Il fallimento del reattore - THTR 300 Le newsletter THTR
Studi su THTR e molto altro. L'elenco dei guasti THTR
La ricerca HTR L'incidente THTR nello 'Spiegel'

Le newsletter THTR del 2005

***


        2021 2020
2019 2018 2017 2016 2015 2014
2013 2012 2011 2010 2009 2008
2007 2006 2005 2004 2003 2002

***

Newsletter THTR n. 98, marzo 2005


Successo in Sudafrica: il processo PBMR deve essere rilanciato!

La Corte Suprema sudafricana ha preso un'importante decisione sullo stato di avanzamento del processo di valutazione dell'impatto ambientale del progetto Pebble Bed Modular Reactor (PBMR) in Sudafrica. L'organizzazione ambientalista Earthlife Africa aveva lamentato che gli operatori non avevano messo a disposizione del pubblico tutti i fatti rilevanti e che non si era svolto un adeguato processo di consultazione. Nel suo verdetto di 40 pagine, la corte era d'accordo con gli ambientalisti. Il governo ha accettato il verdetto. Questa decisione significa che la procedura deve essere riavviata. Secondo gli osservatori, ciò comporterà un ritardo di circa un anno. - Un grande successo per gli ambientalisti sudafricani!

La Cina sta entrando massicciamente nel business HTR!

"Mangia prima la pizza dopo l'incidente"

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

"Gli ingegneri hanno fatto l'impensabile: hanno spento i sistemi di sicurezza del piccolo reattore, poi hanno dato il massimo e tirato fuori le barre di controllo dalla camera di combustione a piena potenza - e questo alla periferia di Pechino. In tutte le altre centrali nucleari impianti nel mondo ci sarebbe stato un disastro di Chernobyl Ma i cinesi erano sicuri della loro causa e hanno invitato 60 esperti da tutto il mondo nella sala di controllo del loro reattore sperimentale HTR-10 per lo spettacolare esperimento.Gli ospiti nella sala di controllo hanno applaudito con sollievo quando il disastro non si è materializzato".

La rivista svizzera "FACTS" ha riferito di questo macabro evento il 21.10.2004 ottobre 2004 con riconoscibile ammirazione e ha aggiunto qualcosa: "La Meiler è 'sicuro a piedi', dicono i suoi inventori. In altre parole: dopo un incidente, il il team di servizio potrebbe prima mangiare la pizza e prendersi il tempo necessario per discutere cosa fare dopo. " Questo evento è stata la conferenza internazionale HTR nel settembre 93 (vedi THTR-RB n. XNUMX).

Nel 2010, HTR dovrebbe fornire elettricità

Nel frattempo, gli sforzi decennali della lobby tedesca HTR hanno dato i loro frutti. Spiegel-Online riportava l'8 febbraio 2: "Un consorzio energetico cinese ha già selezionato un cantiere nella provincia di Shandong, riporta il "Financial Times", dove verrà costruito un reattore da 2005 megawatt che funzionerà secondo il principio del letto di ciottoli.
Un responsabile della compagnia energetica cinese Huaneng ha affermato che la centrale dovrebbe iniziare a funzionare entro cinque anni. Ciò renderebbe la Cina un pioniere in termini di tecnologia nucleare. Il Paese ha urgente bisogno di nuove fonti di energia per soddisfare la sete energetica dell'economia in forte espansione”.

