Newsletter XXI 2022

La newsletter THTR

20 a ... maggio

 

***


      2022 2021
2020 2019 2018 2017 2016
2015 2014 2013 2012 2011

Notizie + conoscenze di base

***

Estratto dal file PDF
Infortuni nucleari + NAMS + INES

*

01. Maggio 1968 - (INES 4) - Sellafield, GBR

01. Maggio 1962 - (test nucleare) - berillo - Sito di test nucleari a Ekker, DZA

02. Maggio 1967 - (INES 4) - Akw Chapelcross, GBR

04. Maggio 1986 - (INES 0) - Akw THTR 300, GER

07. Maggio 2007 - (INES prima 1 poi 2 ...) - Akw Philipsburg, DEU

07. Maggio 1966 - (INES 3-4) - Melekess - Istituto di ricerca, RUS

Dal 11 al 13 Maggio 1998 - 5 test della bomba atomica - Pokhran, IND

11. Maggio 1969 - (INES 5 | NAM 2,3) - Appartamenti rocciosi, Stati Uniti

12. Maggio 1988 - (INES prima 1 poi 2 ...) - Akw Civaux, FRA

13. Maggio 1978 - (Nessuna classe INES.) - AVR Jülich, GER

18. Maggio 1974 - 1. Prova della bomba atomica - Pokhran, IND

21. Maggio 1986 - (INES 1-3) - L'Aia, FRA

21. Maggio 1945 , 21. Maggio 1946 - (INES 4) - Los Alamos, Stati Uniti

22 maggio 1968 - USS Scorpione - affondò 640 km a sud ovest delle Azzorre

24. Maggio 1958 - (Nessuna classe INES.) - NRU Chalk River, CAN

25. Maggio 2009 - 2. Prova della bomba atomica - Punggye-ri, PRK

26 maggio 1971 - (Nessuna classe INES.) - Istituto Kurchatov, Mosca, Russia

27 maggio 1956 - test della bomba atomica - Atollo di Eniwetok , Atollo di Bikini

Dal 28 al 30 Maggio 1998 - 6 test della bomba atomica - Ras Koh, PAK

*

Siamo alla ricerca di informazioni aggiornate, se potete aiutarci inviate un messaggio a: nucleare-welt@ Reaktorpleite.de

 

**

26. Maggio

 

Tassonomia | Cambiamenti climatici | Brüssel

Resa dei conti con il nucleare

L'energia nucleare deve essere classificata come "energia verde" nell'UE. Ma cresce la resistenza al Parlamento europeo.

La politica a Bruxelles non si ferma mai. Anche se c'è una certa paralisi natalizia che incombe sulla città, c'è un ronzio costante dietro le quinte. I politici inviano dichiarazioni, si preparano le prossime votazioni e si forgiano le alleanze necessarie. I politici verdi sono particolarmente attivi in ​​questi giorni. Il motivo sono le decisioni del Parlamento europeo sulla questione se l'energia nucleare e il gas in Europa siano classificati come energie rispettose del clima. Per gli ambientalisti, questo è un tipo di scenario horror che vogliono prevenire.

L'Europa vuole diventare climaticamente neutrale

Lo sfondo è che la Commissione Ue sotto la presidenza Ursula vuole includere entrambe le fonti energetiche nella cosiddetta tassonomia. In questo modo, l'UE dovrebbe diventare climaticamente neutra entro il 2050. L'inclusione del nucleare e del gas equivale a una raccomandazione ai mercati finanziari di investire in tali attività. Gli ambientalisti temono che ciò andrà a scapito dell'espansione delle forme di energia rinnovabile come vento e sole...

*

Francia | EDFRinascimento | Russia

Fallimento di molte centrali elettriche I piani nucleari francesi in pericolo

La Francia è meno dipendente dal gas russo rispetto alla Germania, grazie ai 56 reattori nucleari del Paese. Ma poiché più della metà di loro sono fermi e la Russia sta scomparendo come cliente, l'industria nucleare francese è sotto pressione.

Il presidente francese Emmanuel Macron aveva promesso a febbraio una "rinascita dell'energia nucleare". Vuole costruire sei nuovi reattori ad acqua pressurizzata. Più elettricità, più indipendenza, più innovazione: Macron punta tutto sulla carta dell'energia nucleare per spingere in avanti l'industria francese.

[...]

Invece di circa il 70 percento, le centrali nucleari francesi hanno fornito solo il 37 percento del fabbisogno di elettricità ad aprile, meno che mai! Il più grande fornitore di energia nucleare d'Europa, Electricité de France, stima attualmente il calo delle entrate del gruppo per il 2022 a 18,5 miliardi di euro. È già prevedibile che ci saranno interruzioni di corrente in inverno.

[...]

Oltre a tutti questi problemi c'è ora la guerra in Ucraina. Ad oggi, la Russia è stata il cliente più importante dell'industria nucleare francese. Mycle Schneider, editore del World Nuclear Industry Status Report, vede diminuire gli articoli nei registri degli ordini. A livello internazionale, la Russia è stata "il promotore decisivo e più aggressivo" della costruzione di nuove centrali nucleari. E ora improvvisamente è sorto questo collo di bottiglia. "In Finlandia, un progetto per una centrale nucleare russa è già stato ufficialmente annullato e le turbine per questa centrale nucleare dovevano essere consegnate dalla Francia", afferma Schneider.
In effetti, il ministero dell'Economia francese ha persino pianificato di acquisire una partecipazione del 20% nel produttore nazionale di turbine a Belfort per la società russa Rosatom. Ma quel piano ora potrebbe essere accantonato...

*

"Difendo il pacifismo - se necessario con una pistola in mano"

Il futuro presidente della Commissione europea Martin Sonneborn in un'intervista a Marcel Malachowski sulle sanzioni contro gli oligarchi tedeschi, l'umanesimo selettivo degli pseudo-buonisti in tempo di guerra e la fine del Partito della Sinistra

Il più agguerrito concorrente politico dell'ancora presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ed ex caporedattore del TITANIC è il presidente del partito "DIE PARTEI", per il quale è anche membro del Parlamento Ue da allora 2014, dove lavora, tra le altre cose, nella commissione per la giustizia. Con 57.000 membri, "DIE PARTEI" è uno dei più grandi partiti in Germania ed è stato rappresentato anche nel Bundestag dal deputato Marco Bülow (ex SPD) ...

*

26 maggio 1958 - (Nessuna classificazione INES) - Istituto Kurchatov, Mosca, Russia

Istituto Kurchatov

(2.7.2.2 - Infortuni in impianti nucleari)

Il 26 maggio 1971 si verificò un incidente critico presso la struttura SF-3 dell'Istituto Kurchatov di Mosca durante i test per determinare il numero di barre di combustibile fatte di U-235 altamente arricchito per ottenere una disposizione critica a causa di un guasto meccanico del disposizione del test, in cui due sperimentatori hanno ricevuto dosi di radiazioni di 60 e 20 Sv e sono morti rispettivamente dopo cinque e 15 giorni. Altre due persone sono sopravvissute con dosi da 7 a 8 Sv.

L'Istituto Kurchatov ha 27 reattori di ricerca, sette dei quali sono dismessi e uno è temporaneamente spento. Pertanto, 19 reattori sono ancora in funzione. (circa 15 km a nord-ovest del centro di Mosca)

 

**

25. Maggio

 

NATO | Panzer | Ucraina

Accordo informale con la NATO Nessun carri armati principali per l'Ucraina?

Secondo le informazioni dell'SPD, esiste un accordo NATO per non consegnare carri armati occidentali e mezzi corazzati per il trasporto di personale in Ucraina. Questo per evitare una provocazione da parte di Mosca. L'Unione è indignata: il Bundestag non ne è stato informato.

