***


Articolo di giornale 2020
conoscenze di base Corrente +.

***

03. Aprile 2020 - Le scorie nucleari dovrebbero ripartire

Aggiornamento - 05.04/XNUMX

 

Alleanza d'azione Münsterland contro gli impianti nucleari

Gruppo di lavoro per l'ambiente (AKU) Gronau

Gruppo di lavoro Ambiente (AKU) Schüttorf

DIVANO (eliminazione immediata del nucleare) Münster

Iniziativa dei cittadini per la protezione dell'ambiente, Hamm

Iniziativa dei cittadini "Niente scorie nucleari ad Ahaus"

Alliance AgiEL - oppositori del nucleare in Emsland

Associazione federale delle iniziative dei cittadini per la protezione dell'ambiente (BBU)

IPPNW - Medici Internazionali per la Prevenzione della Guerra Nucleare / Medici in Responsabilità Sociale

 

05.04.2020 aprile XNUMX - Dopo una causa davanti al tribunale amministrativo di Münster:

- La città di Münster approva la protesta contro il trasporto dell'uranio

"Il comportamento di Urenco ai tempi di Corona è irresponsabile"

- Lunedì mattina è previsto il trasporto di rifiuti di uranio da Gronau alla Russia

Domani, lunedì, si terranno riunioni di protesta contro l'imminente trasporto di rifiuti di uranio dall'impianto di arricchimento dell'uranio della Westfalia a Gronau alla centrale nucleare russa di Novouralsk. Dopo che gli oppositori dell'energia nucleare a Münster avevano intentato una causa contro un divieto generale di assembramenti davanti al tribunale amministrativo di Münster, sono iniziate discussioni tra le persone coinvolte nel procedimento. Di conseguenza, la città di Münster ha ora confermato la registrazione per una veglia di domani, lunedì, dalle 11 a livello della stazione merci su Alfred-Krupp-Weg / angolo Roddestrasse. I partecipanti all'assemblea devono indossare la mascherina e mantenere una distanza di 1,50 m l'uno dall'altro. Una sentenza non era più necessaria dopo che la città di Münster si era arresa. Nel frattempo, per domani mattina è disponibile la registrazione della riunione per l'area del ponte sulla Max-Planck-Strasse di fronte all'ingresso principale dell'impianto di arricchimento dell'uranio di Gronau.

"Il procedimento davanti al tribunale amministrativo di Münster ha chiarito che non esistono divieti generali di riunione anche in tempi di Corona. Tuttavia, anche i requisiti attuali mostrano quanto poca libertà di movimento democratica esista attualmente. Ti ricordiamo inoltre che l'assemblea è necessaria solo perché l'arricchitore di uranio Urenco di Gronau, nonostante i notevoli pericoli del trasporto di esafluoruro di uranio, insiste rigidamente su un trasporto così operativamente del tutto insignificante.Urenco ancora una volta urgentemente per astenersi da questa pericolosa esportazione di rifiuti di uranio in Russia anche all'ultimo minuto - i servizi di emergenza e gli ospedali lungo il percorso di trasporto lo accoglierebbero sicuramente molto bene ", ha spiegato Matthias Eickhoff dell'iniziativa SOFA (immediate nuclear phase out) di Münster.

Aumentano intanto le critiche al previsto trasporto di rifiuti di uranio da Gronau a Novouralsk: giovedì la città di Münster ha scritto a Urenco di sospendere i trasporti di uranio durante la pandemia di corona. I deputati dei Verdi Sylvia Kotting-Uhl e Oliver Krischer hanno ora invitato il ministro degli Interni federale Horst Seehofer a vietare non solo i trasporti di Castor, ma anche gli attuali trasporti di uranio ai tempi di Corona. E anche la presidentessa statale dei Verdi della NRW, Mona Neubaur, ha definito i trasporti "irresponsabili". Il membro di sinistra del Bundestag Hubertus Zdebel ha chiesto un "divieto completo di esportazione di uranio".

Sfondi:

Tra il 1995 e il 2009, Urenco ha esportato tutti i "residui" dell'arricchimento dell'uranio come scorie nucleari per lo stoccaggio finale in Russia, al fine di evitare lo smaltimento molto più costoso dei rifiuti di uranio in Germania. A causa delle proteste internazionali, c'è stata poi una pausa di dieci anni fino alla ripresa delle esportazioni nella primavera del 2019. Da allora, un totale di 11 treni di rifiuti di uranio hanno lasciato Gronau con un totale di 6600 t di esafluoruro di uranio.

I treni dei rifiuti di uranio viaggiavano sempre da Gronau via Steinfurt attraverso Münster e poi via Drensteinfurt, Hamm, il distretto di Unna, la zona della Ruhr, Duisburg, Viersen, Mönchengladbach, Venlo e molte città olandesi fino al porto di Amsterdam. Lì è stato caricato a San Pietroburgo. La destinazione è la città chiusa di Novouralsk, che gli estranei possono visitare solo con un permesso speciale.

