dell'Iniziativa Cristiana Romero (CIR), apparso lunedì.

[…] Il liquido ottenuto dai frutti della palma da olio è l'olio alimentare più utilizzato al mondo. Di solito è più economico da produrre rispetto agli oli e ai grassi di soia, colza, girasole o oliva. La maggior parte della produzione avviene in Indonesia e Malesia. Tuttavia, molte merci vengono consegnate in Germania dal Guatemala. La coltivazione è considerata ecologicamente e socialmente problematica perché le piantagioni sostituiscono le foreste vergini e l’agricoltura da parte delle popolazioni locali.

[...] Una legge europea sulla catena di fornitura, che obbliga le aziende dell'UE a prendersi cura dei diritti umani e degli standard ambientali nei loro fornitori, sta attualmente fallendo a causa della resistenza del FDP. La presidenza belga del Consiglio ha rinviato a tempo indeterminato il voto sulla direttiva, che in realtà era stata negoziata, dopo che la Germania aveva manifestato la sua astensione a causa dei dissidi all'interno della coalizione e altri paesi avevano poi votato contro...

*

Investitionen in energie fossili

Fondo per le scorie nucleari: cornucopia segreta per le energie fossili

La fondazione per i rifiuti nucleari investe in petrolio e gas in violazione dei suoi statuti

La Fondazione Kenfo, che gestisce miliardi di dollari per lo stoccaggio delle scorie nucleari tedesche, vanta una strategia di investimenti verdi. Le organizzazioni Urgewald e Fossil Free Berlin hanno esaminato criticamente la questione e sono giunte a una conclusione diversa. Di conseguenza, Kenfo ha investito circa 771 milioni di euro in azioni e obbligazioni di 107 società di combustibili fossili.

[...] Urgewald e Fossil Free Berlin hanno confrontato il portafoglio Kenfo pubblicato più recentemente con gli attuali database aziendali sull'industria dei combustibili fossili. Dei 771 milioni di euro investiti in questo settore, la quota di gran lunga maggiore è costituita da circa 723 milioni di investimenti in 98 società petrolifere e del gas. Questi includono Total Energies, Shell e BP. Kenfo ha inoltre investito 50 milioni di euro in 13 compagnie carbonifere. Tutte le aziende menzionate vogliono espandere la propria attività sviluppando nuovi giacimenti di petrolio e gas e costruendo oleodotti, terminali GNL o centrali elettriche a gas. Le due organizzazioni criticano...

*

Russia | Sanktionen | profitti di guerra

Due anni dopo l'attacco all'Ucraina

Cosa porteranno le sanzioni contro la Russia? Un'analisi del loro effetto nella grafica

Le misure punitive economiche avevano lo scopo di costringere Vladimir Putin a porre fine alla sua guerra contro l’Ucraina. Ovviamente non ha funzionato. È per questo che le sanzioni sono fallite? Una classificazione di importanti figure chiave.

Due anni di guerra, due anni di sanzioni. Con quasi 19.000 misure punitive imposte, la Russia è ora il paese più sanzionato al mondo – e questo non include gli embarghi commerciali contro singoli settori. Ma gli attacchi contro l’Ucraina continuano senza sosta.

Le sanzioni avevano in realtà lo scopo di rendere impossibile alla Russia la continuazione della guerra. Due obiettivi dovrebbero servire a questo scopo:

  1. Ridurre il fondo di guerra del Cremlino: oltre al congelamento dei beni e all'adozione di misure contro il settore finanziario, le sanzioni dovrebbero colpire soprattutto le esportazioni di energia, la più importante fonte di reddito per lo Stato russo.
  2. Danni ingenti all’economia russa: così Vladimir Putin dovrebbe convincersi che la sua guerra sta esigendo un prezzo economico troppo alto.

Perché non ha funzionato? E le sanzioni sono quindi del tutto inefficaci?...

*

Sanktionen contro la Russia, ma non a Petrolio e Uran. Oh cielo, quale ipocrisia...

Vendite di petrolio greggio in India

La Russia sta sfidando le sanzioni e registrando entrate senza precedenti

Le elevate spese militari e le sanzioni occidentali stanno mettendo a dura prova le casse del Cremlino. Allo stesso tempo, Mosca registra entrate significative. Anche grazie alle massicce esportazioni di greggio verso l’India, che hanno raggiunto livelli record.

