Il fallimento del reattore - THTR 300 Le newsletter THTR
Studi su THTR e molto altro. L'elenco dei guasti THTR
La ricerca HTR L'incidente THTR nello 'Spiegel'

***


      2022 2021 2020
2019 2018 2017 2016 2015 2014
2013 2012 2011 2010 2009 2008
2007 2006 2005 2004 2003 2002

***

Newsletter THTR n. 151, dicembre 2018:


contenuti:

Kugel-Rudi "non del tutto legalmente" sulla strada sbagliata! A proposito del presunto inventore del THTR Rudolf Schulten

Oak Ridge National Laboratory - continuità storiche

Paura tedesca all'HTR in Cina: "Aiuto Altmaier!"

Critiche alla quarta generazione e ai reattori al torio

Congresso del torio a Bruxelles

Idrogeno e HTR

Sudafrica - miniere di uranio

Rivoluzione dal basso di “diffamazione di estrema sinistra”

Contabilità (libro)

Ippen, proprietario dell'Anzeiger della Westfalia, fugge!

"Salonicco: la distruzione della 'città ebraica' e le sue conseguenze" (Nota)

Cari lettori!

 


***

Kugel-Rudi "non del tutto legalmente" sulla strada sbagliata!

Newsletter THTR n. 151, dicembre 2018Il 16 agosto 2018, la WDR ha trasmesso alla radio uno "Zeitzeichen" molto speciale sul "padre della tecnologia nucleare tedesca" e presunto inventore del reattore a letto di ciottoli Rudolf Schulten (1923-1996), chiamato anche "Kugel-Rudi" nel suo istituto (1) . Il programma di quattordici minuti è stato scritto da Martin Herzog, che nel 2009 ha riportato nel film WDR "Atomstrom für Afrika" gli sforzi per costruire il THTR in Sud Africa (2). Il motivo dell'attuale trasmissione radiofonica è stato il non proprio rotondo 95esimo compleanno di Rudolf Schulten, che ha lavorato per oltre 30 anni alla ricerca e allo sviluppo del reattore ad alta temperatura al torio in quello che allora era conosciuto come il centro di ricerca nucleare Jülich.

Herzog lascia dire la loro agli ex compagni e archivisti di Jülich. Parlano dell'umore euforico dell'ottimismo nella scienza e nella politica, in cui è stato celebrato lo sviluppo di una linea di reattori nazionali indipendenti durante gli anni '50 e '60. Infine, dopo aver perso la seconda guerra mondiale, la Germania tornerà a svolgere un ruolo importante sulla scena politica mondiale. - Ma cosa si nascondeva dietro la retorica gonfiata ("tecnologia a beneficio dell'umanità") che il nuovo messia del reattore Schulten ha diffuso? Anche Rainer Moormann, che ha lavorato per decenni al Forschungszentrum Jülich e in seguito è diventato un informatore, ha detto la sua e ha visto il lavoro di Schulten in modo critico: "Se hai resistito alle tue idee, hai avuto grandi difficoltà". Ha rappresentato i problemi con la linea HTR.

È noto che lo sviluppo e la costruzione del reattore sperimentale a Jülich e del THTR 300 a Hamm-Uentrop si sono rivelati estremamente difficili. Numerosi problemi tecnici irrisolti hanno infastidito gli scienziati. C'erano ritardi costanti, incidenti imprevisti ed è diventato costoso. Niente di tutto ciò ha sfidato Schulten. Aveva ancora una grande bocca, che poteva essere chiaramente ascoltata nelle sequenze originali in questo "segnale temporale".

"Pensa stupido"

Quando avvenne il grave incidente del THTR Hamm-Uentrop nel 1986, divenne chiaro quanto fosse pericolosa questa forma speciale di tecnologia nucleare. In un'intervista settimane dopo, il direttore della centrale elettrica del THTR Glahe ha dovuto ammettere problemi contriti ma onestamente seri: “Un simile incidente non è stato pensato nella pianificazione. Non puoi pensare sempre in modo così stupido come a volte accade. ”Dimostrare e bloccare agricoltori e consumatori ha dato il resto al reattore del fallimento.

In questo “segnale temporale”, però, viene brevemente affrontato un altro aspetto, che qui vorrei approfondire un po'. Negli anni '50, dopo le scioccanti esperienze delle bombe atomiche sganciate su Hiroshima e Nagasaki, la popolazione si è sintonizzata sulle nuove ambizioni nucleari della Germania attraverso molta propaganda: “Il nostro amico, l'atomo. Non la fisica della morte, ma la fisica della vita. I doni della scienza saranno elargiti a tutta l'umanità. Il potere magico dell'atomo. La fissione nucleare come dono di Dio ... "- queste sono tutte citazioni dal servizio radiofonico.