A bordo anche gli amici del Pebble Bed Modular Reactor (PBMR): "Il presidente sudafricano Thabo Mbeki ha annunciato di voler collaborare con la Cina per l'ulteriore sviluppo della tecnologia". L'11 febbraio 2, il VDI-Nachrichten, molto favorevole all'industria, ha osservato con cautela questo sviluppo: "Tuttavia, i critici vedono i reattori a letto di ciottoli come un obiettivo per gli attacchi terroristici. Inoltre, rimane la domanda su come smaltire i rifiuti radioattivi. "

La rivista svizzera "FACTS" citata sopra, d'altra parte, lascia che il professor Günter Lohnert, che ha lavorato in precedenza per Siemens, entusiasma in modo completamente acritico sul piccolo HTR, che non è indiscusso dai lettori. Questo professore è stato coinvolto nello sviluppo dell'HTR per quasi 30 anni, ha cercato di parlare con l'Indonesia di questo reattore (vedi THTR-RB n. 89) e ha ricoperto la cattedra presso l'Institute for Nuclear Energy Technology and Energy Systems (IKE) presso l'Università di Stoccarda dal 1997. Qui, sotto Rotgrün, la ricerca HTR viene condotta con fondi UE e ora viene ampliata in un "centro di competenza per tutte le questioni rilevanti relative all'energia nucleare". Per il futuro, Lohnert si affida ai moduli HTR e in seguito cita il THTR a Hamm-Uentrop: "È stato un errore cruciale ridimensionare il reattore".

Per 30 anni attività di lobbying per gli HTR cinesi

La continuità decennale con cui i lobbisti di HTR hanno promosso i contatti con la Cina è notevole. Gli ingegneri dell'Associazione delle grandi centrali elettriche di Essen (VGB) si sono recati in Cina già nel 1976 e hanno inviato inviti in Germania. Il 19 gennaio 1, il vice ministro dell'Energia cinese, Chan Pin, visitò il THTR ad Hamm-Uentrop. Nel periodo successivo, la società con sede a Essen Innotec Energietechnik KG aveva in programma di commercializzare in Cina HTR più piccoli. Negli anni '1978 vi furono intensi contatti tra il Centro di ricerca nucleare Jülich e l'Università Tsinghua di Pechino (vedi THTR RB n. 80). La controllata Siemens Interatom e il gruppo svedese-svizzero (ABB) stavano progettando sistemi di moduli HTR in Cina in quel momento. Il massacro di piazza Tienanmen del 88 a Pechino non ha intaccato le relazioni. Tra il 1989 e il 1990, scienziati tedeschi e cinesi hanno lavorato insieme al Forschungszentrum Jülich (FZJ) su tre studi/conferenze sull'HTR in Cina. E nel 1993 l'FZJ ha attirato con orgoglio l'attenzione sul tema della loro cooperazione scientifica con l'Istituto di tecnologia di ingegneria nucleare (INET) dell'Università Tsinghua di Pechino con le seguenti parole: "Analisi di sicurezza per il reattore cinese HTR-2002".

Grazie a "FACTS", stanno venendo alla luce alcuni dettagli estremamente interessanti del collegamento Pechino-Jülich: "Il fisico nucleare Wang Dazhong, ora presidente dell'Università di Pechino di Tsinghua, aveva stretti legami con l'FZJ di Aquisgrana nei primi anni '80 , HB) e fu il primo scienziato a scrivere la sua tesi di dottorato sui piccoli reattori a letto di ghiaia autobloccanti. Wang riconobbe il crescente fabbisogno energetico del suo paese e convinse la nomenclatura di Pechino. (...) L'Università di Tsinghua ricevette inizialmente denaro comprò ai tedeschi le macchine in disuso per la fabbricazione delle sfere di combustione, poi la Cina acquisì i progetti elaborati in Germania per il piccolo reattore a letto di ciottoli”!!!

Lo scandalo "dimenticato" di HTR Hanau

Le macchine che sono state spente per la produzione delle sfere dell'elemento combustibile possono essere solo impianti dell'azienda Hobeg nella fabbrica di plutonio di Hanau. La vendita deve essere avvenuta diversi anni fa e non ci sono state proteste sui media, come l'anno scorso quando il complesso di plutonio di Hanau è stato esportato in Cina! In secondo luogo, anche dopo che il THTR è stato chiuso, è ancora possibile guadagnare dalla vendita dei suoi brevetti. In questo modo, c'è ancora un po' di spazio di manovra per i ricercatori nucleari impegnati in tempi di budget ristretti e la restrizione alla "ricerca sulla sicurezza".