La Russia conduce da più di due anni una guerra di aggressione contro l’Ucraina. Mentre le orrende spese militari stanno mettendo a dura prova le casse dello Stato, il Cremlino ha registrato entrate senza precedenti nell’ultimo anno. Si dice che le vendite di petrolio greggio all’India abbiano fruttato al Cremlino la cifra record di 2023 miliardi di dollari nel 37. È quanto emerge da una nuova analisi del Centro ricerche sull'energia e l'aria pulita (CREA), a disposizione del canale di notizie “CNN”.

Lo studio conclude inoltre che parte del petrolio greggio indiano è stato raffinato e poi esportato negli Stati Uniti come prodotti petroliferi per un valore superiore a 13 miliardo di dollari. Di conseguenza, l’India ha aumentato i suoi acquisti di petrolio greggio russo di oltre XNUMX volte i suoi volumi prebellici – un flusso di pagamenti che, in definitiva, avvantaggia Mosca.

[...] In passato la Germania ha anche importato petrolio russo attraverso l'India. Lo suggeriscono i dati dell'Ufficio federale di statistica. Le importazioni di prodotti petroliferi dall'India sono aumentate di oltre dodici volte nei primi sette mesi dello scorso anno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Il loro valore è passato da appena 37 milioni di euro nei primi sette mesi del 2022 a 451 milioni di euro da gennaio a luglio 2023.

*

Energiewende | energia rinnovabile | idrogeno

Energy Technology

L’elettrificazione è più importante dell’idrogeno?

Quali tecnologie abilitano la transizione energetica in Europa

Mix energetico: i ricercatori hanno studiato come utilizzare in modo più sensato ed efficiente la scarsa elettricità proveniente dalle energie rinnovabili. Di conseguenza, l’uso diretto dell’elettricità “verde” è più efficiente e adatto a più aree rispetto all’utilizzo dell’elettricità per la produzione di idrogeno e gli eFuel. Entrambe le strategie sono indispensabili per la transizione energetica in Europa, secondo il team. I politici devono usarli nel miglior modo possibile affinché si completino a vicenda.

L’Unione Europea (UE) si è posta l’obiettivo vincolante di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. A tal fine, il sistema energetico europeo si sta già convertendo alle fonti energetiche rinnovabili. L’abbandono completo dei combustibili fossili è fondamentalmente fattibile. “Studi precedenti hanno dimostrato che il nostro sistema energetico può essere convertito a fonti di energia rinnovabile come l’energia eolica e solare a basso costo e con un impatto ambientale minimo”, afferma Felix Schreyer dell’Istituto di Potsdam per la ricerca sull’impatto climatico (PIK).

Come si può utilizzare in modo efficiente l’energia rinnovabile?

“La prossima domanda, tuttavia, è come questa elettricità rinnovabile possa essere utilizzata per sostituire i combustibili fossili nei settori dell’edilizia, dell’industria e dei trasporti”, ha affermato Schreyer. Il problema quindi non è solo generare abbastanza energia rinnovabile, ma anche immagazzinarla e utilizzarla nel modo più efficiente possibile affinché la transizione energetica avvenga rapidamente e in modo tempestivo.

Una delle strategie più importanti è l’elettrificazione diretta, ovvero l’utilizzo dell’elettricità proveniente da energie rinnovabili per guidare auto elettriche e simili. Un altro approccio è l’uso indiretto dell’elettricità per produrre idrogeno “verde” o combustibili sintetici (eFuels), che vengono poi utilizzati, ad esempio, per guidare i veicoli...

 


18. febbraio


 

Sanktionen gegen Mosca capitale

Reazione alla morte di Navalny

Il primo ministro estone propone “soluzioni non convenzionali”.

Dopo la morte del critico del Cremlino Alexei Navalny, il primo ministro estone Kaja Kallas chiede sanzioni più severe contro Mosca. Un approccio potrebbe essere il congelamento dei beni russi.

In un'intervista, il primo ministro estone Kaja Kallas ha chiesto strumenti più forti nella lotta contro la Russia.

[...] Kallas ha posto l'accento sulle attività russe all'estero. "C'è una cosa di cui la Russia ha paura, ed è l'utilizzo dei beni che abbiamo attualmente congelato." Secondo Kallas, questo denaro dovrebbe essere utilizzato per risarcire l'Ucraina per la distruzione della guerra. Il vostro Paese ha già elaborato una legge in merito a livello nazionale.