Secondo le informazioni dell'SPD, la NATO ha raggiunto un accordo informale per non consegnare carri armati occidentali e mezzi corazzati per il trasporto di personale in Ucraina senza previo accordo. Questa non è una decisione ufficiale della NATO e non può esserlo, perché la NATO come alleanza non fornisce alcuna arma, ha affermato Wolfgang Hellmich, portavoce per la politica di difesa del gruppo parlamentare SPD al Bundestag.

I paesi della NATO avrebbero effettuato tutte le consegne in Ucraina in modo indipendente. Tuttavia, finora tutti i partner hanno rispettato l'accordo informale. "Il Comitato di Difesa è stato pienamente informato degli accordi della NATO a metà maggio", ha spiegato Hellmich...

*

Guerra, Demokratie , clima

La nostra civiltà potrebbe non sopravvivere

L'investitore e filantropo statunitense George Soros scrive perché le società aperte stanno attraversando un momento così difficile oggi. E perché Putin e Xi continueranno a fallire. Un posto per gli ospiti.

Dall'ultimo meeting annuale del World Economic Forum, il corso della storia è cambiato radicalmente. La Russia ha invaso l'Ucraina, scuotendo fino in fondo l'Unione Europea, che è stata costituita per impedire il ritorno della guerra nel continente.

Anche se i combattimenti finissero, la situazione non tornerà mai allo status quo ante. In effetti, l'invasione russa potrebbe rivelarsi l'inizio della terza guerra mondiale e la nostra civiltà potrebbe non sopravvivere...

 

IMHO

Può essere, ma non deve essere.

Un buon motivo per andare avanti con tutte le tue forze...

*

scorie nucleari | Würgassen

Deposito provvisorio di scorie nucleari: il governo federale promette maggiore trasparenza

Nel dibattito su un centro logistico per le scorie nucleari pianificato a Würgassen, il Ministero federale dell'ambiente ha promesso maggiore trasparenza. Martedì due segretari di stato hanno visitato il sito previsto.

Risultato dell'incontro presso il gruppo di lavoro del sito transnazionale a Beverungen: l'intero processo dovrebbe essere ricontrollato. L'Agenzia federale per lo stoccaggio provvisorio (BGZ) sta progettando un impianto di stoccaggio provvisorio di scorie nucleari nel triangolo di confine della Bassa Sassonia, della Renania settentrionale-Vestfalia (NRW) e dell'Assia. I critici lamentano la mancanza di comunicazione, considerano il processo di selezione non trasparente e l'ubicazione pianificata non idonea a causa della sua ubicazione. Ecco perché i due segretari di Stato erano presenti martedì e hanno ascoltato le preoccupazioni della gente.

"Nuovo approccio, nuova scelta di parole"

Il sindaco congiunto del comune di Boffzen, Tino Wenkel (indipendente) ha elogiato dopo l'incontro che le preoccupazioni e le esigenze sono state ascoltate. C'è anche una nuova scelta di parole e un nuovo modo di trattare l'uno con l'altro. Il ministero federale ha riconosciuto che un tale centro logistico per le scorie nucleari non può essere imposto semplicemente a un'intera regione come il Weserbergland, ha affermato Wenkel. Ora spera nel tanto atteso processo di selezione trasparente...

*

Fracking | fossile | clima

Il Qatar fornisce gas di fracking prodotto dagli Stati Uniti

Cinegiornale su energia e clima: di enormi profitti extra per le compagnie petrolifere e del gas, corteggiamento di autocrati e foreste di pini in fiamme

Così ora la coalizione del semaforo di Berlino ha messo insieme il suo pacchetto regalo per gli automobilisti, il Bundestag lo ha lanciato e anche il Bundesrat ha dato la sua benedizione. Come riportato, la tassa sull'energia sui carburanti sarà temporaneamente ridotta dall'inizio di giugno.

Resta da vedere quanto di questo effettivamente raggiunga il consumatore. Come è noto, i politici completamente presi dagli schemi di pensiero neoliberisti evitano i controlli sui prezzi, che potrebbero almeno prevenire gli effetti del free-rider...

*

Corea del Nord | Prova della bomba atomica

25. Maggio 2009 - 2. Prova della bomba atomica - Punggye-ri, PRK

Il secondo test della bomba nucleare della Corea del Nord

Sottoterra, 10-20 kilotoni (kT) - Il 25 maggio 2009 è stato condotto in Corea del Nord il secondo test nucleare. Secondo le informazioni russe, l'ordigno aveva una forza esplosiva di 20 chilotoni. Oltre al test nucleare, sono stati lanciati diversi missili a corto raggio.

 

**

24. Maggio

 

Guerra in Ucraina | Vincite | fossile

Conseguenze della guerra in Ucraina

Quanto guadagnano le compagnie petrolifere e del gas dalla guerra

Le aziende guadagnano splendidamente grazie ai prezzi elevati. Questo alimenta il dibattito sulle tasse speciali. Ma c'è un piccolo problema.

Chi vince la guerra in Ucraina è aperto. Ma è già chiaro che i maggiori vincitori economici saranno le compagnie petrolifere e del gas in tutto il mondo. I prezzi delle materie prime sono aumentati notevolmente e ciò si riflette in maggiori profitti. Un nuovo studio degli scienziati della rete Steuerjustigkeit, un'organizzazione che si batte per una tassazione equa, stima i profitti aggiuntivi del settore quest'anno fino a 1600 miliardi di euro a livello globale. Questa enorme somma corrisponde grosso modo alla produzione economica russa dell'anno scorso. Lo studio è stato commissionato dal Gruppo Sinistra Europea al Parlamento Europeo; sarà presentato mercoledì ed è disponibile in anticipo per la Süddeutsche Zeitung.

Questi enormi profitti stanno alimentando il dibattito sulle tasse sugli utili in eccesso, ovvero i prelievi speciali sulle società che stanno guadagnando eccezionalmente bene grazie alla guerra. La scorsa settimana, il Parlamento europeo ha votato a favore di tali tasse.

[...]

A prima vista, la riforma del secolo della tassazione delle imprese, concordata lo scorso autunno da 137 paesi, potrebbe aiutare. L'accordo concede maggiori diritti di tassazione ai paesi che hanno solo clienti ma non grandi siti. Sfortunatamente, i gruppi di merci sono esenti da questa riforma.

*

Hinkley Point | Gran Bretagna | EDF

Ancora guai nucleari per l'EDF, ora nel Regno Unito

Altra "settimana nera" per il fornitore elettrico francese: esplosioni di costi e ulteriori ritardi nel nuovo edificio EPR di Hinkley Point nel Regno Unito

"Le debacle si stanno accumulando in EDF", titola il quotidiano francese La Tribune, visti gli enormi problemi che deve affrontare la compagnia energetica francese.

[...]

Ciò che è già noto da Flamanville o Olkilouto in Finlandia si ripete nel sud-ovest dell'Inghilterra. I costi salgono alle stelle, il completamento è ritardato e ulteriormente ritardato. A Hinkley Point, l'EDF, che più volte attira l'attenzione con previsioni fin troppo positive, prevede costi complessivi da 25 a 26 miliardi di sterline britanniche (da 29,5 a 30,7 miliardi di euro)...

*

l'energia nucleare | Sondaggio

Sondaggio: il 25% delle persone in Germania sostiene l'energia nucleare

La Germania dovrebbe diventare meno dipendente dalle importazioni di energia dalla Russia. In un sondaggio rappresentativo, un quarto ha affermato che l'energia nucleare sarebbe un'opzione.

Un quarto degli adulti in Germania è favorevole all'espansione dell'energia nucleare per rendere la Germania meno dipendente dalle importazioni di energia. Questo è il risultato di un'indagine rappresentativa di un migliaio di adulti in Germania commissionata dalla Fondazione federale tedesca per l'ambiente (DBU). Il 75 percento ha indicato l'energia solare alla domanda a risposta multipla di quali fonti di energia dovrebbero essere utilizzate di più in futuro, il 65 percento l'energia eolica e altrettanta idrogeno da energie rinnovabili. Il sei per cento e il cinque per cento, rispettivamente, sostenevano il gas naturale e il carbone. 