Inoltre, ci sono ancora alcune domande: l'FZJ ha beneficiato? O chi altro? Ancora sotto rosso-verde dopo il 1998? Che gioco schifoso è quando la linea HTR può essere diligentemente ricercata in sicurezza, i prodotti risultanti vengono poi venduti all'industria nucleare all'estero e poi la lobby nucleare, supportata da molti media, sottolinea accusatoria con l'indice alzato: questo è un rimprovero ha sottolineato all'estero la linea di reattori avanzati utilizzata come una cosa ovvia!

È incredibile: un piccolo gruppo di lobbisti HTR nel Forschungszentrum Jülich (e spesso anche a Karlsruhe) attira studenti fedeli da decenni, li invia in tutto il mondo, mantiene i contatti, vende brevetti per buoni soldi e deve solo aspettare fino a quando il le persone hanno riempito le posizioni giuste - e poi quello che attualmente non è permesso fare in Germania sarà fatto: un HTR dopo l'altro sarà costruito!

E nessuno di Rotgrün impedisce loro di continuare a giocare a questo giochetto. Il 2 febbraio, il ministro dell'Ambiente della NRW Bärbel Höhn è stato ancora una volta

a Julich. Era interessata solo alla ricerca sui fertilizzanti e sugli agenti fitosanitari. L'energia nucleare dovrebbe essere un tabù prima delle elezioni statali della NRW.

Nel 2000, un comitato interministeriale (IMA) composto da rappresentanti del Ministero dell'Economia, delle Finanze, degli Affari Esteri e degli Aiuti allo Sviluppo ha approvato le garanzie Hermes della Cina per promuovere la fornitura di tecnologia nucleare tedesca. "Die Zeit" era il titolo del 16 marzo 2000: "La Germania incoraggia la Cina a iniziare con l'energia nucleare" e concludeva dicendo: "Tutti sanno che l'industria nucleare lega le sue possibilità di sopravvivenza all'ingresso in Cina". Il calcolo ha funzionato e la burocrazia ministeriale rossoverde aiuta diligentemente e continua a gridare: è solo ricerca sulla sicurezza, ricerca sulla sicurezza, ricerca sulla sicurezza! 

fiore di Horst

Il Pakistan ha fornito Teheran

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

In THTR-RB n. 95 ho descritto come l'allievo tedesco-olandese Urenco e Jülich Khan ha ottenuto informazioni e fonti di approvvigionamento per la costruzione di centrifughe all'uranio negli anni '70 e ora sta mettendo in pericolo il mondo intero. La storia infinita fa il suo corso:

"Il governo pakistano ha ammesso per la prima volta il trasferimento di tecnologia nucleare all'Iran da parte dell'ex capo del programma di armi nucleari pakistano. Abdul Qadeer Khan ha consegnato un sistema di centrifuga all'Iran, ha detto giovedì a Islamabad il ministro dell'informazione Sheik Rashid Ahmed. Un ha concluso ancora Ahmed l'interrogatorio di Khan da parte di investigatori stranieri o internazionali, considerato il “padre della bomba atomica islamica”. in Iran, Libia e Corea del Nord ma per i suoi servizi è stato graziato dal presidente Pervez Musharraf”. (Nuova Germania, 2004 marzo 11)

Accordo internazionale HTR

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

"Stati Uniti, Canada, Francia, Gran Bretagna e Giappone hanno firmato lunedì a Washington un accordo per lo sviluppo di tecnologie nucleari all'avanguardia. Secondo il segretario all'Energia degli Stati Uniti Samuel Bodman, i sistemi previsti della cosiddetta quarta generazione (tra cui la linea HTR L'ambasciatore francese Jean-David Lévitte ha dichiarato durante la cerimonia che i primi reattori di nuova generazione sono attesi tra 30 anni, e che l'accordo è previsto nei prossimi mesi firmato da Argentina, Brasile, Svizzera, Corea del Sud e Sudafrica e l'Agenzia europea per l'energia atomica Euratom". (Da: Neues Deutschland, 2 marzo 3)