Ricercato in Russia

»È chiaro che la Russia sta causando danni all'Ucraina attraverso i danni di guerra che sta causando. “Quindi l’Ucraina ha una legittima pretesa nei confronti della Russia”, ha spiegato Kallas. »Ora abbiamo congelato i beni russi. Quindi la Russia ha una legittima pretesa nei nostri confronti. Se soddisfiamo queste due richieste, potremo dare i soldi all’Ucraina. “Quindi il punto è che i nostri contribuenti non dovrebbero pagare per i danni che la Russia sta causando, ma anche la Russia dovrebbe pagare ed essere ritenuta responsabile delle sue azioni”.

La settimana scorsa, la Russia ha inserito Kallas nella lista dei ricercati per presunti atti ostili e “profanazione della memoria storica”.

*

briscola | Russia | trattore

Ancora una volta l'abisso è più spaventoso

Una colorata selezione di paure fondate: crisi umanitaria a Rafah, un dibattito spettrale sulle armi nucleari e sugli algoritmi che non si dimenticano mai.

taz: Signor Küppersbusch, cosa è successo la scorsa settimana?

Friedrich Kuppersbusch: La colorata selezione tra paure molto fondate.

E cosa c'è di meglio in questo?

Qualche piano.

Secondo le sue stesse dichiarazioni, Donald Trump non proteggerebbe gli Stati membri della NATO dalla Russia se non adempissero ai propri obblighi di pagamento. Gli americani lo rieleggeranno davvero presidente?

Altri magnaccia ragionano allo stesso modo: prendi un po' di soldi, altrimenti non posso proteggerti. Il fatto che stiamo avviando un dibattito spettrale sulle armi nucleari evidenzia le carenze nelle relazioni franco-tedesche. Ne hanno, e dopo De Gaulle hanno più volte proposto la propria difesa europea. In parte al di fuori della NATO. E il fatto che preferiremmo costruire la nostra bomba piuttosto che avere una politica estera indipendente dagli Stati Uniti è l’omissione peggiore. Non importa chi vince le elezioni americane.

[...] Il sindacato di polizia vuole vietare le manifestazioni con i trattori. Giusto?

Non devi vietarlo, puoi mangiarlo. L'esenzione fiscale si applica all'uso agricolo dei trattori: sul campo e avanti e indietro. Proprio perché poi non utilizzano le infrastrutture che lo circondano. Qualsiasi “uso improprio” – spingere gli ambientalisti, bloccare le autostrade, cose del genere – deve essere “immediatamente denunciato” all’ufficio doganale principale. Successivamente le imposte devono essere pagate “almeno per un mese” ai sensi del § 5 comma 2 frase 4 KfStG. Interessante negligenza da parte della polizia: scrivere comunicati stampa invece di multe...

*

Nonne contro destra per Demokratie e Tolleranza

“Nonne contro la destra”: crescita significativa anche grazie alle manifestazioni

L'iniziativa “Nonne contro la destra” gode di una notevole popolarità, anche in Bassa Sassonia. Sono stati fondati molti nuovi gruppi regionali, in particolare con le manifestazioni contro l’estremismo di destra delle ultime settimane.

Continuano le proteste contro l'AfD e l'estremismo di destra. E sono un vero e proprio stimolo motivazionale per le “nonne contro destra”. Attualmente sempre più gruppi regionali si stanno rafforzando e stabilendo nella Bassa Sassonia, da Leer sulla costa fino a Holzminden nel sud. Ad Hannover, all'incontro del gruppo locale “Nonne contro la destra” sono accorse quattro volte più persone del solito.

[...] L'idea di "Nonne contro la destra" viene dall'Austria. Le nonne che protestano sono ormai diventate un fenomeno internazionale. Ci sono gruppi in Svizzera, Italia e Polonia e i “RagingGrannies” negli Stati Uniti.

Per la democrazia - con buon umore e umorismo

Per le “Nonne Contro la Destra” una cosa è importante: quando si impegnano, difendono qualcosa e non sono semplicemente contrarie. Combattono per la democrazia e la tolleranza con buon umore e arguzia. C’è sicuramente una ragione per cui l’alleanza sta attualmente ricevendo così tanta simpatia e sostegno. La maggior parte delle “nonne contro la destra” hanno un motivo importante per scendere in piazza: i loro nipoti. Possono partecipare anche i nonni e tutte le fasce d'età che sostengono l'ordine fondamentale democratico e libero.

*

Navalny morì in uno Campo penale in Charp

Processi pianificati in anticipo?