Durante gli ultimi trasporti di rifiuti di uranio, gli oppositori del nucleare hanno bloccato per diverse ore due treni di rifiuti di uranio tra Gronau e Münster con azioni di discesa in corda doppia alla fine del 2019. Le proteste sono anche dirette contro il frequente trasporto di uranio su camion, che è collegato al funzionamento della fabbrica di uranio di Gronau. Anche in Russia ci sono state proteste contro le esportazioni di rifiuti di uranio a San Pietroburgo, Mosca e persino nella città nucleare isolata di Novouralsk. Inoltre, 70 persone in Russia hanno firmato una petizione di protesta contro le esportazioni di rifiuti di uranio dalla Germania.

A metà marzo, il Ministero federale degli interni ha annullato un trasporto di scorie nucleari previsto per l'inizio di aprile dal Sellafield britannico alla centrale nucleare dismessa di Biblis in Assia a causa della situazione del rischio corona.

Un appello di Pasqua marzo è attualmente rivolto contro il proseguimento dell'attività dell'impianto di arricchimento dell'uranio di Gronau, per il quale una ventina di iniziative e associazioni stanno raccogliendo firme attraverso una petizione online. La petizione è disponibile su www.openpetition.de/!cfbxn

 

Contatto:

Udo Buchholz, AKU Gronau / BBU, Tel. 02562-23125, 0178-9050717

Matthias Eickhoff, Action Alliance Münsterland contro le centrali nucleari, Tel. 0176-64699023

 

Per maggiori informazioni:

www.bbu-online.de, www.divano-ms.de, www.urantransport.de, www.ippnw.de

 

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina
conoscenze di base Corrente +.

***

03 aprile 2020 - Le scorie nucleari dovrebbero ripartire

 

Alleanza d'azione Münsterland contro gli impianti nucleari

Gruppo di lavoro per l'ambiente (AKU) Gronau

Gruppo di lavoro Ambiente (AKU) Schüttorf

DIVANO (eliminazione immediata del nucleare) Münster

Iniziativa dei cittadini per la protezione dell'ambiente, Hamm

Iniziativa dei cittadini "Niente scorie nucleari ad Ahaus"

Alliance AgiEL - oppositori del nucleare in Emsland

Associazione federale delle iniziative dei cittadini per la protezione dell'ambiente (BBU)

IPPNW - Medici Internazionali per la Prevenzione della Guerra Nucleare / Medici in Responsabilità Sociale

 

Lunedì 6 aprile: Nuovo trasporto di rifiuti di uranio da Gronau

- La città di Munster richiede la cancellazione del trasporto da Urenco

- Nave da trasporto Mikhail Dudin sulla strada per Amsterdam

- Già annunciate le prime proteste sulle linee ferroviarie

Secondo le informazioni fornite dalle iniziative regionali antinucleari, dall'Associazione federale dei cittadini per la protezione dell'ambiente (BBU) e dall'organizzazione dei medici IPPNW, l'arricchitore di uranio Gronau Urenco sta preparando intensamente un secondo tentativo per un nuovo trasporto di rifiuti di uranio da l'impianto di arricchimento dell'uranio nella città della Westfalia di Gronau a quello russo per lunedì prossimo, 6 aprile, i piani dell'impianto nucleare di Novouralsk. La nave da trasporto russa Mikhail Dudin è ora in viaggio verso il porto di trasporto di Amsterdam, dove dovrebbe arrivare lunedì.

Intanto crescono le proteste contro il trasporto dell'uranio. Ad esempio, Wolfgang Heuer, capo del dipartimento per la sicurezza della città di Münster, ha chiesto per iscritto al gruppo Urenco ieri, giovedì, di annullare il trasporto di scorie nucleari. Heuer lo ha annunciato per iscritto su richiesta dell'iniziativa SOFA (eliminazione immediata del nucleare) a Münster. Si tratta di una novità e di un messaggio chiaro per Urenco, accolto espressamente dalle iniziative e dalle associazioni.

I treni dei rifiuti di uranio vanno da Gronau via Steinfurt attraverso Münster e poi via Drensteinfurt, Hamm, il distretto di Unna, la zona della Ruhr, Duisburg, Viersen, Mönchengladbach, Venlo e molte città olandesi fino al porto di Amsterdam.

Le iniziative e le associazioni antinucleari esortano nuovamente Urenco, il governo statale della NRW e il Ministero federale degli interni ad astenersi da questo onere aggiuntivo e completamente evitabile per i servizi pubblici e di emergenza nei difficili tempi di Corona. Le esportazioni di scorie nucleari non servono per l'approvvigionamento energetico e sono un'attività di lusso irresponsabile, soprattutto di questi tempi.