Schulten come un trasgressore

Il mondo aveva fatto le sue esperienze con il fascismo tedesco ed era chiaro che la meschinità e la volontà determinata di distruggere nella RFT non sarebbero scomparse improvvisamente dall'8 maggio 1945. Gli autori e la loro ideologia hanno continuato a funzionare e rappresentano una grande minaccia: a queste persone non vengono date armi di distruzione di massa. Fu solo con i Trattati di Parigi del 5 maggio 1955 che gli alleati concessero alla RFT il diritto di condurre ricerche nel campo dell'energia nucleare.

Nel 1952 Schulten divenne assistente del premio Nobel Werner Heisenberg, che fu coinvolto in una posizione di primo piano nel progetto sull'uranio dell'Heereswaffenamt sotto i fascisti dal 1942 al 1945. "Non del tutto legale", ha detto Martin Herzog alla trasmissione radiofonica, Schulten era stato negli Stati Uniti e in Gran Bretagna prima del 1955 per studiare vari nuovi concetti di reattore.

È formulato in modo molto educato e cauto. Anche su Wikipedia è un po' più chiaro: "Apparteneva al gruppo di studio per la fisica dei reattori, che in realtà non era consentito da Wirtz nel 1953 (...), ma che in realtà era già un gruppo di progettazione per la progettazione di reattori" (3 ). E altrove dice: “Ecco perché Schulten è rimasto più volte negli Stati Uniti, in particolare all'Oak Ridge National Laboratory, e in Gran Bretagna per studiare gli attuali sviluppi dei reattori nucleari. Ciò avveniva già nel 1954, vietato prima del Trattato tedesco dei Trattati di Parigi del 5 maggio 1955, attraverso il quale alla Repubblica Federale di Germania fu consentito di ricercare e sviluppare l'uso civile dell'energia nucleare”(4).

L'HTR non è uno sviluppo tedesco!

Per decenni, Schulten e molti politici hanno ripetutamente sottolineato che il reattore a letto di ciottoli era uno sviluppo puramente tedesco. Questo è sbagliato. Ulrich Kirchner ha spiegato le fasi di sviluppo verso l'HTR nel suo libro molto ben informato e dettagliato "The High Temperature Reactor" (1991):

“La possibilità di utilizzare le sfere come elementi combustibili è stata messa in gioco da Leo Szilard in Gran Bretagna alla fine degli anni '5. Dieci anni dopo, Stefan Bauer (Harwall) ha iniziato a pensare al raggiungimento delle alte temperature e ha pensato di utilizzare le sfere in un ammasso globulare ”(XNUMX). Per inciso, Szilárd è meglio conosciuto per il suo coinvolgimento nella costruzione delle prime bombe atomiche statunitensi come parte del Progetto Manhattan. Furono lanciati su Hiroshima e Nagasaki.

Kirchner continua nel suo libro: “Ma Farrigton Daniels (Oak Ridge) anticipò l'idea dell'HTR già nel 1942 negli USA. (...) In un opuscolo pubblicato nel 1977, il gruppo di lavoro Versuchsreaktor (AVR) e la costruzione del reattore ad alta temperatura (HRB) parlavano del "concetto Daniel" e riducevano il lavoro di Rudolf Schulten ad aver dato l'impulso decisivo (.. .)" (6). Daniels era a capo del dipartimento metallurgico del Progetto Manhattan e quindi coinvolto anche nella costruzione della bomba atomica degli Stati Uniti. Ha dato al reattore a letto di ciottoli il nome inglese Pebble Bed Modular Reactor (7), che è ancora in uso oggi.

Fu proprio nel summenzionato Oak Ridge Laboratory che Rudolf Schulten fu coinvolto illegalmente nello sviluppo del reattore a letto di ciottoli prima del 1955. - E tra l'altro: ben settant'anni dopo, Oak Ridge ha ricevuto l'ordine nel 2016 di continuare a lavorare allo sviluppo dell'HTR come parte dei progetti di quarta generazione (vedi l'articolo sotto).

sciovinismo nazionale

In diversi punti del suo libro Kirchner sottolinea che lo sviluppo dell'HTR si è basato su uno specifico nazionalismo tedesco. Per questo motivo furono respinte anche le offerte di cooperazione europea: "L'offerta della Comunità europea dell'energia atomica (Euratom) di unirsi alla loro squadra e lavorare sul concetto comune europeo HTR fu respinta da Rudolf Schulten e dai suoi colleghi nel 1958 perché si sentivano impegnati al concetto nazionale, tanto più che il Ministro federale allora competente preferiva i propri programmi a quelli internazionali”(8).

Negli anni '50 e '60 gli inni di lode per il reattore a letto di ciottoli nella Repubblica federale di Germania si sono gonfiati sempre di più e hanno portato a una grottesca sopravvalutazione di sé. Hanno rivelato modelli di pensiero ben noti che si sono manifestati in un linguaggio estremamente violento dal punto di vista militare: "L'Allgemeine Zeitung è apparso il 19 ottobre 1959 con il titolo 'La Germania ha vinto la prima 'battaglia nucleare'' e ha affermato che 'la grande e noi nella ricerca atomica molto avanti l'America è battuta dal naso', da quando è iniziata la costruzione del primo HTR della Germania Ovest. L'inizio dei lavori di costruzione è stato ritardato fino all'agosto 1961 ”(9).  