Gli atteggiamenti nei confronti del nucleare differiscono per fascia di età, secondo l'indagine elaborata da Forsa. Il 18% dei giovani tra i 29 ei 14 anni vede l'energia nucleare come una soluzione futura, il 30% dei giovani tra i 44 ei 28 anni, il 45% tra i 59 ei 27 anni e il 60% delle persone di età pari o superiore a 26 anni. Al contrario, l'approvazione per l'energia solare ed eolica è quasi la stessa nelle fasce d'età ...

*

l'energia nucleare | Pubblicità | lobby nucleare

"I Verdi devono prendere una decisione: protezione del clima o centrali antinucleari, nessuna delle due è possibile"

Intervista Veronika Wendland una volta era contraria all'energia nucleare. Ora ha un libro intitolato “Nuclear Power? Sì grazie!". È convinta: possiamo realizzare la transizione energetica solo con le centrali nucleari

Die Zeit l'ha recentemente definita "cambia lato": perché Veronika Wendland una volta era contraria al nucleare - e ora ha un libro chiamato energia nucleare? Sì grazie! rilasciato. Three Mile Island (1979), Chernobyl (1986), Fukushima (2011): dopo tre catastrofi nucleari, sembra che a molti siano rimasti pochi buoni argomenti a favore dell'energia nucleare. Wendland non è d'accordo e dice: La transizione energetica funziona solo con le centrali nucleari (centrali nucleari) ...

 

IMHO

Perché Friday non segnala questo post come annuncio?

Molto ispirato a Don T., nient'altro che affermazioni e voci infondate, presentate nel tono prepotente dell'onnisciente e il contenuto non è né nuovo né corretto, che peccato per gli alberi.

*

politica nucleare | Weser inferiore | Prussia Elettra

La politica nucleare decolla senza processo

Nella controversia sulla demolizione della centrale nucleare di Unterweser, il movimento antinucleare, politica e società nucleare su un compromesso - perché una denuncia non è stata elaborata

Gli oppositori dell'energia nucleare nel Wesermarsch ritirano la causa contro il permesso di demolizione del reattore nucleare Esenshamm spento sul Weser inferiore, in funzione dal 2018. Il motivo: avete concordato un compromesso con il gruppo di operatori PreussenElektra e il Ministero dell'Ambiente della Bassa Sassonia. Questo perché, anche dopo quattro anni, non era prevedibile quando il tribunale amministrativo superiore di Lüneburg sarebbe venuto a conoscenza della sua denuncia. Ora è stato avviato un processo di mediazione con l'aiuto di un conciliatore. L'attore Paul Bremer e l'iniziativa dei cittadini (BI) "Arbeitskreis Wesermarsch", che lo sostiene, ora acconsentono al risultato di queste trattative - ma questo rende la causa nulla e non valida ...

*

Incidente | wikipedia

24. Maggio 1958 - (Nessuna classificazione INES) - NRU Chalk River, CAN

Una barra di combustibile ha preso fuoco, contaminando metà della struttura.

Il potere della lobby nucleare.

Così come non esisteva, inspiegabilmente, all'epoca una classifica INES, questo incidente è ancora oggi classificato in tedesco wikipedia semplicemente non menzionato.

 

**

23. Maggio

 

SIPRI | Frieden

Studi sulla pace e sui conflitti

SIPRI: Il mondo inciampa nell'era dei nuovi pericoli

L'istituto di ricerca sulla pace SIPRI vede il mondo minacciato da rischi per la sicurezza complessi e imprevedibili. Ma secondo il suo ultimo rapporto, i politici non si stanno preparando adeguatamente per la "nuova era".

SIPRI dipinge il quadro generale: la situazione mondiale di fronte a crisi sempre più complesse e imprevedibili. La sua analisi "Ambiente di pace: sicurezza in una nuova era di rischio" non potrebbe essere più inquietante all'inizio, per poi dare speranza.

Emergenza globale a causa di molteplici crisi

Siamo quindi "in un'emergenza planetaria", avverte lo Stockholm International Peace Research Institute, noto per i suoi rapporti annuali sull'esportazione di armi. Il peggioramento delle crisi ambientali e delle situazioni di sicurezza si sono rafforzate a vicenda in modi pericolosi. La deforestazione, lo scioglimento dei ghiacciai e l'inquinamento degli oceani da parte della plastica vanno di pari passo con l'aumento dei decessi nei conflitti, della spesa in armi e della fame. Come le pandemie innescate dal corona virus hanno causato ulteriori pericoli...

*

FDP | stati | Vento

Accusa DUH: FDP e diversi stati federali stanno rallentando l'energia eolica

Berlino - Il Ministero federale dell'economia e della protezione del clima (BMWK) intende vietare le normative statali generali sulla distanza per l'energia eolica nel maggio 2022. Finora, tuttavia, il gruppo parlamentare FDP si è opposto a questa regola.

Diversi stati federali stanno attualmente valutando l'approvazione di normative legali con distanze minime dagli edifici residenziali a breve termine o hanno già stabilito distanze minime. L'Aiuto ambientale tedesco (DUH) critica questo approccio e non vede vantaggi rispetto all'energia eolica vista l'accettazione citata dagli stati federali.

Le indagini scientifiche non mostrano effetti positivi delle specifiche generali della distanza

L'Aiuto ambientale tedesco critica gli sforzi di alcuni stati federali di attenersi alle distanze minime generali durante l'installazione di turbine eoliche. La scorsa settimana, il parlamento statale del Brandeburgo ha approvato una legge che prevede una distanza di 1.000 metri dagli edifici residenziali. Secondo il DUH, ci sono piani anche in Sassonia e Turingia per adottare regolamenti comparabili a breve termine...

*

Russia | Leader | Putin | Ucraina | Fame | Africa

I crimini di guerra come obiettivo di guerra

Il copione di Putin: crisi del grano, crisi della fame, crisi dei rifugiati - in tre fasi per destabilizzare l'UE

Vladimir Putin ha piani insidiosi. Bloccando i porti ucraini, il presidente russo vuole provocare una carestia in Africa: i flussi di rifugiati che ne derivano dovrebbero confondere politicamente l'UE. Putin ha già testato questo gioco malvagio in un formato più piccolo: 2015 in Siria. Un'analisi di Matthias Koch.

I elevatori per cereali sono grandi e non possono scappare. Quindi ora ogni colpo è un successo, anche per i tiratori mediocri dell'artiglieria russa.
In tutto il paese, le truppe di Vladimir Putin stanno attualmente distruggendo le infrastrutture agricole dell'Ucraina, il tanto citato granaio d'Europa.
La preferenza è data agli "elevatori per cereali", i cosiddetti elevatori per cereali, che vengono utilizzati per il carico e lo scarico di camion, treni o navi. L'esercito russo li trova in molti luoghi della campagna, vicino a fattorie più grandi, ma anche nelle stazioni ferroviarie e nei porti.

Molte di queste strutture erano all'avanguardia. A Rubishne, nell'Ucraina orientale, ad esempio, la società Golden Agro gestiva un impianto ad alta tecnologia per la cernita meccanica del grano, con analisi rapide, essiccatoi per cereali, separatori e bilance automatiche. In questo caso l'esercito russo ha investito in un attacco missilistico particolarmente complesso: dell'intero complesso, aperto solo nel 2020, non restava che crateri fumanti.

La Russia trasforma i campi di grano in campi minati

A volte i russi davano fuoco a fattorie e fienili e posavano mine nei campi di grano...