L'Organizzazione mette in dubbio la versione ufficiale della morte di Navalny

Quando si è diffusa in tutto il mondo la notizia che il critico del Cremlino Alexei Navalny era morto in un campo di prigionia russo, a molti è stato subito chiaro: si trattava di omicidio. Un gruppo russo per i diritti umani sta ora mettendo insieme alcuni punti che suggeriscono un’azione pianificata.

Un gruppo russo per i diritti umani ha raccolto numerose prove che corroborano il sospetto che il critico del Cremlino Alexei Navalny sia stato assassinato in un campo di prigionia nel nord della Russia. Secondo una dichiarazione di Gulagu.net, un gruppo che si occupa dei diritti dei prigionieri in Russia, ci sono alcune stranezze poco prima e immediatamente dopo la morte di Navalny...

*

UNRWA | Gaza | Rifugiati

Panoramica del Medio Oriente:

Il commissario Onu chiede fondi per l'UNRWA, proteste contro il governo israeliano

Filippo Grandi pretende pagamenti alla controversa organizzazione umanitaria palestinese. Israele vuole presentare un piano per il dopoguerra. Migliaia di israeliani manifestano. La notte

L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati Filippo Grandi ha chiesto che la criticata Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA) riceva nuovamente denaro. “Prima si deciderà se continuare o riprendere i finanziamenti, meglio sarà per la vita di milioni di persone”, ha affermato l’italiano a margine della Conferenza sulla sicurezza di Monaco. La situazione è devastante per la popolazione di Gaza.

Israele vuole presentare un piano per la fine della guerra

Il consigliere per la sicurezza nazionale Zachi Hanegbi ha annunciato il piano di Israele per il cosiddetto giorno dopo...

 


Notizie +  conoscenze di base inizio pagina

 

Notizie +

Alexei Navalny e Mettere in il pagliaccio dell'orrore

Necrologio per Alexei Navalny

Nessun futuro: sulla morte dell'attivista dell'opposizione russa Alexei Navalny

È morto l’attivista dell’opposizione russa Alexei Navalny.Il regime russo dimostra di non conoscere più alcun limite in termini di oppressione interna.

Non si può dire con certezza se il 16 febbraio ci fosse l'ordine di uccidere Alexei Navalny. Ma è chiaro che il governo russo è responsabile delle circostanze della sua morte.

Quando Navalny è tornato in Russia nel 2021 dopo l’attacco avvelenato a cui è sopravvissuto, il regime non ha lasciato dubbi sul fatto che non lo avrebbe mai più rilasciato dalla prigione.

Navalny è stato punito con l’isolamento e ha lamentato un’assistenza sanitaria inadeguata e la privazione del sonno. Trascorse le ultime settimane della sua vita in una prigione di massima sicurezza nel circolo polare artico. Era ovvio che lo Stato voleva distruggere Navalny. Lo ha fatto apertamente per lanciare un messaggio a tutti i suoi simpatizzanti: la resistenza è inutile.

Se c’era ancora una possibilità di impedire la marcia della Russia verso la dittatura dopo il 2014, probabilmente era il movimento di Navalny.

La morte di Navalny arriva esattamente un mese prima delle imminenti elezioni presidenziali. Nel mezzo della guerra, questi hanno lo scopo di dimostrare che la maggioranza della popolazione continua a sostenere Vladimir Putin. I risultati elettorali saranno fraudolenti e ai veri candidati dell’opposizione non sarà permesso di candidarsi. E ora Navalny è morto in prigione. Il governo non ammette più alcuna opposizione.

La lotta di Navalny contro la corruzione

Molti esponenti di sinistra in Germania consideravano Navalny in modo critico e, che se ne rendessero conto o no, spesso prendevano parte alla campagna di diffamazione del regime: Navalny era il fascista, il razzista e anche il neoliberista e sottomesso all’Occidente.

Infatti, dalla fine degli anni Duemila in poi, Navalny fu attivo come agitatore razzista e si alleò con i neonazisti. E il populismo liberale con cui fece campagna contro i “truffatori e ladri” nel governo e la loro corruzione era strettamente economicamente liberale. Questo fu anche il motivo per cui all’epoca l’opposizione liberale russa non riuscì a costruire un grande movimento democratico.

Ma ci sono molti indizi che Navalny sarebbe riuscito a costruire un movimento democratico negli anni successivi. Navalny si è lasciato alle spalle il razzismo, sia nel suo lavoro politico che apparentemente a livello personale – molti dei suoi sostenitori ora sottolineano che Navalny ha condotto una campagna contro la discriminazione contro i compagni prigionieri musulmani mentre era in prigione – e si è sempre più concentrato sullo sfruttamento della ricchezza della leadership cleptocratica per scandalizzare Putin.