L'arroganza nazionalistica con cui i politici tedeschi apparivano all'estero già nel 1960 è illustrata dal seguente incidente: “E Siegfried Balke (CSU), ministro federale per l'energia nucleare e la gestione delle acque, ha risposto durante il suo viaggio in Canada alla domanda di un giornalista se avrebbe non comprare un reattore canadese vuole, con la contro-domanda "Non vuoi comprare un reattore tedesco?" - e senza dubbio intendeva l'HTR '(10).

Il progetto AVR a Jülich è stato avviato sebbene componenti importanti come le sfere dell'elemento combustibile non siano ancora stati sviluppati per essere pronti per l'uso (11). "Lo sviluppo decisivo ha avuto luogo poi a Oak Ridge (USA): intorno alla fine dell'anno 1962/63 è apparsa qui la possibile produzione di un elemento combustibile (...)" (12).

Le prime palline HTR per l'AVR Jülich sono arrivate dagli USA (13)! L'industria nucleare della Germania occidentale non è stata in grado di produrli. Ma battendo slogan nazionalisti, potrebbero farlo.

Sudafrica

Torniamo al servizio radiofonico. Alla fine degli anni '80, l'AVR Jülich e il THTR 300 di Hamm avevano da tempo superato il loro apice dopo vari incidenti e furono chiusi. Dopo questo fallimento è diventato difficile accendere il reattore a letto di ciottoli di qualcun altro. In questa situazione, la lobby HTR non era a conoscenza di alcuno scrupolo morale nel fornire al regime dell'apartheid internazionale fuorilegge in Sud Africa la tecnologia HTR per uso militare.

Robert Jung ha scritto: "Gli 'uffici internazionali' istituiti a Karlsruhe e Jülich nel 1969 hanno svolto un ruolo importante nel garantire che il governo di Pretoria, che è stato boicottato in tutto il mondo a causa della sua politica razziale, ricevesse il metodo della ghiandola di separazione di Becker per l'arricchimento dell'uranio, che è stato sviluppato a Karlsruhe" (14).

Il rapporto radiofonico dice: “Alla fine degli anni '80, il Sudafrica ha mostrato il suo interesse come motore per i sottomarini nucleari. Quanto Schulten abbia avuto a che fare con questo dopo il suo ritiro non è ancora chiaro. L'affare Africa è fermato dai suoi ex dipendenti”. Nella sua trasmissione, Herzog parla di 2.500 dipendenti a FZ Jülich; la maggior parte di loro avrebbe lavorato direttamente o indirettamente per il reattore di Schulten. Un totale di 300 studenti di dottorato hanno lavorato per Schulten. Erano tutti interessati ad andare avanti in qualche modo con questa tecnologia nucleare.

Dopo la caduta del regime dell'apartheid nel 1994, le sei bombe atomiche in Sud Africa furono messe fuori servizio e la lobby Jülich si concentrò sul rendere la tecnologia HTR tedesca appetibile per scopi civili al nuovo governo. Dopo che il Sudafrica ha versato 1,5 miliardi di dollari nel reattore modulare a letto di ghiaia (PBMR), il Paese ha dovuto arrendersi (15).

Causare così tanti fallimenti ed essere ancora in cima ai media, questa era la specialità di Rudolf Schulten. Ha anche influenzato la stampa specializzata nucleare per decenni, che è ancora evidente oggi nei loro legami profondi e acritici con l'argomento del mucchio globulare. Perché: "Dal 1958 al 1995 Schulten è stato inizialmente condirettore e poi membro del comitato di redazione della rivista di settore "atw - atomwirtschaft - atomtechnik" (oggi "atw - International Journal for Nuclear Power"), la rivista tecnica e d'informazione ufficiale foglio della Kerntechnischen Gesellschaft eV" ( 16).

Osservazioni

1) https://www1.wdr.de/mediathek/audio/zeitzeichen/audio-rudolf-schulten-kernphysiker-geburtstag--100.html

2) https://www.reaktorpleite.de/nr.-126-april-09.html#3.Thema

3) https://de.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Schulten

4) Vedi 3

5) Ulrich Kirchner “Il reattore ad alta temperatura. Conflitti, interessi, decisioni ", Campus Research (1991), pagina 34

6) Vedi 5, pagina 34

7) https://de.wikipedia.org/wiki/Farrington_Daniels

8) Vedi 5, pagina 36

9) Vedi 5, pagina 37

10) Vedi 5, pagina 38

11) Vedi 5, pagina 58

12) Vedi 5, pagina 57

13) Vedi 5, pagina 35

14) Robert Jungk “The Atomic State”, Kindler (1977), p.129

15) Circolare THTR n.132: https://www.reaktorpleite.de/39-frontpage/thtr-rundbriefe/rundbriefe-2010/380-thtr-circolare-no-132-luglio-2010.html # 1.Argomento

