15 feb 2018 - Smantellamento THTR: costi e rischi come “processo consolidato”

fiore di Horst

L'operazione di manutenzione del reattore ad alta temperatura al torio chiuso (THTR) durerà dal 1997 al 2027.

Dieci anni fa, il 17 ottobre 10, il Comitato per l'economia, le piccole e medie imprese e l'energia della Renania settentrionale-Vestfalia confermava le informazioni fornite nell'avviso di approvazione 2008/7c, dopo che gli operatori del THTR dovevano informare l'autorità di vigilanza nucleare entro la fine del 12 per quanto tempo viene mantenuto il confinamento sicuro e quando iniziare lo smantellamento del reattore.

Cosa c'è di nuovo?

Poiché finora non si è saputo nulla al pubblico, noi come iniziativa dei cittadini per la protezione dell'ambiente di Hamm abbiamo chiesto in dettaglio al Ministero dell'Economia, dell'Innovazione, della Digitalizzazione e dell'Energia NRW (1) e ha ricevuto una risposta dopo quasi quattro mesi, il 7 febbraio 2018:

"Secondo l'attuale stato di pianificazione, la centrale nucleare ad alta temperatura GmbH (HKG), in qualità di operatore dell'impianto, intende mantenere la recinzione sicura fino al 2027 e iniziare a preparare l'impianto per lo smantellamento completo dal 2028 in poi. (...) MWIDE non ha ancora ricevuto alcuna richiesta di modifica delle licenze nucleari esistenti o di smantellamento del THTR 300. "

Queste scarse informazioni, ovviamente, dicono molto poco sulle reali discussioni e deliberazioni dietro le quinte da parte di operatori e ministeri. Dieci anni fa l'ormai taciturno ministero è stato più informativo e il 9 aprile 2008 ha presentato un programma relativamente dettagliato per i 21 anni previsti di attività di smantellamento:

“2023 - 2028 pianificazione e approvazione 5,3 anni

2028 - 2030 Preparazione del sistema per lo smantellamento 2,0 anni

2030 - 2042 smantellamento nucleare 12,0 anni

2042 - 2044 smantellamento convenzionale 2,0 anni"

Il costo

Il ministero scrive oggi a proposito dei costi di smantellamento di 347,1 milioni di euro previsti dieci anni fa:

“Il livello dei prezzi riportato si riferisce all'anno 2007. Il livello dei prezzi viene aggiornato annualmente nel piano aziendale di HKG. (...) Secondo la pianificazione attuale (al novembre 2017), i costi per lo smantellamento sono stimati in circa 430 milioni di euro. "

In considerazione dei precedenti costi di smantellamento per il THTR venti volte più piccolo a Jülich oltre un miliardo di euro, queste previsioni per il THTR Hamm possono essere descritte nel migliore dei casi come un brutto scherzo. Ma forse le previsioni di costi realistici interni molto più alti sono un motivo in più per non rallentare con lo smantellamento del THTR e per far passare scadenze come quella del 31 dicembre 12. Perché è fin troppo ovvio che lo smantellamento sarà molto costoso e il denaro scarseggia.

ratei

Alla domanda sulle disposizioni, il Ministero ha risposto:

“Alla data di bilancio del 31 dicembre 12, HKG ha istituito accantonamenti per un totale di circa 2016 milioni di euro per lo smaltimento nel settore dell'energia nucleare. Ciò include disposizioni per l'arresto della centrale nonché disposizioni per lo smaltimento degli elementi operativi irradiati. Sebbene l'importo degli accantonamenti sia basato sui costi previsti, gli accantonamenti sottostimati non hanno alcun effetto sulle effettive obbligazioni di pagamento."

I 900 milioni di euro di HKG accantonati difficilmente saranno sufficienti per lo "smaltimento di elementi operativi irradiati", poiché sono da considerarsi come costi perpetui da pagare continuamente. Quando HKG finirà i soldi, il contribuente dovrà intervenire. Tutto il resto è vetrinistica.