 

**

22. Maggio

 

scorie nucleari | Repository | albero Konrad | costruzione congelamento

400 persone protestano contro lo stoccaggio delle scorie nucleari

420 persone hanno manifestato contro lo stoccaggio di scorie nucleari nell'ex miniera di minerale di ferro con una manifestazione di protesta al pozzo Konrad. La polizia ha detto domenica - gli organizzatori avevano precedentemente parlato di oltre 500 manifestanti. Gli organizzatori hanno anche annunciato un simbolico accerchiamento dell'ex miniera di Salzgitter. "Sono 40 anni che combattiamo contro lo stoccaggio di scorie nucleari nel pozzo Konrad", ha affermato domenica Ludwig Wasmus, capo del gruppo di lavoro del pozzo Konrad. L'approvazione è stata concessa 20 anni fa. "Tuttavia, il repository non è ancora operativo e impediremo che diventi operativo".

Per l'ex miniera di minerale di ferro Schacht Konrad, l'approvazione per la costruzione e il funzionamento di un deposito è disponibile dal 2002. Dopo la conversione, vi saranno stoccati fino a 303 metri cubi di rifiuti radioattivi di bassa e media attività. Ma da tempo i critici chiedono l'immediata sospensione dei lavori...

*

Norvegia | GPL | CO2

Le petroliere aspettano da giorni il carico

La Norvegia sta fornendo nuovamente gas liquido

Il secondo impianto di produzione più grande d'Europa è tornato in funzione dopo 20 mesi di stop.

Dopo una pausa di oltre 20 mesi, l'impianto di liquefazione del gas a Melkøya vicino a Hammerfest, nella Norvegia settentrionale, produrrà nuovamente gas liquido da lunedì. L'impianto, gestito principalmente dalla compagnia petrolifera e del gas norvegese Equinor, ha dovuto essere chiuso dopo un devastante incendio nel settembre 2020. A causa di ingenti lavori di riparazione, la messa in servizio, prevista per l'ultima volta per marzo 2022, è stata ripetutamente ritardata.

L'impianto di produzione di GNL a Melkøya (Milk Island) è attualmente il più grande del suo genere in Europa dopo Yamal, in Russia. Ha una capacità annua di circa 6 miliardi di metri cubi. Il gas viene consegnato dal giacimento di gas "Snøhvit" (Biancaneve) nel Mare di Barents tramite un gasdotto sottomarino lungo 140 chilometri e raffreddato a meno 162 gradi Celsius in modo che possa essere spedito in forma liquida con navi cisterna GNL in tutto il mondo. Il progetto era stato accompagnato da anni di proteste da parte degli ambientalisti. L'impianto di GNL è una delle più grandi fonti singole di emissioni di CO2 nel Paese. È stato criticato come killer del clima: da quando è stato messo in funzione, ha immesso nell'atmosfera circa 10 milioni di tonnellate di CO2...

*

Assange | Media | impero

Julian Assange: Jam nel giornalismo

I media famosi hanno beneficiato di Wikileaks. Tuttavia, il tuo impegno per il rilascio del più famoso fondatore della piattaforma rimane cauto

L'Impero è risentito e vendicativo, la logica di rimanere al potere richiede che venga dato l'esempio occasionale. In questo caso colpisce il più noto dei fondatori della piattaforma Internet Wikileaks, Julian Assange. Il 51enne è da dieci anni in prigione o in circostanze simili a quelle di una prigione.

*

Solare | Landwirte | Biodiversità

solare e agricoltura

bacche sotto il potere

L'agrofotovoltaico non solo può generare elettricità verde, ma può anche fare qualcosa per la biodiversità. I ricercatori la vedono come una grande opportunità, ma in Germania non è ancora andata oltre i progetti di prova e pilota.

Con i frutti di bosco, i raccolti sono ottimi, paragonabili a quelli outdoor, elogia Fabian Karthaus. L'agricoltore gestisce due impianti fotovoltaici a Büren, nella Westfalia orientale, che, simili a una serra sul tetto, coprono ciascuno mezzo ettaro. Sotto crescono lamponi, mirtilli e more.

[...]

Il grande potenziale deriva dal fatto che l'agricoltura e l'energia solare possono essere combinate in molti modi. Il ricercatore dell'ISE Heimsath può elencare almeno otto diverse varianti, compresi i sistemi sopraelevati che coprono il campo in un certo modo, o i sistemi vicini al suolo, in cui gli spazi intermedi sono utilizzati principalmente per l'agricoltura. Sono ipotizzabili anche sistemi verticali, ai margini di campi, prati o brughiere...

*

Cina | Leader | Xi Jinping

Ben fatto, Cina!?

Xi Jinping rischia il futuro della Cina. La sua Via della Seta finisce in un vicolo cieco. Il suo disprezzo per gli Stati Uniti sta rallentando la crescita. La sua politica corona sta spingendo le aziende europee fuori dal paese.

Nessuno sa cosa sia meglio per la Cina in ogni momento del: il presidente Xi Jinping. Quattro anni fa, a marzo, 2956 dei 2958 cosiddetti deputati all'Assemblea nazionale del popolo hanno chiesto umilmente al presidente Xi di fare loro il favore di guidare lo stato, la nazione e il popolo fino alla fine della sua vita. Da una parte. D'altra parte, ha fatto un inchino a un classico espediente stilistico del comunismo dei quadri: Xi ha concesso la misericordia del suo favore agli emissari provinciali applaudendo i loro applausi, lodando così gli emissari e se stesso, con un applauso, per la saggezza della loro richiesta per guida.

Questo è Vulgar Rousseau e Neo-Luigi XIV al quadrato, più un pizzico ciascuno di Platone e Hegel: vogliono segnalare al mondo che a Pechino regna l'assoluta volontà comune, che emana da tutti e mira al benessere di tutti, rappresentata come un re sole da Xi il Grande, che paradossalmente sta al vertice di questo stato ideale cinese egualitario in virtù della maturità filosofa-reale - uno stato in cui leader e popolo sono indistinguibili come una comunità di applausi saldata insieme in un contratto razionale, congratulandosi stesso in un ciclo continuo: "Volonté générale" incontra "L'État c'est moi" - perché "la libertà è l'intuizione della necessità", che Xi, come una sorta di spirito mondiale dominante, realizza gli scopi generalmente desiderati...

*

22 maggio 1968 - USS Scorpione - affondò 640 km a sud ovest delle Azzorre

wikipedia

USS Scorpion (SSN-589)

L'USS Scorpion (identificazione: SSN-589) era un sottomarino nucleare di classe Skipjack della Marina degli Stati Uniti. Fu messa in servizio nel 1960 e affondò nel 1968 come secondo sottomarino a propulsione nucleare della Marina degli Stati Uniti nel Nord Atlantico in circostanze che non sono ancora completamente comprese. Si ritiene che un siluro sia esploso all'interno del sottomarino. 99 marinai hanno perso la vita. Il relitto fu ritrovato solo cinque mesi dopo a una profondità di 3300 metri.

[...]

Il relitto dello Scorpion è molto pericoloso per la zona, poiché oltre al reattore c'erano a bordo anche due siluri Mark 45 ASTOR con testate nucleari. La Marina degli Stati Uniti testa regolarmente acqua, sedimenti e pesci locali per la contaminazione da plutonio. Secondo i rapporti navali, i risultati finora non hanno indicato radiazioni o altro inquinamento. Questo mostra che il reattore è ancora stretto.

-

11 aprile 1968 - K-129, affondò 2900 km a nord-ovest delle Hawaii

wikipedia

K-129

Il K-129 (designazione sovietica: PL-574) era un sottomarino sovietico Project 629 (classe Golf). Era un sottomarino missilistico diesel-elettrico. Dopo essere affondato nel 1968, è stato parzialmente sollevato dalla Marina degli Stati Uniti nel 1974 nel progetto Azorian.

[...]

Il governo dell'URSS ha dichiarato dopo l'incidente che il K-129 era stato affondato dai sottomarini della US Navy. I sostenitori di questa teoria affermano che anche la USS Scorpion (SSN-589) avrebbe potuto essere affondata due mesi dopo per vendetta.