16) vedi 3

 

***

Oak Ridge National Laboratory - continuità storiche

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Questo laboratorio tecnico e scientifico è stato fondato negli Stati Uniti nel 1943 allo scopo, tra l'altro, di sviluppare le bombe atomiche sganciate su Hiroshima e Nagasaki nell'ambito del Progetto Manhattan. Rudolf Schulten studiò illegalmente il reattore a letto di ciottoli sviluppato lì anche prima dei trattati di Parigi nel 1955, portò con sé il know-how nella Germania occidentale e affermò di essere il padre di questo tipo di reattore (vedi l'articolo sopra su Schulten).

A Oak Ridge si è lavorato anche allo sviluppo del Molten Salt Reactor (MSR), che Schulten rifiutò all'epoca e che appartiene anche alla quarta generazione e funziona con il torio. Questo piccolo MSR ha funzionato solo per cinque anni negli anni '70 perché sono sorti problemi perché il sale corrode il metallo:  
“Nell'impianto di prova di Oak Ridge, sono state trovate crepe sottili nelle superfici ovunque il metallo e il sale fuso siano entrati in contatto. Queste interruzioni avrebbero potuto diventare un problema con un periodo di funzionamento più lungo ”(1).

Recentemente, Oak Ridge ha di nuovo lavorato sugli elementi di combustibile sferici della linea HTR con un volume di ordini di 40 milioni di dollari USA. X-Energy LLC lavora qui dal 2018 con il supporto del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti (DOE) all'ulteriore sviluppo del cosiddetto carburante TRISO, necessario per le sfere HTR. “Il servizio comprende, tra l'altro, l'analisi delle criticità, la progettazione delle risorse e delle infrastrutture produttive, la concezione degli imballaggi per il trasporto del carburante” (2). Presente anche la società tedesca SGL Carbon, già coinvolta nella produzione di elementi sferici di combustibile in Sud Africa e Cina (3).  

Osservazioni

(1) https://www.welt.de/print/die_welt/wissen/article162760506/Geboren-aus-Asche.html

(2) https://www.nuklearforum.ch/de/aktuell/e-bulletin/centrus-unterstuetzt-x-energy

(3) https://www.nuklearforum.ch/de/aktuell/e-bulletin/doe-neue-investitionen-generation-iv-reaktoren

 

Cerca su reaktorpleite.de con la parola chiave: Kugelkaufenreaktor
http://www.reaktorpleite.de/interne-suche.html?searchword=Kugelkaufenreaktor

 

***

Paura tedesca all'HTR in Cina: "Aiuto Altmaier!"

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Se tieni tra le mani questa newsletter, il sogno audace di innumerevoli amici reattori a letto di ciottoli potrebbe già essere diventato realtà! - Esattamente nel luogo in cui, oltre 150 anni fa, le truppe coloniali tedesche presero possesso di una base nella baia cinese di Kiautschou, nella penisola dello Shandong (1). Quindi il legame con questo posto è molto speciale. 

17 anni dopo la decisione di costruire un HTR più grande in Cina, le sfere del reattore dovrebbero rotolare vivaci qui a partire da dicembre 2018 e le particelle elementari girano alacremente. - Ma oh cielo, cosa devo leggere ora di tutti i tempi? Gli amici tedeschi dell'atomo sono molto preoccupati. Il lavoro della tua vita è presumibilmente in pericolo! Un reattore a letto di ciottoli fuori dal controllo della Germania: può funzionare? Il cinese copiatore può farlo? Come studenti ad Aquisgrana e Jülich, hai sempre prestato attenzione allora?

Come la storia indubbiamente dimostra, solo i biotedeschi possono mettere ordine nel caos sferico anarchico nel reattore. L'oracolo di Schulten nella grande sfera di cristallo ha già riferito: "Qualcosa accadrà presto!" 10 settembre 2018 e non è (!) satira:
“I cinesi hanno costruito e presto finiranno. Implementano la tecnologia del reattore sviluppata a Jülich, la più sicura al mondo. Sfortunatamente, i consulenti tedeschi li hanno messi su una pista discutibile, come hanno fatto in Sud Africa. Avvertitori esperti temono che questo andrà male anche in Cina. E quale sarebbe il risultato allora: questo sviluppo tedesco secolare del Prof. Schulten e del suo team è screditato in tutto il mondo. Se la Cina non ce la fa, nemmeno gli Stati Uniti, il Giappone o la Russia lo faranno più. La reputazione tedesca andrebbe persa, il dominio del ministro dell'Economia. E lasci semplicemente che "lo costruiscano i cinesi". Ti ho chiesto di intervenire il 27 febbraio. Da qui la richiesta ancora una volta: partecipa, hai più opzioni di qualsiasi comune cittadino. Per favore, evita il male della gente! (...) Con i migliori saluti, Jochen Michels ”. 