"La popolazione e molte aziende devono attualmente accettare massicce restrizioni a causa della crisi di Corona. Urenco, d'altra parte, sembra vivere in un mondo parallelo. Tuttavia, non può essere che il gruppo con i suoi azionisti tedeschi RWE ed EON sia ora viaggiando diverse centinaia di tonnellate di scorie nucleari invia, lega le forze di polizia e grava sui vigili del fuoco e sugli ospedali locali con ulteriori misure precauzionali. Le persone in Russia possono protestare solo in misura molto limitata, al momento ci sono rigide restrizioni all'uscita. Urenco ora deve mostrare urgentemente la responsabilità pubblica e rendere vincolante l'annullamento del trasporto ", ha affermato Udo Buchholz del gruppo di lavoro locale Ambiente Gronau.

Lunedì azioni di protesta e petizione online

Durante gli ultimi trasporti di rifiuti di uranio, gli oppositori del nucleare hanno bloccato per diverse ore due treni di rifiuti di uranio tra Gronau e Münster con azioni di discesa in corda doppia alla fine del 2019. Le proteste sono anche dirette contro il frequente trasporto di uranio su camion, che è collegato al funzionamento della fabbrica di uranio di Gronau. Anche in Russia ci sono state proteste contro le esportazioni di rifiuti di uranio a San Pietroburgo, Mosca e persino nella città nucleare isolata di Novouralsk.

Dato che Urenco sta ora, contro ogni buon senso, preparando per lunedì il nuovo trasporto dei rifiuti di uranio, gli oppositori del nucleare nel Münsterland hanno già annunciato le prime proteste lungo le linee ferroviarie. Nello specifico, esiste una registrazione per l'area dello scalo merci di Münster (Alfred-Krupp-Weg). È prevista una "catena umana" con una distanza di 2 m tra le singole persone. Se necessario, viene preparato anche un corridoio davanti ai tribunali amministrativi per far rispettare queste proteste compatibili con la corona.

A metà marzo, il Ministero federale degli interni ha annullato un trasporto di scorie nucleari previsto per l'inizio di aprile dal Sellafield britannico alla centrale nucleare dismessa di Biblis in Assia a causa della situazione del rischio corona.

Un appello di Pasqua marzo è attualmente rivolto contro il proseguimento dell'attività dell'impianto di arricchimento dell'uranio di Gronau, per il quale una ventina di iniziative e associazioni stanno raccogliendo firme attraverso una petizione online. La petizione è disponibile su www.openpetition.de/!cfbxn

 

Contatto:

Udo Buchholz, AKU Gronau / BBU, Tel. 02562-23125, 0178-9050717

Matthias Eickhoff, Action Alliance Münsterland contro le centrali nucleari, Tel. 0176-64699023

 

Per maggiori informazioni:

www.bbu-online.de, www.divano-ms.de, www.urantransport.de, www.ippnw.de

 

***

Mappa del mondo nucleare:

Si va insieme, mascherati e con una distanza minima di 1,5 metri...

**

Continua a: Articolo di giornale 2020

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina
conoscenze di base Corrente +.

***

conoscenze di base

*

Cerca su reaktorpleite.de con il termine di ricerca:

Trasporto

*

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina
conoscenze di base Corrente +.

***

Corrente +. Vale la pena leggere di più...

**

05.04.2020/XNUMX/XNUMX - Greenpeace commenta la prevista esportazione di scorie nucleari durante la pandemia di coronavirus

*

04.04.2020/XNUMX/XNUMX - Centrali nucleari e Corona: no stop a reattori e scorie

*

03 aprile 2020 - Perché Würgassen?

**

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina
conoscenze di base Corrente +.

***

Chiama per le donazioni

- Il THTR-Rundbrief è pubblicato dal 'BI Environmental Protection Hamm' ed è finanziato da donazioni.

- Il THTR-Rundbrief è diventato nel frattempo un mezzo di informazione molto notato. Tuttavia, ci sono costi in corso dovuti all'ampliamento del sito web e alla stampa di fogli informativi aggiuntivi.

- Il THTR-Rundbrief ricerca e riporta in dettaglio. Per poterlo fare, dipendiamo dalle donazioni. Siamo felici di ogni donazione!

Donazioni conto:

BI protezione ambientale Hamm
Scopo: circolare THTR
IBAN: DE31 4105 0095 0000 0394 79
BIC: WELADED1HAM

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina


***

 

GTranslate

deafarbebgzh-CNhrdanlenettlfifreliwhihuidgaitjakolvltmsnofaplptruskslessvthtrukvi
luegenbaron-trump.jpg