-

progetto delle Azzorre

Nel Progetto Azorian (noto anche come parte del Progetto Jennifer), la Central Intelligence Agency (CIA) ha cercato sotto stretto segreto di recuperare il sottomarino sovietico affondato K-129 (designazione sovietica: PL-574) dal fondo del mare. Poco dopo l'affondamento nel 1968, la CIA iniziò a pianificare, il tentativo di salvataggio ebbe luogo nel 1974...

 

**

21. Maggio

 

CO2 | viaggi nello spazio | Atmosfera

Ossidi di azoto termici e CO2

I lanci di razzi inquinano l'atmosfera terrestre

  • I lanci di razzi hanno raggiunto un nuovo record quest'anno
  • Gli ossidi di azoto termici e l'anidride carbonica dei razzi inquinano l'atmosfera terrestre
  • Il problema crescente dell'inquinamento atmosferico deve quindi essere preso maggiormente in considerazione, soprattutto nei voli spaziali commerciali

I lanci di razzi hanno raggiunto un nuovo record quest'anno. Uno studio ora mostra gli effetti sull'atmosfera terrestre

Nicosia (Cipro). Il numero di lanci di razzi aumenterà notevolmente a causa dei progetti spaziali pianificati da Stati Uniti, Russia, Cina e Unione Europea (UE), nonché da società private. La sola società spaziale di Elon Musk, SpaceX, sta pianificando più di 50 lanci di razzi nell'anno in corso per rifornire la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e per portare più satelliti in orbita per Starlink...

 

A PARER MIO - Libertà

Ho presentato questo studio la scorsa settimana e sono riluttante a usare quasi lo stesso articolo due volte. Questa volta, però, credo sia necessario, perché si tratta del nostro Libertà. L'ex segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen lo ha ribadito due giorni fa:

"La libertà è più importante della pace"

Ha parlato, ovviamente, della libertà di chi può permettersela e prendersela. Libertà per riempimento tascabile, grandi statisti , pagliacci dell'orrore. Tutti gli altri hanno la libertà di mordere la polvere, non la libertà di vivere in pace...

*

Europa | siccitàCambiamenti climaticiAcqua  | incendio forestale

Un altro anno di siccità?

La siccità del 2018-2020 è stata la peggiore in Europa per almeno 250 anni, secondo un nuovo studio. Il riscaldamento globale prolungherà la siccità in futuro. Con un cambiamento climatico incontrollato, potrebbero durare anche 16 anni.

Un altro anno di siccità incombe? In alcune parti della Germania, soprattutto nel nord-est, le cose sembrano critiche. La primavera secca ricorda gli anni estremi dal 2018 al 2020.

Gli agricoltori dello Schleswig-Holstein e del Meclemburgo-Pomerania occidentale temono un calo dei raccolti. Nelle montagne dell'Harz c'è già stato il terzo incendio boschivo in poche settimane e il livello delle falde acquifere sta scendendo in molti punti.

Sta arrivando un altro anno secco con prati e campi aridi, foreste morte, ruscelli prosciugati e centrali elettriche che sono state chiuse?

[...]

Un nuovo studio sull'UFZ mostra quanto sia stato drastico il periodo dal 2018 al 2020. Dopo di che, questo evento di siccità è stato il più grave in Europa dalla metà del 18° secolo, almeno. Da allora, nessuna siccità si è diffusa così ampiamente in tutta Europa e nessun aumento della temperatura durante una siccità è stato così grande, hanno affermato gli scienziati.

"Il periodo di siccità dal 2018 al 2020 è il nuovo parametro di riferimento per la siccità in Europa" ...

*

Francia | EDFOscuramento | Prezzo dell'elettricità

Il punto di partenza perfetto per un blackout nucleare in Francia

Oltre ai crescenti problemi di corrosione, già a maggio si aggiungerà la prevista carenza di acqua di raffreddamento, a dimostrazione del fatto che il cambiamento climatico e l'energia nucleare non vanno d'accordo

La situazione nello stato nucleare francese sta precipitando in modo più drammatico. Quello che ci si aspettava come un "disastro dell'approvvigionamento elettrico" sta ora assumendo contorni più chiari. In ogni caso, nessuno che avesse affrontato seriamente la situazione nel paese nucleare aveva creduto alle previsioni molto positive della compagnia energetica statale EDF per la produzione di energia per l'anno in corso, nonostante il decrepito parco nucleare.

[...]

Questo sta costando caro alla Francia in considerazione dei prezzi estremi dell'energia. L'EDF ha quindi dovuto emettere un avviso di profitto e i prezzi per i contratti elettrici francesi sono aumentati fino all'8,6% per il quarto trimestre dopo che l'obiettivo di produzione ha dovuto essere abbassato. Bloomberg afferma sulla presunta energia nucleare economica e sicura:

I prezzi francesi sono i più cari in Europa, i contratti per questo periodo sono quasi il doppio rispetto alla Germania.

In effetti, ora sta diventando chiaro a più osservatori che i problemi nucleari nello stato nucleare si stanno accumulando sempre di più e i problemi radiosi per il paese fortemente indebitato stanno diventando molto costosi ...

*

Brasile | Estrazione di uranio | Torta gialla | Agricoltura

Minare l'uranio I piani rischiosi del Brasile

Nel corso della guerra in Ucraina, il governo brasiliano ha approvato la massiccia estrazione di uranio. Ciò che è di importanza strategica per il presidente Bolsonaro minaccia l'esistenza dei piccoli agricoltori a conduzione familiare.

Quando Joselene Sena e Antonio da Silva guardano verso le ripide montagne verdi che si ergono dietro la loro città natale di Lagoa do Mato, i loro cuori si spezzano. Perché presto lì verrà costruita una gigantesca miniera di uranio. L'agenzia ambientale brasiliana ha dato il via libera poche settimane fa.

"Tutte le persone in questa regione soffriranno se c'è una perdita o un incidente in questa miniera di uranio", teme Joselene. "Perché allora le nostre fonti d'acqua sono contaminate radioattivamente".

Evento scoperto negli anni '1970

Antonio è un piccolo contadino da quando ha memoria. Joselene è a capo della cooperativa locale di oltre 200 aziende agricole familiari che da generazioni producono succhi di frutta: ananas, banana, guava e caja.

Sotto la guida di Joselene, la cooperativa è cresciuta negli ultimi anni. Ora forniscono al consiglio comunale e alle scuole locali i loro concentrati di succhi a base di frutti che coltivano biologicamente nella pittoresca regione. Il fatturato annuo è recentemente aumentato a 380.000 euro.

Il tuo progetto di successo è ora in pericolo, crede Joselene. I più grandi giacimenti di uranio in Brasile giacciono dormienti in vista delle piantagioni organiche di Antonio e della sede della cooperativa di Joselene. Sono stati scoperti negli anni '1970. Da allora, la società statale Indústrias Nucleares do Brasil, in breve INB, ha presentato diverse domande per estrarre l'uranio del progetto minerario di Santa Quiteria sotto forma di "torta gialla" ...

*

21. Maggio 1986 - (INES 1-3) - L'Aia, FRA

La piaga delle centrali nucleari

La Hague - Il più grande impianto di ritrattamento del mondo - X incidenti

L'impianto di ritrattamento di La Hague si trova nella regione della Manica, nel nord-ovest della Francia, a 25 km a ovest della città di Cherbourg. Secondo il titolare AREVA (Orano dal 2018), è l'impianto industriale leader nel mondo per il ritrattamento degli elementi di combustibile esaurito...

La costruzione di La Hague iniziò nel 1961 dopo che la Commissione francese per l'energia atomica (CEA) decise di gestire un impianto di ritrattamento chiamato UP2 per i reattori UNGG. Nel 1966 aprì L'Aia e nel 1967 la UP2 iniziò le operazioni commerciali...

Ci sono stati una serie di incidenti a La Hague da quando è entrata in servizio.