Per me sorge la domanda, i velocisti del nucleo organico sanno qualcosa che noi non sappiamo e che è motivo di grande preoccupazione? - Allora dovrebbero venirne fuori!

Nel frattempo, i cinesi hanno continuato a costruire con il ritardo tipico dei reattori a letto di ciottoli. Il 2 ottobre 2018, hanno riferito che il primo generatore di vapore per l'HTR-PM aveva completato con successo i test di pressione: test superato con successo! (2). - Tutto è facile, non c'è bisogno di preoccuparsi, possiamo farcela, annunciano!

Critiche serie

Nel frattempo, la discussione seria e critica sull'HTR-PM in Cina nei media e online continua. Nella rivista scientifica "Spektrum", la giornalista Katja Maria Engel ha scritto il 9 ottobre 10 nell'articolo "Nuovo inizio per una vecchia idea":
“Anche il chimico e ricercatore nucleare Rainer Moormann, ex dipendente dell'allora centro di ricerca nucleare Jülich, presume che diversi sistemi di sicurezza attiva proteggano la centrale elettrica cinese dal vapore acqueo: dopotutto, è noto che esiste una certa probabilità che i generatori di vapore acqueo perderanno. Ritiene, tuttavia, che la situazione dell'incidente potrebbe rapidamente diventare confusa, motivo per cui il ricercatore nucleare mette in guardia contro misure di protezione insufficienti a questo punto e suggerisce anche salvaguardie significativamente più specifiche. Dopotutto, in caso di emergenza, l'hardware e le persone dovrebbero reagire senza errori. Se il vapore acqueo proveniente da questo secondo circuito penetra nel nocciolo caldo del reattore, il vantaggio dell'autoprotezione intrinseca sarebbe a rischio, la grafite potrebbe surriscaldarsi e reagire con l'acqua. (...)

Ma anche al di là dei dettagli tecnici specifici del reattore cinese, sorgono ancora i vecchi, fondamentali interrogativi su questo nuovo tipo di centrale nucleare. Quasi nessuno sa come si comportano le quasi 250 sfere di un reattore durante il funzionamento. “Come posso anche monitorare le loro condizioni? Ci sono hotspot nascosti con picchi di temperatura locali? Quanto asportano durante il funzionamento o possono addirittura rompersi?«Chiede l'esperto di sicurezza di Darmstadt Pistner.

L'incertezza per quanto riguarda l'abrasione e le conseguenti particelle fini, presumibilmente altamente pericolose, sono anche criticate dal ricercatore nucleare Moormann insieme a due scienziati del MIT in un commento specialistico corrente in »Joule«. La fisica della polvere non è completamente compresa, specialmente nel gas elio caldo. "La grafite è un ottimo lubrificante, ma le sfere si sfregano in un ambiente asciutto." (...)

L'ingegnere capo della centrale nucleare di Zuoyi Zhang ha scritto su "Engineering" nel 2017: "L'HRT-PM non è ancora una tecnologia collaudata. La sua sicurezza sarà quindi continuamente migliorata.«Zhang, un ex studioso di Humboldt presso quello che allora era il centro di ricerca nucleare di Jülich, sottolinea che gran parte della ricerca deriva dalla collaborazione con scienziati tedeschi, ma che i nuovi dispositivi e la tecnologia sono stati sviluppati esclusivamente sulla base della propria industria." (3).

Quindi i prossimi mesi saranno davvero entusiasmanti. Il reattore cinese può davvero entrare in funzione? E soprattutto: non accadrà nulla che possa mettere in pericolo la vita delle persone della zona?

Note:

1) https://www.machtvonunten.de/atomkraft-und-oekologie/333-neuer-thtr-in-china.html

2) http://www.world-nuclear-news.org/Articles/HTR-PM-steam-generator-passes-pressure-tests

3) https://www.spektrum.de/news/neuer-anlauf-fuer-eine-alte-idee/1593456

 

Cerca su reaktorpleite.de con la parola chiave: Cina
http://www.reaktorpleite.de/interne-suche.html?searchword=China

 

***

Critiche alla quarta generazione e ai reattori al torio

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Il numero 40 di “Ausgestrahlt Magazin” si concentra su cinque pagine sul tema dei reattori di “Generazione IV”, spesso trascurato dal movimento ambientalista.

L'attuale clamore per i reattori al torio è discusso in un'intervista con Rainer Moormann:

“Esistono ricerche su questo in Germania? Nel Centro comune di ricerca (JRC) di Karlsruhe, un centro di ricerca Euratom nei locali del Karlsruhe Institute of Technology (KIT; ex Centro di ricerca nucleare di Karlsruhe e Università di Karlsruhe), lo sviluppo del reattore rapido a sale fuso (MSFR) è in gran parte realizzato, compreso il KIT stesso è incluso su piccola scala. Ci sono molte pubblicazioni su questo”.