FZ Jülich sta lavorando alla linea HTR

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

In THTR-RB n. 92 dell'agosto 2004, è stato pubblicato un elenco di 20 lavori di ricerca, in alcuni casi molto estesi, del Forschungszentrum Jülich, che è stato registrato sotto un governo federale rosso-verde tra il 1998 e il 2004. Nel frattempo sono state aggiunte alcune nuove versioni e ne abbiamo notata solo una più vecchia. Quindi ecco il supplemento alla vecchia lista:

2004

Scrivi: "Analisi e test di sicurezza HTGR in Germania". Atti del seminario dell'AIEA su "Dimostrazione di sicurezza e potenziale di mercato per reattori raffreddati a gas ad alta temperatura", Pechino, Cina. Articolo in un libro e CD-ROM

Kühn, Hinssen, Moormann: "Differenze tra il comportamento di ossidazione delle grafiti della matrice degli elementi di combustibile A3 nell'aria e nel vapore e la sua rilevanza sull'andamento degli incidenti negli HTR". Atti dell'ICAPP 04, Pittsburg, USA

Moormann, Hinssen, Kühn: "Comportamento all'ossidazione di una grafite a matrice di elementi di combustibile HTR in ossigeno rispetto a una grafite nucleare standard". In: Ingegneria e progettazione nucleare, 277 (2004), pp. 281-284

2000

Bisplinghoff, Lochny, Fachinger, Brüchner: "Caratterizzazione radiochimica della grafite dal reattore sperimentale Jülich (AVR)." In: Energia nucleare, 39 (2000), pp. 311-315

Il THTR dopo il 2009

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Risposta del Ministero dei trasporti, dell'energia e della pianificazione statale NRW alle nostre domande sul contenimento/smantellamento sicuro e sul finanziamento del THTR dopo l'anno 2009 dal 3.1.2005:

"Queste domande (da 1 a 4; HB) riguardano il finanziamento in corso del restante impianto THTR, che deve essere organizzato tra qualche anno. La sua lettera è stata inoltrata al Ministero delle finanze per una risposta.

Finora, l'autorità di autorizzazione nucleare non ha ricevuto una domanda di licenza per modificare in modo significativo l'impianto residuo approvato, e secondo l'accordo tra il governo federale e le società di fornitura di energia del 14.6. Nel 2000, inoltre, non è prevedibile che tale domanda venga presentata nel prossimo futuro.

Secondo la sezione 9a, paragrafo 3 della legge sull'energia atomica, il governo federale deve istituire strutture per la custodia e lo stoccaggio finale dei rifiuti radioattivi. Secondo molteplici dichiarazioni del governo federale, sulla base dell'accordo delle parti della coalizione che le sostengono il 20 ottobre 10, il governo federale prevede di mettere in funzione un deposito per tutti i tipi di rifiuti radioattivi entro il 19998. Per il momento, non è necessario che il governo statale decida sulla prosecuzione del recinto sicuro approvato o sull'ulteriore smantellamento dell'impianto THTR, per il quale un deposito disponibile sarebbe generalmente una misura efficiente come per altri progetti di smantellamento nucleare.

Non è sufficiente, come pensavi, designare un deposito; un deposito per tutti i tipi di scorie radioattive deve essere effettivamente disponibile in Germania.