*

21. Maggio 1945 , 21. Maggio 1946 - (INES 4) - Los Alamos, Stati Uniti

wikipedia

LANL Los Alamos - Demon Core

(Ing. "Nucleo di demone") è il soprannome di un nucleo di plutonio largo 89 mm e pesante 6,2 kg, che è stato utilizzato in due incidenti nel Laboratorio nazionale di Los Alamos raggiunto uno stato supercritico. In entrambi gli incidenti, gli scienziati che hanno causato l'incidente sono morti di conseguenza ...

 

**

20. Maggio

 

FAKT | Zelenskyj | al largo

Controllo dei fatti

Sì, Volodymyr Zelenskyy era coinvolto in accordi con società offshore

Su Facebook circolano accuse secondo cui il presidente ucraino Zelenskyy era coinvolto in una rete di società offshore. Esatto, ma il post contiene alcune imprecisioni.

valutazione

Per lo più corretto. Una ricerca giornalistica ha rivelato che Volodymyr Zelenskyy e i dipendenti della sua società di produzione hanno fondato una rete di società offshore nel 2012. Prima della sua elezione, aveva trasferito le azioni di una società offshore a un confidente. Ci sono prove che la sua società di produzione abbia ricevuto $ 41 milioni, ma nessuna prova. Non è chiaro dall'articolo che Zelenskyj continui a ricevere pagamenti...

*

Radon | Uran | protezione dalle radiazioni

Radon, il pericolo invisibile per la salute

È incolore, inodore e insapore e quindi impercettibile ai sensi umani. Eppure c'è: il radon. Il gas radioattivo che si trova nel suolo e nelle rocce è un potenziale pericolo per la salute dell'uomo. Ma dove si trova il radon? Quali effetti può avere sul corpo umano e come proteggersi da esso?

Esperti del Ministero dell'ambiente del Baden-Württemberg e dell'Istituto statale per l'ambiente del Baden-Württemberg (LUBW) hanno fornito informazioni in merito al terzo forum informativo sulla sicurezza nucleare e la radioprotezione con il titolo "Rischio di cancro da radon - la protezione contro il radon è tutela della salute”.

"Il radon raggiunge la superficie attraverso gli strati geologici della terra come prodotto di decomposizione dell'uranio", spiega il dott. Andre Baumann, Segretario di Stato presso il Ministero dell'Ambiente del Baden-Württemberg. Come fonte naturale, il radon rappresenta un quarto dell'esposizione media alle radiazioni. "Un altro quarto di noi è esposto ad altre fonti naturali di radiazioni, e metà di questo è dovuto all'esposizione alle radiazioni causata dalla civiltà attraverso la medicina e la tecnologia", afferma Baumann...

*

posizione | scorie nucleari | Repository | Sicurezza

conseguenze a lungo termine del nucleare

Le potenziali posizioni per depositi di scorie nucleari devono essere ulteriormente ristrette

Berlino Questo venerdì e sabato, al Forum for Repository Search, si terranno discussioni su come restringere ulteriormente le potenziali aree del sito. Ci vorranno molti anni prima che la ricerca sia completata. Perché la questione di una discarica permanente per rifiuti altamente radioattivi è molto controversa.

La ricerca di un deposito permanente per i rifiuti altamente radioattivi in ​​Germania sta entrando nel prossimo round. Al Repository Search Forum, che si terrà questo venerdì e sabato a Magonza, si terranno discussioni su come restringere ulteriormente le potenziali aree per il sito del repository. Nella procedura precedente sono state delimitate 90 sottozone che, sulla base di criteri geologici, sono fondamentalmente adatte a un deposito nucleare, ciò corrisponde a più della metà dell'intero territorio federale. Ora dovrebbe essere una questione di come alcune regioni possono essere filtrate da queste aree per l'esplorazione fuori terra. Il processo si compone di diverse fasi in cui la partecipazione pubblica e la trasparenza devono avere un'elevata priorità.

Ci vorranno anni prima che la ricerca sia completata. Secondo il Site Selection Act, un sito dovrebbe essere trovato entro il 2031. Di conseguenza, l'ubicazione dovrebbe garantire la "migliore sicurezza possibile" per la protezione permanente delle persone e dell'ambiente "per un periodo di un milione di anni" ...

*

Francia | EDFguasto del reattore | Prezzo dell'elettricità

Il fallimento delle centrali nucleari francesi fa salire i prezzi dell'elettricità

In Francia, una buona metà dei 56 reattori è inattiva, probabilmente per molto tempo. Ciò fornisce un ulteriore aumento del prezzo dell'elettricità, anche in Austria

La Francia è orgogliosa di avere il secondo maggior numero di centrali nucleari dopo gli Stati Uniti. Ma funziona solo a metà. 29 dei 56 reattori sono attualmente inattivi, come confermato dalla società elettrica Electricité de France (EDF) su richiesta.

Progettate per 61,4 gigawatt, le centrali nucleari erogano meno di 30 gigawatt (GW) in totale. I pali francesi non hanno mai prodotto così poca elettricità da quando hanno raggiunto il livello attuale alla fine del 20° secolo. Per fare un confronto: l'Austria ha bisogno di circa otto GW all'anno.

L'interruzione delle centrali nucleari e l'annuncio di EDF che in inverno saranno collegate alla rete anche meno centrali nucleari del solito hanno portato a ulteriori aumenti dei prezzi. I prezzi per le quantità di elettricità scambiate nel 2023 (in avanti) hanno marciato nella direzione di 500 euro per megawattora (MWh), un massimo storico. Anche i prezzi a termine per l'area di mercato, che include l'Austria, sono aumentati notevolmente, più il 16 percento a 232 EUR per MWh. È alto, ma metà dell'altezza della Francia...

*

Terremoto | Slovenia | WWER | Krsko

Centrale nucleare di Krško: palla ora con il governo federale

Valutazione indipendente del rischio sismico richiesta dalla petizione GLOBAL 2000 e parere di esperti dell'Agenzia federale dell'ambiente

Graz (OTS) - La centrale nucleare slovena di Krško è l'unica centrale nucleare in Europa in una zona sismica "rossa" molto attiva. È attualmente in corso una valutazione di impatto ambientale (VIA) per la prevista estensione del reattore di 40 anni di altri due decenni. All'audizione pubblica di ieri con la compagnia nucleare di Graz, nonostante i risultati della ricerca attuale, sono stati presentati solo dati fino a 18 anni. Con questi vecchi dati, la compagnia nucleare sostiene l'affermazione che il rischio sismico del reattore è gestibile, anche in caso di super tracollo. Quello che è emerso come una vera novità dall'audizione è che è attualmente in preparazione una nuova analisi di probabilità del terremoto, ma non dovrebbe essere pronta fino alla fine dell'anno, ma i risultati sono già chiari in anticipo agli operatori e ai rappresentanti del governo: "Non ci aspettiamo differenze significative".

"Questo approccio è dubbio: vorremmo avere risultati seri e scientificamente basati prima ancora che si possa prendere una decisione sull'estensione della vita dell'antico reattore nell'area del terremoto. La palla è ora nelle mani del governo federale austriaco: il cancelliere Nehammer e il ministro dell'Energia Gewessler devono ora imporre una valutazione del rischio sismico davvero indipendente da parte di esperti internazionali...

*

Europa | Russia | Ursula von der Leyen

Nella guerra economica dell'Europa contro la Russia, l'unità si sta sgretolando

Sanzioni Nessun altro paese è stato punito dall'UE con la stessa severità della Russia. L'effetto sperato non si concretizza. Invece, ora c'è un'aspra disputa interna sull'embargo petrolifero e sull'adesione dell'Ucraina all'UE

Tutti contro la Russia, tutti per l'Ucraina: questo è stato il grido di battaglia ufficioso dell'Unione Europea a Bruxelles dall'inizio della guerra. La Commissione europea, il Consiglio dei ministri e il Parlamento europeo stanno utilizzando tutte le armi disponibili per aiutare l'Ucraina e indebolire la Russia. La presidente della Commissione Ursula von der Leyen (CDU) è particolarmente combattiva. L'ex ministro della Difesa tedesco non chiede solo la "vittoria" dell'Ucraina e la rapida adesione all'UE. Sostiene anche che il capo del Cremlino Vladimir Putin sta pagando un prezzo alto per la guerra. Von der Leyen ha annunciato nel dicembre 2021 che Putin sarebbe stato colpito nel suo punto più debole, l'economia, ma l'invasione russa non era nemmeno iniziata. Ma anche allora, il leader tedesco dell'UE, insieme al presidente degli Stati Uniti Joe Biden, stava preparando una massiccia guerra economica contro la Russia...