Info: https://www.ausgestrahlt.de/informieren/akw-generation-iv/

 

Cerca su reaktorpleite.de con il termine di ricerca: Generazione IV
https://www.reaktorpleite.de/interne-suche.html?searchword=Generation%20IV

 

***

Congresso del torio a Bruxelles

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Dal 28 ottobre 2018 si è svolto a Bruxelles il congresso “Thorium Energy World” degli Atomic Friends. Gli oppositori delle centrali nucleari del Belgio e della RFT hanno pianificato una protesta e preparato una dichiarazione dettagliata sulla questione del torio, che è stata inviata cinque volte in versioni integrate e corrette via e-mail.

L'azione in sé non ha avuto luogo per non rivalutare inutilmente gli amici nucleari nei media. C'è ora il testo "No all'energia nucleare al torio" nella rete:

https://atomreaktor-wannsee-dichtmachen.de/pressemitteilungen/85-24-10-2018-nein-zur-thorium-kernenergie.html

 

Cerca su reaktorpleite.de con il termine di ricerca: Torio
https://www.reaktorpleite.de/interne-suche.html?searchword=Thorium

 

***

Idrogeno e HTR

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

In un'intera pagina, Andreas Brändle ha affrontato la questione se avrebbe senso combinare la produzione di idrogeno con il funzionamento di reattori ad alta temperatura in "Junge Welt" il 22 giugno 6. Come molti altri, arriva alla conclusione che, da un punto di vista fisico, l'economia dell'idrogeno è un puro spreco di energia e serve solo alla lobby atomica per perseguire le sue ambizioni nucleari.

Per decenni, qui sono sempre state citate le stesse persone e aziende: oltre a Rudolf Schulten, questi sono Hermann Josef Werhahn, Fritz Vahrenholt, SGL Carbon, AAB, Forschungszentrum Jülich, ecc.

Brändle fornisce fondamentalmente un buon riassunto di 150 questioni della circolare THTR e sottolinea che la "Comunità HTR" è una combinazione di una setta dogmatica e di un potere economico che ha trovato alleati anche nei governi rosso-verdi.

I due articoli “Non c'è mai stata un'uscita dal nucleare” e “L'economia dell'idrogeno senza uscita” purtroppo non sono disponibili online gratuitamente.

(Aggiornamento: L'articolo "Non c'è mai stata una graduale eliminazione del nucleare"C'è, come file PDF su Internet.)

Tuttavia, ho scritto i seguenti due articoli su questi argomenti, ad esempio:

https://www.reaktorpleite.de/nr-127-juli-09.html#Der-Werhahn-knurrt

https://www.machtvonunten.de/atomkraft-und-oekologie/215-wasserstoff-fuer-nukleare-traeume.html

 

Cerca su reaktorpleite.de con la parola chiave: idrogeno
http://www.reaktorpleite.de/interne-suche.html?searchword=Wasserstoff

 

***

Sudafrica - miniere di uranio

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Stefan Cramer è ancora noto a molti lettori della newsletter come "il nostro uomo in Sud Africa" ​​perché, come capo della Fondazione Böll, ha lavorato lì insieme all'organizzazione ambientale "Earthlife Africa" ​​per prevenire il reattore modulare a letto di ghiaia (PBMR) e continuamente per una pioggia Ha fornito lo scambio di informazioni.

Stefan ora è un geologo in pensione ed è ancora attivo in Sudafrica e in questioni nucleari.

Nel numero 1 di "afrika süd" ha riportato in dettaglio come si potrebbe fermare l'estrazione dell'uranio nell'arido semideserto del Karoo in Sud Africa. In un'area scarsamente popolata delle dimensioni della Germania, la società mineraria australiana Peninsula Energy ha acquistato diritti minerari e terreni con l'aiuto del capitale dell'oligarca russo (200 milioni di dollari USA). Dopo che la resistenza a questi sforzi era stata inizialmente bassa, si potevano ottenere maggiori successi perché la società mineraria procedeva in modo amatoriale e nella zona è stata trovata una specie vegetale completamente nuova con un impianto di ghiaccio.

Ci sono state oltre 2.000 petizioni contro l'estrazione di uranio alle autorità competenti. Un altro motivo importante per il ritiro della compagnia mineraria australiana è l'attuale basso prezzo dell'uranio. - Sicuramente un grande successo in Sud Africa!

Info: https://www.afrika-sued.org/ausgaben/heft-1-2016/radioaktiver-staub-ueber-der-karoo-/

https://www.afrika-sued.org/ausgaben/heft-1-2018/geplanter-uranbergbau-vor-dem-aus/

 

Cerca su reaktorpleite.de con la parola chiave: Sudafrica
http://www.reaktorpleite.de/interne-suche.html?searchword=Südafrika

 

***

"Foglio diffamatorio dell'estremismo di sinistra"

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Da qualche tempo i media critici sentono sempre più lo spostamento a destra, l'antisemitismo e la xenofobia.