Il governo federale mira a disporre di un archivio operativo disponibile entro il 2030 circa. A loro avviso, la disponibilità operativa di un deposito per i rifiuti che generano calore non sarà necessaria nemmeno intorno al 2030 da un punto di vista tecnico, scientifico ed economico. Nel prossimo futuro, come supponevi, non è prevedibile che un repository corrispondente sarà disponibile in Germania prima del 2030. Ciò significa che le condizioni al contorno che hanno portato alla decisione di stabilire un contenimento sicuro del THTR e il mantenimento delle operazioni di monitoraggio del contenimento non sono cambiate." Wilfried Hohmann, 15 febbraio 2

Un articolo sulle nostre domande era nel WA il 4 febbraio 2

Incidente nell'impianto di stoccaggio nucleare di Ahauser:

Grotta di stalattiti

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

"Il pressostato difettoso fa scattare il sistema di monitoraggio. Le iniziative antinucleari lamentano una mancanza di sicurezza: il magazzino assomiglia a una "grotta di stalattiti", le ruote delle scorie nucleari continuano ad arrugginire.

Il pressostato difettoso di una botte di Castor ha attivato domenica il sistema di monitoraggio del deposito temporaneo di elementi di combustibile di Ahaus. Tuttavia, il contenitore nucleare era sempre completamente a prova di perdite e la radioattività non era sfuggita, ha annunciato martedì la società operativa "Impianto di stoccaggio di elementi di combustibile Ahaus". Secondo la società a responsabilità limitata, la parte difettosa è stata ora sostituita in coordinamento con le autorità di vigilanza. "In nessun momento c'è stato alcun pericolo", afferma Lothar Wittenberg, portavoce del ministro dell'Energia del Nord Reno-Westfalia, Axel Horstmann (SPD).

Ora i Verdi e le iniziative antinucleari chiedono che sull'incidente si svolga un'indagine approfondita. "I responsabili del deposito temporaneo devono chiarire esattamente dove si trovava l'errore", chiede Rüdiger Sagel, portavoce del gruppo parlamentare verde - dopotutto, ad Ahaus si sono verificati più volte incidenti gravi. "Avevamo già le ruote arrugginite."

Gli attivisti antinucleari si occupano anche di questo: la sala in cui sono conservate le ruote è "totalmente bagnata", come "una grotta di stalattiti", si lamentano Matthias Eickhoff dell'iniziativa di Münster Resistance to nuclear facilities e Felix Ruwe dell'anti -Iniziativa dei cittadini nucleari (BI) Ahaus d'accordo. Per garantire il raffreddamento di grandi contenitori Castor con barre di combustibile, ad esempio provenienti dalle centrali nucleari di Grundremmingen e Neckarwestheim, la sala dovrebbe essere raffreddata ad aria. "E ora sta piovendo attraverso i grandi buchi."

Per i grandi contenitori di scorie nucleari, che al momento della consegna avevano una temperatura esterna di circa 100 gradi, l'umidità non è un problema, secondo gli attivisti antinucleari. Attualmente, ad Ahaus sono stoccate anche 305 ruote più piccole con elementi di combustibile altamente radioattivi provenienti dal reattore ad alta temperatura al torio (THTR) dismesso di Hamm e si stanno arrugginendo. Burkhard Helling, presidente della BI Ahaus, parla di "fori presunti delle dimensioni di una piastra". I coperchi superiori dei contenitori avrebbero dovuto essere svitati, sabbiati e dipinti dal pittore Ahauser Heuten. Anche il portavoce del deposito ad interim Jürgen Auer conferma il nocciolo dei problemi, ma vuole solo parlare di "pellicola arrugginita". Tuttavia, tutti i 305 contenitori THTR sono attualmente sottoposti a una nuova "vernice anticorrosiva".

Non basta per le iniziative antinucleari. Dubitano della tenuta dei contenitori radianti delle scorie nucleari: "Dopo la sabbiatura e la verniciatura, non si tratta più del presunto sigillo di precisione". (Da: TAZ-Ruhr del 10.3.2005 marzo XNUMX)

Prendere nota di:

Domenica 17 aprile 2005 a partire dalle ore 14 dal municipio di Ahaus avrà luogo una dimostrazione della BEZ. Gli agricoltori vogliono partecipare con molti trattori alla protesta contro il trasporto di Castor da Rossendorf ad Ahaus. Questo trasporto deve aver luogo subito dopo le elezioni statali della NRW. Bisogna fare molta pressione in anticipo per evitare questi trasporti! Informazioni: www.bi-ahaus.de , www.wigatom.de

I Gronau Greens lasciano riposare l'appartenenza al partito!