 

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina
Notizie + conoscenze di base

***

Notizie+ 20 maggio

 

**

Russia | Ucraina | NATO

Politica della lingua biforcuta: parlano di pace ma vogliono la guerra

Perché i "bravi ragazzi" non fanno arrendere l'Ucraina? La risposta a questa domanda conduce in un abisso politico e morale.

Immaginiamo questo: il 24 febbraio di quest'anno, la Russia invade l'Ucraina. Il presidente ucraino ordina che non venga sparato un solo colpo dal suo esercito. In un discorso televisivo, dice agli ucraini che, nonostante la grave violazione del diritto internazionale da parte della Russia, vuole una soluzione pacifica per il suo Paese ed è disposto a negoziare con Putin nell'interesse della pace.

Cosa sarebbe successo allora? Come sarebbe l'Ucraina oggi? I soldati russi avrebbero aperto il fuoco con i loro fucili e carri armati contro gli ucraini? Davanti agli occhi del mondo, i soldati russi avrebbero sparato a un popolo pacifico che non si difende nemmeno quando c'è un'invasione del proprio paese? La realtà probabilmente sarebbe questa: gli ucraini avrebbero avuto la simpatia del mondo intero. L'esercito russo sarebbe rimasto perplesso all'inizio. È venuta per combattere, ma nessun ucraino è pronto a combattere. Sezioni dell'élite del potere ucraino, che si sarebbero rifiutate di collaborare con la Russia, si sarebbero sporcate le mani. Presumibilmente, nonostante la natura pacifica degli ucraini, ci sarebbero stati attacchi e crimini, se non altro per lo slancio di tale invasione. All'Ucraina sarebbero stati risparmiati i massicci effetti di una guerra, che ora vengono riportati dai giornali ogni giorno.

Le ramificazioni per l'Ucraina sarebbero principalmente a livello politico. L'Ucraina diventerebbe una specie di stato satellite della Russia.

Un gran numero di politici, rappresentanti dei media e altri attori considereranno queste affermazioni "oltraggiose". Sosterranno che l'Ucraina ha il diritto di difendersi. Se qualcuno qui ha infranto la legge e dovrebbe deporre le armi, quella è la Russia.

A questo punto devi fermarti.

Proprio come la maggior parte delle creature su questo pianeta si difenderà se attaccata, così come ogni essere umano ha il diritto di difendersi se attaccato, l'Ucraina ha la legge dalla sua parte. Ma: c'è una differenza tra avere ragione e insistere per aver ragione. Chiunque venga aggredito nella propria casa ha tutto il diritto del mondo di difendersi. Se 10 uomini armati mirassero al padrone di casa e alla sua famiglia e gli dessero la scelta: uscire di casa o morire!, allora una difesa, un'insistenza sui suoi diritti, anche nei confronti della sua stessa famiglia, non sarebbe eroica e ammirevole, ma stupida .

In una guerra bisogna considerare: chi vuole la pace? E chi vuole la pace solo a determinate condizioni? Coloro che subordinano la pace saranno in guerra per molto tempo.

Gli ucraini sono liberi di difendersi. Non hanno alcun diritto di sostenerli nella loro lotta e quindi anche nel prolungamento della guerra, nell'omicidio e nella sofferenza indicibile da entrambe le parti. Se “gli” ucraini vogliono combattere questa battaglia, allora è la loro battaglia: 5 milioni di rifugiati e il divieto di lasciare il Paese per gli uomini di “età militare” tra i 18 ei 60 anni sollevano dubbi. Non può e non deve essere la lotta dell'“Occidente” e certamente non la lotta della Germania.

Se alcuni ucraini, "ravvivati" dallo spirito combattivo, vogliono lottare per "l'onore", il "popolo", la "libertà" e quant'altro, fino all'ultima goccia di sangue, allora devono pagare il prezzo di questa decisione. Non puoi aspettarti che gli altri paghino lo stesso prezzo. Eppure questo è sempre più il caso in un altro confronto tra NATO e Russia. Inoltre, cosa pensare delle vittime che trascinano il mondo in una grande guerra? Anche se, per dirla più precisamente: questa non è certamente l'intenzione degli "ucraini". È l'élite politica del paese che agisce in modo irresponsabile. Una ricerca su Google News per il termine "terza guerra mondiale" emette attualmente oltre 50.000 risultati. Questo dovrebbe farti pensare.

Coloro che sostengono che gli aiuti militari all'Ucraina hanno un "obbligo morale", nella migliore delle ipotesi, agiscono in modo ingenuo e ignorante. Nel peggiore dei casi, dietro c'è un'intenzione perfida. È ingenuo e ignorante se le persone non riconoscono cosa significhino concretamente il supporto militare, cosa significhino effettivamente le consegne di armi per la difesa. Vale a dire: con le pistole "buone" di "noi", i giovani soldati ucraini sono abilitati a sparare alla testa ai giovani soldati russi. Le nostre armi di difesa fanno sì che i soldati russi, che sono anche umani, vengano fatti a pezzi e bruciati vivi nei loro carri armati. Se questi soldati sono venuti per uccidere, o se si stanno cagando i pantaloni perché, come alcuni soldati ucraini, hanno così poco interesse per questa guerra, né chi fornisce le armi né chi le fornisce sanno che usano. Questo è solo un esempio.

Molti di coloro che sono favorevoli alle consegne di armi all'Ucraina non possono o non vogliono immaginare cosa significhi il termine "difesa" dal suono moralmente bello ma anche molto astratto in questa situazione di guerra. Nell'atmosfera familiare dell'ufficio domestico, l'orrore che emana dalle "armi da difesa" può essere facilmente trascurato. Alla fine, la forza finale dell'arma può decidere ciò che alcuni osano chiamare "vittoria" in un completo errore di valutazione e abbellimento della realtà.

Ma fino ad allora, queste armi creeranno il caos. Chiunque voglia davvero seguire questa strada dovrebbe andare in prima linea lui stesso; dovrebbe prendere la pistola in mano, mirare, mirare, premere il grilletto contro i giovani in uniforme che considera nemici. E poi possa mostrare vero coraggio. Poi possa tornare a casa dai genitori e dalle famiglie degli assassinati, guardarli in faccia e dire: "Ho tolto la vita a tuo figlio perché penso che non meritasse più di vivere".

Attenti a un falso senso di giustizia! Non si tratta di una madre che viene aggredita per strada e che deve essere affrettata ad aiutare. Si tratta di una guerra. Questa guerra ha cause politiche complesse. Chi vuole “aiutare” deve comprendere sia le dinamiche che gli effetti di una guerra e le sue cause. L'obiettivo di un aiuto reale, di cui il popolo ucraino ha urgente bisogno, non può che essere quello di fermare le uccisioni, spararsi a vicenda, attaccare e difendere, difendere e attaccare, il più rapidamente possibile. Lo scopo non può essere quello di aiutare un gruppo a uccidere il maggior numero possibile di avversari. Il vero aiuto arriva solo attraverso la diplomazia, la ragione e l'intuizione.

La domanda eretica che circonda questa guerra è: perché noi, "i bravi ragazzi", non facciamo arrendere l'Ucraina? Se si tratta davvero di "pace", se vogliamo che l'orrore della guerra finisca immediatamente e tutte le immagini indicibili di sofferenza, distruzione e ancora sofferenza e distruzione, allora perché agiamo in un modo tale? guerra e questo orrore?