In qualità di condirettore del mensile "Graswurzelrevolution", inizialmente mi ha fatto piacere che anche il presidente dell'Ufficio per la protezione della Costituzione in Turingia, Stephan Kramer, abbia citato un'analisi del nostro giornale di Andreas Kemper in modo molto dettagliato e di approvazione in una conferenza stampa e trasmessa in televisione per diversi minuti. L'articolo riguardava l'agenda fascista del politico AfD Björn Höcke (1).

Gli insulti, gli insulti e le minacce che sono poi caduti su di noi e l'agenzia di protezione della costituzione sfida la descrizione! Inoltre, Kramer era l'ex presidente del Consiglio centrale degli ebrei in Germania; il nazista iperventila ancora di più.

L'AfD si è infuriato contro la rivoluzione popolare "diffamatoria dell'estremismo di sinistra" e il quotidiano Bild ha alimentato la caccia come sempre: "L'anarco-postil si batte per l'abolizione del NOSTRO stato dal 1972".

Qualche settimana fa, quando ero allo stand informativo di Amnesty International ai margini della piazza del mercato di Hamm, dove venivano raccolte firme per le persone perseguitate in tutto il mondo, ho visto un certo numero di persone dall'aspetto esteriore che si ribellavano, agitandosi contro profughi e avvocati hanno pronunciato la pena di morte. In vista, un centinaio di metri più avanti, era chiaramente visibile un punto di partenza mediatico per questa agitazione: Ironia della sorte, la libreria Holota, dove ho comprato i miei libri per vent'anni, ha recentemente montato una doppia parete con la pubblicità per il quotidiano Bild ogni giorno davanti al loro negozio e vendono questo foglio. - Qui in Germania accadono cose che fino a pochi anni fa non si sarebbero potute pensare.

(1) https://www.graswurzel.net/gwr/2018/09/bjoern-hoeckes-faschistischer-fluss/

 

***

Abrechnung

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Il libro di Reiner Szepan “Le centrali nucleari più sicure al mondo? Un accordo professionale con la comunità atomica "nella casa editrice" von Lorbas ".

Su più pagine Szepan si occupa anche del THTR, di cui ha già commentato più volte in passato. Sfortunatamente, la "contabilità" si trasforma spesso in un vero e proprio insulto a noi benevoli funzionari eletti, che lui chiama apparatchik.

E la frase “le casalinghe non possono che essere impressionate da questo contegno” (p. 65) non ha bisogno di essere commentata a questo punto e parla da sola...

Il libro ha 92 pagine in formato A4 e costa 12,90 euro.

 

***

Il proprietario di WA Ippen sta fuggendo!

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Il proprietario di "Westfälischer Anzeiger" (WA) Ippen è in prima linea quando le misure contro il cambiamento climatico devono essere contrastate (vedi il suo articolo del 13 ottobre 10 in WA) o la ruota della storia in termini di diritti dei lavoratori deve essere tornare indietro:

"La tradizionale FSD (Frankfurter Societäts-Druckerei) è cresciuta come tipografo interno della" Frankfurter Allgemeine Zeitung "(FAZ) ed è stata rilevata solo la scorsa primavera dal gruppo di giornali Ippen (Monaco) e dalla Rempel (" Gießener Allgemeine ”) famiglia editoriale di Giessen. "I nuovi proprietari vogliono eludere la negoziazione democratica dei contratti collettivi e dettano invece salari e condizioni di lavoro secondo lo stile del padrone di casa", ha criticato Manfred Moos di ver.di Hessen.

Politici dell'Assia come il leader regionale SPD Thorsten Schäfer-Gümbel e il membro del Bundestag Achim Kessler (LINKE) condannano la fuga dell'FSD dalla contrattazione collettiva e mostrano solidarietà con ver.di e la forza lavoro dell'FSD. Qui, come in altre aziende con un alto livello di organizzazione sindacale, sta emergendo un lungo contenzioso sindacale." (Da: Neues Deutschland dal 24 novembre 11)

Maggiori informazioni su WA e Ippen:

https://www.machtvonunten.de/medienkritik/313-antifa-haekelclub-im-visier-der-lokalpresse.html

 

***

"Salonicco: la distruzione della 'città ebraica' e le sue conseguenze"

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

A questo punto vorrei fare riferimento a un mio articolo più lungo sulla "Rivoluzione di base", molto apprezzato nella comunità greca, che rifletteva sulla nota parte ebraica Hagalil e molto spesso diffuso su FB e causava preoccupazione. Ecco l'inizio:

"Qualcuno pensa anche a quello che è successo qui prima?" Penso mentre girovago per le strade rumorose di Salonicco con i loro brutti edifici di cemento, davanti a folle di persone che si precipitano in giro con le borse della spesa.