L'eterna preoccupazione politica di Navalny era la lotta alla corruzione. In un Paese come la Russia, dove la corruzione costituisce la base del governo autoritario su una società caratterizzata da un’estrema concentrazione di ricchezza e disuguaglianza sociale, egli ha sollevato non solo la questione del potere, ma per certi versi anche quella della socialità. I suoi video di denuncia sulla grottesca ricchezza dei governanti politici hanno raggiunto un pubblico di milioni di persone.

Si potrebbe pensare che l’importanza di Navalny in Occidente gli avrebbe offerto una certa protezione. Ma il tempo in cui tali calcoli avevano ancora un ruolo per i governanti russi è apparentemente finito.

Navalny è riuscito a raggiungere parti della popolazione russa al di fuori degli ambienti liberali metropolitani e della classe media, costruendo una rete nazionale. Ciò ha rappresentato un pericolo per il potere di Putin, che si basa sulla depoliticizzazione e sulla passività. Durante le elezioni, Navalny ha chiesto che fosse scelto il candidato dell'opposizione più promettente in ogni distretto, il che di solito rappresentava una raccomandazione per i candidati del Partito Comunista: l'importante era che i voti non andassero al partito Russia Unita di Putin.

La guerra contro l’Ucraina e l’Occidente non è nell’interesse dei cittadini russi

E sebbene, ad esempio, abbia manovrato per anni attorno alla questione della Crimea, tanto che molti ucraini in particolare non si sono mai fidati completamente di Navalny e lo hanno visto come un incorreggibile nazionalista russo, il suo messaggio dal 2014 è chiaro: non è nell’interesse della Russia. cittadini ad andare contro l’Ucraina e l’Occidente per fare la guerra.

Come è noto, il racket dominante aveva altri piani. Ma se c’era ancora una possibilità di fermare la marcia della Russia verso la dittatura dopo il 2014, probabilmente era il movimento di Navalny. Per questo motivo lo hanno sostenuto anche gli esponenti della sinistra russa che non condividevano molti dei suoi obiettivi politici.

Le proporzioni assurde che la repressione ha raggiunto oggi in Russia possono essere illustrate da singoli casi. Come questo, documentato dall'organizzazione per i diritti civili OVD-Info: il 1° dicembre, circa 20 persone si sono riunite in una sala conferenze a Mosca per discutere della rivoluzione su invito di un piccolo gruppo marxista.

Leggi tutto ...

 


Notizie +  conoscenze di base inizio pagina

 

conoscenze di base

La mappa del mondo nucleare

Non ho idea di quanto pagherà l’umanità per questa follia…

*

La “Ricerca Interna”

Alexei Navalny | Mettere in | pagliaccio dell'orrore

16 febbraio 2024 – Alexei Navalny è stato abbastanza coraggioso da prendersi gioco dell’assurda tirannia di Putin

29 marzo 2023 – Sanzioni incomplete: ecco come Putin continua a guadagnare miliardi

13 maggio 2022 - Una marea di lettere aperte e giornata per la libertà di stampa

9 marzo 2022 - La guerra di Putin: quali sono le possibilità di proteste di massa in Russia

19 novembre 2021 - Glasgow Dreamboys 3 - Notizie dai clown dell'orrore - Glasgow era ieri

*

Il motore di ricerca Ecosia sta piantando alberi!

https://www.ecosia.org/search?q=Nawalny

*

TEMPO ONLINE

17 gennaio 2024 - Navalny giustifica il ritorno in Russia

Il 17 gennaio 2021 Navalny è tornato a Mosca ed è stato immediatamente arrestato. Ora spiega le sue motivazioni ed è ottimista riguardo al cambio di regime.

Nel terzo anniversario del suo arresto, Alexei Navalny, esponente dell'opposizione russa detenuto, si è rivolto al pubblico con una dichiarazione in cui spiegava le ragioni del suo ritorno in Russia il 17 gennaio 2021. Il testo è stato pubblicato questo mercoledì sui suoi account Telegram e Instagram, nonché su YouTube, dove sarà letto dai dipendenti della sua fondazione anticorruzione FBK.