La risposta onesta a questa domanda è che molti di coloro che appaiono pubblicamente come "aiutanti" dell'Ucraina agiscono per motivi che dovrebbero essere disprezzati. Vogliono indebolire la Russia, sia per odio personale nei confronti della Russia e di Putin, sia per ragioni politiche. Non vogliono cedere l'Ucraina alla Russia perché la Russia sarebbe geostrategicamente rafforzata se l'Ucraina fosse annessa. In poche parole: parli di pace, ma vuoi la guerra.

I giorni della rivista Focus riportavano che in Ucraina operavano forze speciali britanniche e americane. Secondo i media, gli Stati Uniti stanno anche addestrando soldati ucraini in Germania. Perché questi paesi "aiutano" l'Ucraina in questo modo? Per pura misericordia? La risposta è: per i propri interessi politici.

La politica dell'Occidente in questa guerra è quella delle lingue biforcute.

Molti sostenitori di un sostegno "robusto" all'Ucraina mascherano le loro motivazioni completamente ignobili in termini dal suono nobile come democrazia, libertà, diritti umani. La “nostra” libertà è difesa poco in Ucraina come nell'Hindu Kush. L'"aiuto" dei militaristi è come una maestra d'asilo che in una colluttazione mette un coltello nella mano del bambino sconfitto perché possa "difendersi". Il tuo "aiuto" porterà morte e distruzione! Se ne dubiti, si consiglia un semplice confronto con la realtà. Accendi il telegiornale e guarda che aspetto ha un paese devastato dalla guerra. I soldati russi sparano alle case con i loro carri armati e fucili, i soldati ucraini sparano ai russi dalle case. Un colpo richiede il colpo successivo. Molti colpi portano alla distruzione totale. Coloro che sono favorevoli alle spedizioni di armi devono affrontare questa verità.

Come sempre, coloro che vogliono creare la pace con la controviolenza si presentano in pubblico come “i bravi ragazzi”. Non dimentichiamo ciò che hanno fatto in passato alcuni sostenitori della democrazia, della libertà e dei diritti umani. Hanno sganciato bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, uccidendo circa 200.000 persone quasi in una volta; hanno usato il defoliante Agent Orange in Vietnam, causando danni incalcolabili a coloro che sono stati esposti al veleno, per non parlare delle circa 400.000 tonnellate di bombe incendiarie al napalm; l'invasione di Panama, per fragili ragioni, durante la quale durante la notte sono state sganciate diverse centinaia di bombe, anche su aree residenziali di un paese sovrano, è a loro carico; la “buona” coalizione dei volenterosi ha attaccato l'Iraq, un paese sovrano, mentendo e, a seconda della fonte, ha ucciso circa 500.000 iracheni – trascurano elegantemente il fatto che, secondo Spiegel, sono state sganciate 88.500 tonnellate di bombe. In questa lista, che può essere presa solo come esempio, non dovrebbe mancare un riferimento alle circa 50.000 vittime dell'operazione dei servizi segreti "Operazione Condor". Se dovessero essere elencate tutte le violazioni del diritto internazionale, i crimini e le atrocità commesse da coloro che appartengono alla tradizione dei "bravi ragazzi" negli ultimi decenni, lo spazio qui concesso non sarebbe sufficiente.

A questo punto puoi letteralmente sentire "i bravi ragazzi" urlare "whataboutism!", nel senso che considerano il riferimento ai crimini dell'Occidente come una distrazione e una relativizzazione della violazione del diritto internazionale da parte della Russia. Sono molto abili nell'incomprensione strategicamente. I crimini dell'Occidente non legittimano i crimini della Russia. Tuttavia, quando coloro che in Occidente sono nella tradizione dei guerrafondai le cui mani sono macchiate del sangue del passato parlano di "sostenere" l'Ucraina, si consiglia cautela. Come autorità morale sono comunque squalificati. Chiunque segua la "bussola morale" di questi "bravi ragazzi" deve stare attento a non stringere la mano al diavolo in persona a un certo punto.

 

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina
Notizie + conoscenze di base

***

conoscenze di base

 

**

reattore.de

 

Mappa del mondo nucleare:

Il mondo ha bisogno di pace, la guerra distrae solo dai veri problemi...

*

La ricerca interna:

guerra di pace

ha portato, tra gli altri, i seguenti risultati:

 

05 marzo 2022 - Le conseguenze economiche della guerra in Ucraina

*

12 marzo 2022 - Coraggio avvelenato

*

14 dicembre 2021 - 50 premi Nobel chiedono un chiaro disarmo

 

**

Canale YouTube - Fallimento del reattore

 

Terra X - 09:21

Una breve storia di pace

*

arte documentario - 00:01:54 - Estratto da "Wy We Fight - America's Wars"

Il presidente degli Stati Uniti Dwight D. Eisenhower: avvertimento sul complesso militare-industriale

*

arte documentario - 01:38:43

Documentario: Perché combattiamo - Le guerre americane - Il complesso militare-industriale

 

Si aprirà in una nuova finestra! - Playlist del canale YouTube "Reaktorpleite" - radioattività in tutto il mondo... - https://www.youtube.com/playlist?list=PLJI6AtdHGth3FZbWsyyMMoIw-mT1Psuc5Playlist - radioattività in tutto il mondo...

Questa playlist contiene oltre 150 video sull'argomento

 

**

Ecosia

Questo motore di ricerca sta piantando alberi!

 

Ricerca per parola chiave: pace+guerra

https://www.ecosia.org/search?q=Frieden+Krieg

 

**

wikipedia

 

Alla pace eterna

Una bozza filosofica (prima edizione 1795) è una delle opere più note del filosofo tedesco Immanuel Kant. I significati moderni del termine pace risalgono decisamente alla teoria qui presentata.

Nella forma di un trattato di pace, Kant applica la sua filosofia morale (cfr. Fondazione per la metafisica della morale, imperativo categorico) alla politica per rispondere alla domanda se e come sarebbe possibile una pace duratura tra gli stati. Per fare ciò, devono essere rispettate le massime razionali, che sono sviluppate dai concetti sottostanti. Per Kant, la pace non è uno stato naturale tra le persone, deve quindi essere stabilita e assicurata. Kant dichiara che la concessione della pace è una questione di politica, che deve subordinare altri interessi all'idea cosmopolita di un ordinamento giuridico universale; perché in appendice dice: "I diritti del popolo devono essere mantenuti sacri, per quanto grande il sacrificio possa costare al potere dominante." Emanuele Kant: AA VIII, 380

Le idee del diritto internazionale, che richiedono che gli accordi internazionali siano vincolanti, e l'orientamento della pace come trattato internazionale, sono diventate note. In Relazioni internazionali, "Pace perpetua" è assegnata alle teorie liberali. La Carta delle Nazioni Unite è stata significativamente influenzata da questo scritto...

 

**

Torna a:

Newsletter XX 2022 - 13-19 maggio | Articolo di giornale 2022

 

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina
Notizie + conoscenze di base

***

Chiama per le donazioni

- Il THTR-Rundbrief è pubblicato dal 'BI Environmental Protection Hamm' ed è finanziato da donazioni.

- Il THTR-Rundbrief è diventato nel frattempo un mezzo di informazione molto notato. Tuttavia, ci sono costi in corso dovuti all'ampliamento del sito web e alla stampa di fogli informativi aggiuntivi.

- Il THTR-Rundbrief ricerca e riporta in dettaglio. Per poterlo fare, dipendiamo dalle donazioni. Siamo felici di ogni donazione!

Donazioni conto:

BI protezione ambientale Hamm
Scopo: circolare THTR
IBAN: DE31 4105 0095 0000 0394 79
BIC: WELADED1HAM

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina


***

 

GTranslate

deafarbebgzh-CNhrdanlenettlfifreliwhihuidgaitjakolvltmsnofaplptruskslessvthtrukvi
high-power-derfilm.jpg