Quando avevo tredici anni, mi sono imbattuto in casa in un piccolo libretto formato cartolina: "Una breve passeggiata per Salonicco. Ricordi dell'invasione delle truppe tedesche a Salonicco il 9 aprile 1941". Fu l'ultimo segno di vita dello zio ventenne di mia madre prima che venisse ucciso dai partigiani greci pochi mesi dopo. Il mio interesse è stato suscitato.

Cinquant'anni dopo la scoperta del libretto, sono qui. Dell'ex metropoli ebraica non è rimasto quasi nulla. Mi chiedo come abbiano potuto deportare ad Auschwitz 46.000 ebrei sefarditi di Salonicco e ucciderli quasi tutti?

Come viene affrontato questo passato a Salonicco e in Germania? Il sindaco liberale di Salonicco Giannis Boutaris, che dal 2014 conduce una campagna per la memoria degli ebrei assassinati nel suo ufficio, è stato picchiato da estremisti di destra di fronte a 2018 spettatori a un evento nell'aprile 4.000 ed è riuscito a salire solo in un'auto con difficoltà, che fu successivamente demolita. (...)

Come in Germania, le tendenze dell'estremismo di destra e l'antisemitismo sono aumentate notevolmente negli ultimi anni".

Per ulteriori letture: https://www.machtvonunten.de/nationalisten-rechte-neoliberale/332-thessaloniki-dcioè-annientamento-della-città-ebraica-e-sue-conseguenze.html

 

***

Cari lettori!

inizio paginaFino all'inizio della pagina - www.reaktorpleite.de -

Prima di tutto vorrei ringraziarvi per le congratulazioni e l'incoraggiamento per l'edizione dell'anniversario 150. Non è affatto scontato che uscirà ancora una rivista che tratta un argomento così speciale. - Tuttavia, ho dovuto scrivere io stesso un articolo su questo anniversario. E in effetti - come potrebbe essere altrimenti - nella "Rivoluzione popolare" nel settembre 2018. Può essere visto qui, integrato da 20 immagini dalle varie vecchie prime pagine:

https://www.machtvonunten.de/medienkritik/334-jubilaeumsausgabe-nr-150-vom-thtr-rundbrief-erschienen.html

Il 15 settembre 2018, su invito del gruppo di lavoro statale della NRW Energie der Grünen, che si è riunito ad Hamm, ho tenuto una conferenza di un'ora sul tema "THTR: Between decommissioning and smantling". Si è svolta una discussione lunga e interessante e ho chiesto ai Verdi di chiedere al parlamento statale nel prossimo futuro quale sarà la tabella di marcia per lo smantellamento in termini concreti, poiché attualmente non ci sono informazioni significative al riguardo.

Impronta: Il THTR-Rundbrief è pubblicato dall'iniziativa dei cittadini per la protezione dell'ambiente Hamm, c/o Horst Blume, Schleusenweg 10, 59071 Hamm. Montaggio e testi: Horst Blume.

E-mail: h.blume@thtr-a.de

 


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina

***

Chiama per le donazioni

- Il THTR-Rundbrief è pubblicato dal 'BI Environmental Protection Hamm' ed è finanziato da donazioni.

- Il THTR-Rundbrief è diventato nel frattempo un mezzo di informazione molto notato. Tuttavia, ci sono costi in corso dovuti all'ampliamento del sito web e alla stampa di fogli informativi aggiuntivi.

- Il THTR-Rundbrief ricerca e riporta in dettaglio. Per poterlo fare, dipendiamo dalle donazioni. Siamo felici di ogni donazione!

La cassa dell'iniziativa civica non è mai stata così poco piena nei suoi 43 anni di storia!

Il nostro lavoro ha molto successo. Non solo questa newsletter, ma l'intero sito Web "www.reaktorpleite.de" può facilmente tenere il passo con i più noti siti antinucleari in Germania grazie al duro lavoro del nostro amministratore di rete.

L'elaborato unico al mondo e nutrito con oltre 900 voci dettagliate'Mappa del mondo nucleare'è stato visitato più di centomila volte in tre anni. Finora, nemmeno le organizzazioni ambientaliste più grandi con un numero di posizioni a tempo pieno sono state in grado di creare una mappa interattiva del genere.

Riceviamo solo una piccola indennità di poche centinaia di euro per questo lavoro - all'anno. Ma anche questi soldi devono venire prima insieme. Pertanto chiediamo la tua donazione a questo punto!

Donazioni conto:

BI protezione ambientale Hamm

Scopo: circolare THTR

IBAN: DE31 4105 0095 0000 0394 79

BIC: WELADED1HAM

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina

***

 

GTranslate

deafarbebgzh-CNhrdanlenettlfifreliwhihuidgaitjakolvltmsnofaplptruskslessvthtrukvi
high-power-derfilm.jpg