Il Ministero scrive in merito ai precedenti impegni finanziari per l'operazione di disattivazione:

"Finora tutti gli impegni finanziari sono stati mantenuti". Qualora questi fondi non fossero sufficienti, la Confederazione e la Renania settentrionale-Vestfalia si sono impegnate a sostenere la metà dei costi aggiuntivi. Entro la fine del 2009 sono previsti costi di circa 2022 milioni di euro per il funzionamento del recinto sicuro. Un ulteriore accordo integrativo basato sull'accordo quadro per il periodo successivo al 28,5 non è stato ancora concluso".

In altre parole: finora il contribuente ha pagato in modo significativo i costi di smantellamento e probabilmente lo rimarranno in futuro. Come andranno avanti le cose dopo il 2022 non è chiaro.

pericoli

E come valuta il ministero il potenziale rischio di smantellamento in considerazione dell'inventario radioattivo (incluso 1,6 kg di combustibile nucleare) e degli incidenti passati?

“Lo smantellamento e lo smantellamento delle centrali nucleari è un processo consolidato in Germania, sia dal punto di vista tecnico che organizzativo, in cui le singole fasi di smantellamento vengono eseguite secondo la pianificazione dettagliata precedente, tenendo conto del rispettivo potenziale di rischio. Soprattutto quando si estrae la grafite nel reattore, nella cui area sono ancora presenti residui di combustibile nucleare dalla fase di disattivazione, si può presumere che verranno utilizzate principalmente tecniche di estrazione telecomandata e successive tecniche di confezionamento. La storia operativa, cioè gli eventi durante il funzionamento, viene presa in considerazione in quanto viene presa in considerazione in una descrizione radiologica prima dello smantellamento delle singole parti del sistema per determinare le vie di smaltimento e la protezione dalle radiazioni personali. "

La "storia operativa" o gli "eventi durante il funzionamento", per restare nel gergo eufemistico del ministero, mostrano, tuttavia, che bisogna essere preparati al fallimento del reattore THTR che nulla andrà come previsto. La polvere di grafite radioattiva è stata soffiata nell'ultimo angolo del reattore attraverso perdite e sistemi di tubazioni. Secondo questa storia, l'unica cosa su cui il ministero e l'impresa di demolizione incaricata possono fare affidamento è una descrizione radiologica non quantificabile prima dello smantellamento delle singole parti della struttura. La creazione di un atlante dettagliato dei nuclidi per tutte le parti dell'impianto, da noi richiesta, è stata respinta da tutti i soggetti coinvolti dopo la chiusura del THTR. Questo si vendicherà del futuro smantellamento.

La società di demolizione frugherà nel reattore contaminato dalla grafite tanto a casaccio quanto gli operatori nell'imprevedibile mucchio di ciottoli durante i test operativi negli anni '80. Le sorprese al THTR rimarranno. Si trascineranno per decenni. Un “processo consolidato” da tempo.

*

(1) Circolare THTR n. 149 dic. 2017: smantellamento THTR: il governo della NRW ha un piano?

*

Cerca il fallimento del reattore con il termine di ricerca:
Smontaggio THTR

*

Continua a: Articolo di giornale 2018

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina

***

Chiama per le donazioni

- Il THTR-Rundbrief è pubblicato dal 'BI Environmental Protection Hamm' ed è finanziato da donazioni.

- Il THTR-Rundbrief è diventato nel frattempo un mezzo di informazione molto notato. Tuttavia, ci sono costi in corso dovuti all'ampliamento del sito web e alla stampa di fogli informativi aggiuntivi.

- Il THTR-Rundbrief ricerca e riporta in dettaglio. Per poterlo fare, dipendiamo dalle donazioni. Siamo felici di ogni donazione!

Donazioni conto:

BI protezione ambientale Hamm
Scopo: circolare THTR
IBAN: DE31 4105 0095 0000 0394 79
BIC: WELADED1HAM

***


inizio paginaFreccia su - Fino all'inizio della pagina

***

GTranslate

deafarbebgzh-CNhrdanlenettlfifreliwhihuidgaitjakolvltmsnofaplptruskslessvthtrukvi
nr12.jpg