Gli viene chiesto ripetutamente dai compagni di prigionia e, "con attenzione" dalle guardie, perché sia ​​tornato in Russia nel 2021 dopo essere stato avvelenato con l'arma chimica Novichok, di cui si dice si celino i servizi segreti russi. La domanda lo rattrista, ha scritto Navalny, poiché testimonia "la politica russa degli ultimi decenni, che ha instillato nella società il cinismo e il pensiero cospirativo a tal punto che le persone fondamentalmente non credono nelle motivazioni semplici". Molti penserebbero che abbia stretto un accordo con "il Cremlino" che il Cremlino non ha mantenuto.

"Non ci sono segreti e cospirazioni", ha scritto Navalny. "Ho una patria e delle convinzioni. E non voglio rinunciare né al paese né alle convinzioni". Ciò non significa che solo lui e gli altri membri dell'opposizione che sono attualmente in prigione si siano espressi a favore di ciò: molti avrebbero dovuto pagare un "prezzo elevato" per le loro critiche al governo anche in libertà, ha scritto Navalny. "(Ma) ho preso parte alle elezioni e ho fatto domanda per posizioni di leadership. Le richieste nei miei confronti sono diverse."...

*

wikipedia

Alexei Anatolyevich Navalny

Alexei Anatolyevich Navalny (russo Алексей Анатольевич Навальный, traslitterazione scientifica Aleksej Anatolʹevič Navalʹnyj; nato il 4 giugno 1976 a Butyn, Oblast di Mosca, SFSR russa, Unione Sovietica; † 16 febbraio 2024 a Charp, Okrug autonomo di Yamal-Nenets, Russia) era russo avvocato, documentarista, attivista anti-corruzione, dissidente, politico dell'opposizione e blogger. Nel 2020 gli è stato compiuto un attacco avvelenato pericoloso per la vita. Perseguitato politicamente e incarcerato dal 2021, è stato condannato a lunghe pene detentive. L'amministrazione penitenziaria russa ha denunciato la sua morte il 16 febbraio 2024...
 

Smascherare la corruzione tra le élite

Navalny ha lavorato principalmente come avvocato in procedimenti legali, per lo più di sua scelta, per appropriazione indebita di fondi statali da parte di funzionari e dipendenti ai sensi della sezione 160 del codice penale della Federazione Russa. Dopo 45 dei 75 procedimenti aperti in risposta alla sua denuncia (a dicembre 2011), quasi 40 miliardi di rubli (quasi un miliardo di euro all'epoca) furono trasferiti alle casse dello Stato. Era un azionista di minoranza in diverse società affiliate allo stato o in gran parte di proprietà statale. Ciò gli ha dato il diritto di esigere la divulgazione delle attività della direzione dell'azienda, sebbene ciò sia stato spesso impedito dalla direzione dell'azienda in violazione della legge. Navalny ha spesso criticato anche la polizia, ad esempio nel caso di Sergei Magnitsky.

Nel novembre 2010, Navalny ha pubblicato documenti riservati di Transneft. Secondo Navalny si tratta di documenti originali che dimostrano che la direzione di Transneft ha sottratto circa quattro miliardi di dollari...

*

YouTube

Parole chiave: Corruzione di Navalny Putin

 

Si aprirà in una nuova finestra! - Playlist del canale YouTube "Reaktorpleite" - radioattività in tutto il mondo... - https://www.youtube.com/playlist?list=PLJI6AtdHGth3FZbWsyyMMoIw-mT1Psuc5Playlist - radioattività in tutto il mondo...

Questa playlist contiene oltre 150 video sul tema degli atomi*

 


Torna a:

Newsletter VII 2024 - dal 11 al 17 febbraio

Articolo di giornale 2024

 


Per lavorare su 'Newsletter THTR','reattore.de'E'Mappa del mondo nucleare' abbiamo bisogno di informazioni aggiornate, di colleghi energici e freschi e di donazioni. Se qualcuno può aiutarmi mandi un messaggio a: info@Reaktorpleite.de

Chiama per le donazioni

- Il THTR-Rundbrief è pubblicato dal 'BI Environmental Protection Hamm' ed è finanziato da donazioni.

- Il THTR-Rundbrief è diventato nel frattempo un mezzo di informazione molto notato. Tuttavia, ci sono costi in corso dovuti all'ampliamento del sito web e alla stampa di fogli informativi aggiuntivi.

- Il THTR-Rundbrief ricerca e riporta in dettaglio. Per poterlo fare, dipendiamo dalle donazioni. Siamo felici di ogni donazione!

Conto donazioni: BI Protezione Ambientale Hamm

Scopo: circolare THTR

IBAN: DE31 4105 0095 0000 0394 79

BIC: WELADED1HAM

 


Notizie + conoscenze di base inizio pagina

***