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

I Verdi Gronau vogliono tirare il cordone: in una lettera hanno fatto sapere all'esecutivo federale e statale, nonché alle fazioni parlamentari federali e statali di Bündnis 90 / Die Grünen, che sospenderanno la loro appartenenza al partito fino a nuovo avviso.

Lo sfondo di ciò è l'approvazione concessa dal governo dello stato rosso-verde per espandere l'impianto di arricchimento dell'uranio dalle attuali 1800 a 4500 tonnellate di lavoro di separazione dell'uranio all'anno. I Verdi sono rimasti scioccati nell'apprendere l'approvazione del giornale, scrive Rüdiger Bartels alla direzione del partito. E: È quindi chiaro che la sede di Gronau sta promuovendo in modo massiccio l'espansione dell'industria nucleare in Germania e nel mondo. Bartels e la dozzina di commilitoni della locale associazione Gronau considerano l'approvazione un affronto. A questo punto in particolare, ci aspettavamo che lo stato rosso-verde o il governo federale prendessero tutte le misure possibili per impedire politicamente l'espansione dell'impianto di arricchimento dell'uranio.

Invece, il permesso di ampliamento è stato concesso senza apparente resistenza, un approccio che i Verdi in loco percepiscono come uno schiaffo in faccia (Bartels) e che non ritengono possibile. Soprattutto in considerazione del fatto che l'associazione locale è stata fondata nel 1982 con l'obiettivo di prevenire l'impianto di arricchimento dell'uranio.
Bartels continua nella lettera: Ci saremmo aspettati che i Verdi a livello statale e federale avrebbero chiarito al partner della coalizione che l'approvazione per la massiccia espansione dell'impianto di arricchimento dell'uranio significa guerra e la fine della cooperazione. A seguito dell'approvazione che è stata ora concessa, non è inoltre chiaro come l'obiettivo di lasciare l'industria nucleare in Germania e nel mondo possa ancora essere raggiunto.

I Verdi di Gronau si aspettano ora risposte plausibili, ad esempio alle domande su come si sentono i Verdi sull'uscita dall'industria nucleare e su come l'impianto di Gronau dovrebbe essere trattato in futuro. Bartels: Solo con queste risposte è possibile per noi continuare a rappresentare la politica verde a Gronauer.
Le alternative locali vogliono dare alla dirigenza del loro tempo il tempo per le risposte entro il 31 marzo. Bartels: Se non ci sarà risposta entro allora o se le risposte non saranno soddisfacenti, termineremo la nostra iscrizione. (Da: Westfälische Nachrichten del 18 febbraio 2)

SPD: Cinismo nell'espansione della SAU

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Le iniziative antinucleare del Münsterland reagiscono con grande indignazione alle dichiarazioni dei ranghi del gruppo parlamentare SPD a Düsseldorf in relazione all'ampliamento dell'impianto di arricchimento dell'uranio (UAA) a Gronau, approvato a febbraio.

Werner Bischoff, portavoce del gruppo parlamentare per la politica economica, aveva dichiarato in un'intervista al giornale per la SPD, tra l'altro, che "l'espansione a Gronau non scuoterà affatto l'uscita". Ha anche affermato che il NRW-SPD si occupa esclusivamente di creare fino a 150 posti di lavoro.
Consideriamo queste affermazioni stupide e ciniche in due modi. Da un lato, è un'evidente contraddizione decidere di eliminare gradualmente l'energia nucleare a Berlino e poi di espandere un impianto nucleare a Gronau che viene utilizzato esclusivamente per rifornire di combustibile nucleare le centrali nucleari di tutto il mondo. Chi vuole eliminare gradualmente l'energia nucleare non deve investire nel futuro dell'energia nucleare.

Perché l'ampliamento della SAU è destinato a coprire, tra l'altro, la futura necessità di nuove centrali nucleari. Chiunque annunci ufficialmente la propria uscita in patria, ma voglia fare buoni affari con l'energia nucleare all'estero, agisce semplicemente in modo mendace. D'altra parte, la tecnologia dell'arricchimento dell'uranio è di eccezionale importanza militare. La bomba atomica è già stata costruita in Pakistan con la tecnologia della società operativa dell'UAA Urenco. L'Iran è accusato di voler utilizzare questa tecnologia per costruire la propria bomba atomica. Ecco perché l'Agenzia internazionale per l'energia atomica sta lavorando con le Nazioni Unite e per conto degli Stati Uniti per attuare una moratoria mondiale sull'arricchimento dell'uranio.
L'affermazione della SPD che si tratta di posti di lavoro a Gronau è cinica in questo contesto. Ovviamente, alla SPD non interessa cosa viene prodotto nella SAU Gronau e chi viene rifornito con il combustibile nucleare. Mentre la fallita politica industriale della NRW-SPD ha perso migliaia e migliaia di posti di lavoro in NRW negli ultimi decenni, se ne aggiungono 150 nuovi
Posti di lavoro a Gronau le statistiche sulla disoccupazione NRW di oltre 1 milione di disoccupati belli. Questo è un punto assolutamente basso anche per l'SPD quando si tratta di giustificare la sua politica favorevole al nucleare.

Alla luce di una tale politica nucleare, non siamo sorpresi che l'SPD sia chiaramente in ritardo nei sondaggi elettorali. La gente del Münsterland deve riconoscere che un governo statale guidato dall'SPD sta cementando il futuro degli impianti nucleari di Gronau e Ahaus. La SPD prevede inoltre di portare nuovi trasporti Castor da Dresda ad Ahaus alla fine di maggio. Nessuno dovrebbe votare per un partito che ha politiche così sfacciate contro il proprio popolo.
Chiediamo pertanto intense proteste contro i piani nucleari del governo statale rosso-verde a Gronau e Ahaus nelle prossime settimane e mesi al fine di promuovere l'eliminazione graduale del nucleare nel Münsterland. (6 marzo 3) 

Firmatario: 

BI "No scorie nucleari in Ahaus", resistenza contro gli impianti atomici (WIGA) Münster, alleanza d'azione Münsterland contro gli impianti atomici, popolo contro gli impianti atomici (MEGA) Waltrop

Cari lettori!

È la campagna elettorale dello stato della NRW. Mi piace tenere la mia conferenza "Esportazione di HTR dal Nord Reno-Westfalia in tutto il mondo" non solo a Münster e Hamm, ma anche in altri luoghi. 

fiore di Horst

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina

***

Chiama per le donazioni

- Il THTR-Rundbrief è pubblicato da 'BI Umwelt Hamm e. V.' emessi e finanziati da donazioni.

- Il THTR-Rundbrief è diventato nel frattempo un mezzo di informazione molto notato. Tuttavia, ci sono costi in corso dovuti all'ampliamento del sito web e alla stampa di fogli informativi aggiuntivi.

- Il THTR-Rundbrief ricerca e riporta in dettaglio. Per poterlo fare, dipendiamo dalle donazioni. Siamo felici di ogni donazione!

Donazioni conto:

BI protezione ambientale Hamm
Scopo: circolare THTR
IBAN: DE31 4105 0095 0000 0394 79
BIC: WELADED1HAM

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina

***

GTranslate

deafarbebgzh-CNhrdanlenettlfifreliwhihuidgaitjakolvltmsnofaplptruskslessvthtrukvi
nr12.jpg